Archivi tag: 2014

A VOLTE RITORNANO: SABRINA (SALERNO) – COLOUR ME

20140611-114714-42434237.jpg

 

Tra il mio trasferimento temporaneo a Milano e la preparazione del mio primo singolo con annesso video, in questo periodo non sto molto dietro al mio blog….

Ma bisogna saper fare eccezioni! Appena aperto Facebook mi compare questa foto con la didascalia che dice di tenerci pronti: il 24 giugno esce infatti Colour Me il nuovo (attesissimo) singolo di Sabrina (Salerno). Le parentesi sono d’obbligo…infatti avrete notato che solo il nome di battesimo è presente sulla copertina, esattamente cine all’inizio della sua carriera. Questo fa presupporre un rilancio internazionale da sapore tutto dance? Speriamo…fatto sta che nella copertina lei è assolutamente bellissima e il font usato mi fomenta.

 

Bentornata Sabrina….sono pronto a passare una nuova estate in tua compagnia….ed è Festivalbar 1986/7/8/9/90 in un secondo!

 

 

TANTI AUGURI A… SIMONA VENTURA (con selezione video)

Schermata 2014-04-01 alle 11.11.23

Puntuale come un pesce d’aprile, ecco arrivare il compleanno di Simona Ventura. Proprio ne giorni in cui il pubblico si fa sentire per poterla rivedere al timone de L’Isola Dei Famosi targata Mediaset, non posso non ricordare che io non ho mai smesso di amare il suo modo di fare TV – tra l’ironico e l’antipatico, lo scherzoso e il serioso, il trash consapevole e quello naturale- perché che se ne dica, ad ogni apparizione la Ventura continua da anni a far parlare di se.

Ecco quindi una selezione (quella che mi è venuta prima in mente) di alcuni suoi momenti CULT per poterle augurare tanti auguri di buon compleanno. Con una sola domanda…ma il MIX Touches del 1986…. lo ha qualcuno???!!!!

Tanti Auguri SuperSimo! ;)

 

INTERVISTA A IVANA SPAGNA : LA MAGIA DELLA MUSICA

Prima di lasciarvi all’intervista con Ivana Spagna, devo fare una piccola -ma importante-  premessa: io AMO la sua musica ed è stato per me molto emozionante poter fare una chiacchierata con lei sulla sua carriera. Ovviamente, come ogni fan che si rispetti, avrei potuto parlarci per ore…ma alla fine bisogna mettere la finta professionalità da blogger davanti e sfruttare fino all’ultimo secondo messoti a disposizione. Volevo quindi ringraziare Letizia e Luca che hanno reso possibile una delle mie “interviste da sogno”. Grazie di cuore a loro….e buona lettura a tutti voi!

10149247_10152078111276156_1003851831_n

Ciao Ivana! Grazie di cuore per questa intervista. Vorrei iniziare subito dal presente: da pochi giorni è uscito il tuo nuovo singolo The Magic Of Love che richiama le tue origini della dance anni 80.

 

Si, mi è tornata la voglia di fare nuovamente la dance e di cantare in inglese. Non ti so dire per quale ragione ma più vado avanti, più aumenta la consapevolezza che devo fare solo le cose che sento di fare. Forse anche per uscire dal grigiore che, nessuno escluso, abbiamo tutti qui in Italia al momento; avevo voglia di fare qualcosa che mi desse entusiasmo, gioia e quindi, visto che per me la gioia è fare la dance, ho riunito tutto il team dei tempi di Call Me, Easy Lady e le altre. Negli anni in cui cantavo principalmente in italiano, ognuno di noi aveva preso la propria strada artistica e allora ho preso il telefono e per primo ho chiamato Larry (Pignagnoli, ndr) e gli ho proposto di fare qualcosa nuovamente insieme, quindi ho chiamato mio fratello Theo, Roby (Roberto) Battini, Annerley Gordon…ed è stata una  vera e propria reunion.

SPAGNA The Magic Of Love

Infatti il mood del brano mi ricorda molto quello di Call Me: una canzone dal testo molto emotivo, ma se poi la uniamo all’arrangiamento dance, allora tutto cambia e ti vien solo voglia di ballare e lasciare alle spalle la tristezza.

Ed è esattamente quello che volevo fare con questa canzone!  Anche se ti capita di non avere niente in tasca, o magari può essere la giornta più uggiosa dell’anno… ma se hai qualcuno vicino che ti vuole bene davvero la magia dell’amore ti fa scomparire tutto, ti pittura il cielo, ti mette l’arcobaleno! L’amore è una magia vera! Volevo trasmettere alla gente la gioia con un pezzo con un messaggio positivo, fatto con entusiasmo… lo stesso entusiasmo che ho vissuto io nel ritrovarmi con questi muscisti. Sembravamo dei ragazzini tornati a fare musica tutti insieme con spensieratezza.

Uscirà anche un nuovo album dance?

Si, vogliamo andare avanti e far uscire qualcosa per natale. Ci tengo tanto che accada.

Mi hanno sempre incuriosito tanto gli innumerevoli pseudonimi che hai, che avete, utilizzato prima dei successi con il nome di  Spagna…

Eravamo sempre NOI! ahahah Delle Fun Fun ero autrice dei testi e cantavo insieme ad Antonella Pepe che ora è una corista in Rai. Poi dopo tanti successi europei e anche un successo in America con un gruppo che si chiamava Advance, proposi di fare qualcosa anche per me…e da lì è nata Easy Lady!

Yvonne K era un po’ una versione demo di Spagna…

Ivonne K era  un progetto che non mi sentivo completamente mio perché non era prodotta da me e musicalmente non suonava come avrei voluto. Solo dopo che Easy Lady era nata ho deciso che sarebbe stato Spagna il nome che volevo usare, un segno di riconoscimento per mio papà, della mia famiglia.

Come spesso hai raccontato è grazie  alla tua famiglia, che ti ha supportato negli anni della gavetta, che oggi possiamo ripercorrere tutti questi tuoi successi.

Assolutamente! Anzi sono sempre stati loro a crederci più di quanto non lo facessi io! Mio padre amava sentirmi cantare e mi diceva sempre che sarei diventata una cantante affermata, io rispondevo sempre con un “ma va là…”. Era lui il vero sognatore….come ti dicevo il nome Spagna l’ho scelto proprio per questi motivi. La famiglia è importante, non avevamo molti soldi ma ci bastavamo noi quattro per darci la forza di andare avanti.

Rimanendo in tema di famiglia, non possiamo non parlare di tuo fratello Theo, che ho avuto il piacere di incontrare in un paio di occasioni e devo dire essere una persona squisita. Lui è una figura fondamentale per la tua carriera…ma bisogna dargli una tirannia d’orecchi: non ti ha dato The Rhythm Of The Night!

Schermata 03-2456735 alle 20.21.32

Ahahah questo si! Ma sai in quegli anni io stavo vivendo negli Stati Uniti e quindi ognuno di noi, come ti dicevo prima, aveva preso anche altre strade professionali e lui realizzava anche altre produzioni. Quando ho scoperto che  quella canzone che sentivo alla radio l’aveva fatta lui effettivamente una tiratina d’orecchi gliela avrei voluta dare!

In un certo senso te ne sei riappropriata! Ormai la canti sempre nei tuoi concerti!

 

Ahahah Perché è una canzone bellissima e mi diverte molto! Ma alla fine è stata solo colpa mia perché ero stata io ad andarmene dall’Italia.

Una curiosità che in pochi sanno è che tu sei stata la prima artista ad aver inciso Mamy Blue e che quindi tutte le versioni, anche famosissime, che ci sono state negli anni sono in realtà cover di una tua canzone!

 

E’ vero! Hubert Giraud, che era l’autore di Dalidà, era venuto in Italia poiché era amico dell’editore della mia casa discografica il quale voleva che Giraud scrivesse  una canzone per me. La canzone in originale diceva “ho 16 anni (anche se ne avevo solo 15) e son già ferita dalla relatà” tutte le versioni dopo sono diventate “avevo 16 anni…” oppure “quano ero giovane…”. Ricordo che andammo alla Mostra Di Venezia ma io non mi sentivo pronta e iniziai a piangere in macchina. Al ritorno capii che non riuscivo a stare lontano dalla mia famiglia. Quindi dopo un altro 45 giri (Ari Ari scritta da Bruno Lauzi, ndr) decisi di rescindere il contratto. Solo compiuti i 18 anni formai un gruppo con mio fratello che, essendo appunto mio fratello, mi riusciva a dare la sensazione di girare e avere sempre con me la mia famiglia. Poi si unì anche Larry, con il quale iniziò una storia…a quel punto eravamo veramente una grande famiglia!

Come hai capito ho molte curiosità da chiederti. Tra queste c’è la nascita di Gente Come Noi e come è stato l’approccio con la stesura di un brano in italiano dopo anni in cui scrivevi canzoni solo in inglese.

Te lo dico subito: dopo che Elton John mi scelse per fare Il Cerchio Della Vita. mi contattò Baudo per Sanremo; io non avevo mai scritto in italiano e quindi il mio produttore di allora mi disse che mi avrebbe trovato lui il pezzo giusto che   provinai un po’ tutelante e…con un febbrone da cavallo! Quando Pippo la sentì non ne fu entusiasta perché disse che voleva altro da me. Allora il produttore mi propose un altro brano ma io risposi che o l’averi scritta io o a Sanremo non ci sarei andata. Mi misi al pianoforte e  il 90% di Gente come Noi  nacque in una sera. Quando Baudo la sentì disse, soddisfatto, che era esattamente la Spagna che voleva.

Probabilmente era anche la Spagna che anche io volevo, forse dovuto anche al fatto che l’italiano era più immediato  e quindi riuscivo ad entrare meglio nel testo.

Capisco quello che vuoi dire perché in un certo senso anche per me l’inglese era come una protezione; avevo una sorta di paura nello scrivere in italiano perché c’era il pudore soprattutto nei confronti di mia madre. Ricordo infatti che lei mi chiedeva sempre di raccontarle di cosa parlassero le canzoni che stavo scrivendo prima che fossero finite ma, per paura che si rattristasse, le dicevo sempre di aspettare. Lo facevo perché con la musica abbinata le parole diventavano una canzone che rende il tutto una cosa diversa in cui il testo e la musica di equilibrano.

Il tuo Sanremo che mi ha emozionato maggiormente, musicalmente parlando, è stato quando hai portato in gara Con Il Tuo Nome: tuttora ogni volta che l’ascolto ho i brividi.

 

Anche a me piaceva tanto quella canzone, veramente tanto.

Per allaciarmi ad un altro discorso, passo per Valerio Scanu del quale il mio blog si occupa spesso e so essere un nostro amico in comune. Con lui hai duettato un po’ di tempo fa durante il suo primo concerto di Natale. Come è nata quella collaborazione?

A Valerio voglio molto bene. Oltre ad essere un bravo cantante è una persona molto intelligente e poi….amo i suoi cucciolini!!!!

Ahahah allora mi leggi nel pensiero perché io volevo arrivare proprio al tuo amore per gli animali! Tra le altre cose tu sei anche una stilista per gli amici a quattro zampe…

Esatto, con la linea Belli Monelli! Gatti, cane, capre…tutti! Gli animali li amo veramente tutti!

Quindi non possiamo non ricordare la tua gatta storica, Bimba…

Ohhh Bimba! Lei è stata così importante…mi ha salvato la vita nel vero senso della parola…

Visto che sei tu a parlarne, prendo spunto proprio dall’aneddoto  che racconti in Quasi Una Confessione, la tua autobiografia, che riguarda Bimba per poter fare una mia personale riflessione: devo dire che dopo l’uscita di quel libro ti ho visto più serena, come se ti fossi liberata di alcuni spettri del passato.

Cover-libro-Ivana-SPAGNA quasi una confessione copertina

Bravo! Bravo! Hai ragione!

Concludo dicendo che la Laurea Honoris Causa in Scienze Della Comunicazione te la sei meritata tutta: sono pochi che riescono a comunicare le emozioni tramite le proprie canzoni come fai, quindi ne hai una Ad Honorem anche da parte del mio cuore.

Ma grazie!  Sei carino davvero!

Grazie a te, Ivana! spero che la mia emozione nel parlarti non mi abbia fatto risultare troppo impacciato!

Sei stato assolutamente perfetto! Io ringrazio te e mando un saluto ai tuoi lettori, a Valerio e… i suoi adorabili cucciolini!

L’intervista finisce qui. Spero che sia stata per voi una bella lettura come è stat per me un’esperienza emozionante. Ivana Spagna si conferma una persona dalla sensibilità unica e con il senso della vita che dovrebbe essere di ispirazione a molti.

The Magic of love è disponibile su iTunes clccando qui.

A VOLTE RITORNANO… SIA – CHANDELIER

sia chandelier cover copertina

 

Sia è probabilmente una delle autrici più prolifiche degli ultimi anni. A lei infatti dobbiamo canzoni belle come Diamonds (Rihanna) e Titanius (David Guetta) ma ha praticamente scritto canzoni per tutti (Christina Aguilera, Eminem, Flo Rida, Afrojack, Jennifer Lopez, Shakira, Lea Michele, Kylie Minogue, Leona Lewis, Hilltop Hoods, Katy Perry, Ke$ha, Rita Ora, Britney Spears, Jessie J, Oh Land, Celine Dion, etc) godendosi il successo ma non cercando mai la fama che, pare, le metta ansia.

Non sorprende quindi che il suo ritorno ufficiale sia a quattro anni di distanza dal precedente album We Are Born del 2010.

Chadelier è una bellissima canzone che richiama un po’ Diamonds… e questo è un bel complimento. Aspettando l’album con la certezza che ci saranno vere e proprio perle musical all’interno.

Dopo quasi

 

ANNA TATANGELO – SENZA DIRE CHE : ASCOLTA IL NUOVO SINGOLO

anna tatangelo senza dire che copertina coverAnna Tatangelo sembra andarci molto cauta con il suo ritorno e scegliere accuratamente le sfaccettature con le quali decide di riproporsi al mercato discografico.

Dopo l’esperienza Coconuda/ Occhio x Occhio -vincitrice morale degli ultimi due festival di Sanremo- eccola tornare con un brano più in stile Tatangelo ma con un quid di radio friendly in più grazie anche all’ausilio di Kekko dei Modà che firma il brano.

Un ritorno gradevole che non mancherà di farsi strada nelle frequenze della vostra autoradio e che forse conquisterà qualche fan in più o dovrà dare comunque del filo da torciere a tutti i detrattori che pensano più alla sua vita privata che a quella musicale.

Bentornata Anna. Aspetto l’album con curiosità cercando di conoscere gli anelli di congiunzione tra Occhio X Occhio e questa Senza Dire Che.

Senza Dire Che è disponibile da oggi su iTunes cliccando qui.

PS. se volete approfondire il mio Tatangelo-pensiero vi rimando qui.
anna tatangelo senza dire che copertina cover

A VOLTE RITORNANO… (IVANA) SPAGNA – THE MAGIC OF LOVE

IVANA SPAGNA THE MAGIC OF LOVE COVER COPERTINA

Per chi come me è nato negli anni 70 ma è cresciuto e vissuto gli anni della spensieratezza negli anni 80 e 90, Ivana Spagna è sicuramente una figura musicale di riferimento o quanto meno di grande impatto.

Com due fasi artistiche ben distinte, la prima in tipico stile Italo Disco fino al 1994 e la seconda caratterizzata dalla melodia italiana e dai vari Sanremo.

Negli ultimi anni Spagna ha sicuramente mantenuto un profilo ben distinto ma i grandi successi discografici sono stati (ingiustamente) inferiori a quelli degli anni d’oro.

Un paio di anni fa Ivana era tornata con l’album 4 a una produzione interamente in inglese, ma è con questo nuovo singolo, The Magic Of Love, che la cantante veneta torna alle origini, alla dance ma soprattutto con la produzione (lo deduco poiché il singolo esce sotto etichetta Off Limits) di Larry Pignagnoli.

Questo ritorno alle origini è sicuramente, musicalmente parlando, un felice e allegro ritorno. Personalmente lo avrei fatto uscire un paio di mesi dopo per poterne sfruttare a pieno il potenziale estivo. Ma io non mi lamento…

Per vedere il video, in esclusiva su TGCom, basta cliccare qui.

The Magic Of Love sarà disponibile dall’11 marzo

#SANREMO2014 : PAGELLE E RIFLESSIONI PRIMA SERATA

big_sanremo_2014-320x376

Il festival inizia con l’immancabile anteprima quest’anno affidata a Pif. Sfortunatamente ha solo l’odore del solito Pif ma non il coraggio narrativo. Solo un montaggio alla Pif. L’idea di Sanremo & Sanromolo è divertente come un dito in un occhio. Voto: 4

Inizia la kermesse…e se il buongiorno si vede dal mattino: Il sipario non si alza.

Fabio Fazio entra cercando di distogliere l’attenzione sulla disfatta del sipario e cerca di attaccare una pipa sull’Italia, sulla bellezza ma a 15 secondi dall’inizio del suo discorso due uomini si vogliono buttare di sotto dalla balconata cercando l’attenzione del presentatore e dei presenti in sala accusando lo stato di non aiutarli. Fazio fa quello che può…i due vengono fatti rientrare. Tutto già visto, ma del resto avevano detto che quest’anno avrebbero ricordato i 60 anni di TV e quale miglior modo di un momento celebrativo dei festival di Baudo?

suicidio

Per l’inizio vero e proprio della gara bisogna aspettare ancora un po’, Fazio ricorda che il 18 febbraio sarebbe stato il compleanno di Fabrizio De Andrè e con una stupenda Dori Ghezzi introducono Ligabue che canta Creuza De Mar. A me non hanno mai entusiasmano ne Ligabue ne De Andrè… e non ho iniziato ieri sera a farlo. (Voto: 5)

Il momento dell’entrata di Luciana Littizzetto è con balletto, scale etc un po’ come si faceva una volta. Sfortunatamente il senso di tutto è fare la bruttona simpatica che si presta alla prima serata e che s toglie lo sfizio di fare la showgirl. Successivamente la consueta lettera a Sanremo. Tutto già visto. Tutto già sentito. Un tempo la  Littizzetto era per me un mito assoluto, ormai mi sembra essere diventata solo la caricatura di se stessa. (Voto: 5)

Finalmente inizia la gara.

Primo ascolto: Arisa – Lentamente:

Scritta tra le altre da Cristina Donà. Cerca disperatamente la formula di La Notte. Fallisce. voto 6

Primo ascolto: Arisa – Controvento:

Gia meglio…ma lontani anni luce dalla Arisa in gran forma di due anni fa. voto 6,5

arisa

Tito Stagno elegge Controvento come canzone che parteciperà ufficialmente a Sanremo 2014

Riassumendo: Arisa un po’ una delusione.

Si continua con la gara.

Primo ascolto: Frankie Hi-Nrg – Un uomo è vivo:

Bruttissima canzone e non ho altro da aggiungere. Voto 2

Primo ascolto: Frankie Hi-Nrg – Pedala

Meglio dell’altra (ci voleva poco) ma mia madre riassume il tutto molto bene: “questo non lo sopporto”. Voto 4,5

frankie hi-eng

Francesca Dallapé  insieme a Tania Cagnotto eleggono Pedala come la canzone più telefonata.

Riassumendo: Frankie Hi-Nrg, un posto rubato alle Lollipop!

MOMENTO LETIZIA CASTA CHE RIASSUMO CON UN SECCO “NO GRAZIE”. Voto: 3

Dopo un’estenuante mezz’ora di spettacolo discutibile finalmente torniamo alla gara con un gradito ritorno.

Primo ascolto Antonella Ruggiero – Quando balliamo

Canzone troppo delicata per un festival fin troppo lento. voto: 5,5

Primo ascolto Antonella Ruggiero Da Lontano

Più orecchiabile ma lontano dai fasti della migliore Ruggero. voto 6 (confidando nella versione da disco)

antonella ruggero

Amaurys Perèz (bono come sempre) elegge Da Lontano

Riassumendo: Antonella Ruggero potrebbe tornare nei Matia Bazar…tutto è perdonato.

Continuando con la gara, una delle presenze che più mi incuriosiva per questo Sanremo 2014

Primo ascolto Raphael Gualazzi & The Bloody Beetroots – Tanto ci sei 

Che dire? mi aspettavo qualcosa di più energico. voto: 5,5

Primo ascolto Raphael Gualazzi & Bloody – Liberi o no 

Ecco, questo era quello che mi aspettavo! voto: 7,5

rapahel gaulazzi

Qualcuno che parla di scienza dichiara, fortunatamente, Liberi O No come canzone vincitrice del televoto.

Riassumendo: tutto si può dire a Gualazzi tranne che non gli piaccia mettere in gioco con la contaminazione

musicale.

Arriva lei…la vera e unica regina incontrastata della nostra TV: Santa Raffa, in arte Raffaella Carrà: si esibisce in un fantastico playback – caciottaro come solo le dive di una volta sanno e possono fare – in due brani del suo ultimo album, Replay: Fun Fun Fun / Cha Cha Ciao (scritta da Gianna Nannini). Finalmente la gente i anima e i sorrisi iniziano a farsi vedere. Santa Raffa è stata al gioco, con una Littizzetto questa volta in grande forma con un tributo al caschetto biondo più amato della TV.

Bgyvs45IMAAy6SO

La signora Pelloni si congeda dal pubblico regalandoci uno dei suoi più grandi successi spesso non ricordato come meriterebbe: Fatalità.

Si torna alla gara e giusto per essere sicuri che il sentimento gioioso dello spettatore non durasse più di 15 minuti…

Primo ascolto Cristiano De Andrè –  Invisibili

Testo bellissimo, ma la musica mi ricordava troppo l’intro di Vorrei Incontrarti Fra Cent’Anni di Ron & Tosca  (che a sua volta mi ricordava More Than Words degli Extreme). Non amo la sua voce…quindi mi risulta tutto un po’ ostico per i miei gusti personali voto: 5

Primo ascolto Cristiano De Andrè – Il Cielo è vuoto. voto 5

Stesso discorso valido per la prima canzone. voto 5 

cristiano de andrè

Cristiana Capotondi elegge Il Cielo è vuoto…e lui avrebbe preferito Invisibili… saranno le radio e i fans a decidere  chi aveva ragione.

Riassumendo: Un Cristiano De Andrè forse ancora un po’ troppo vittima del mito del padre.

Continua la gara e si cambia completamente genere con il “ma chi sono questi?” di quest’anno

Primo ascolto:  Perturbazione – L’unica. 

Assolutamente fresca, convincente, radiofonica ma non banale. Forse l’unica (non è un gioco di parole voluto) canzone che ha colpito veramente la mia attenzione questa sera. voto: 8,5

Primo ascolto: Perturbazione – L’Italia vista dal bar.

Meno convincente delle prima, più banale…  voto: 5,5

perturbazione

Gramellini con il 73% elegge L’Unica come canzone avente diritto a continuare la gara.

Riassumendo: quando meno te lo aspetti arriva una bella canzone.

Un altro ospite, Cat Stevens. L’allegria regna serena….Era proprio necessario? Voto 5

Ultimo cantante in gara (per i temerari come me che sono arrivati fino a qui).

Primo ascolto: Giusy Ferreri – L’amore possiede il bene. 

Una canzone carina. Nulla di più. voto: 6

Primo ascolto: Giusy Ferreri –Ti porto a cena con me.

A causa della stanchezza (e della noia) forse non sono riuscito ad apprezzarla a pieno, nonostante mi sia piaciuta molto.  voto: 7

Giusy ferreri

Marco Bocci proclama Ti Porto A cena con Me ultima canzone di questa sera che accede alla gara ufficiale.

Riassumendo: La Ferreri è sempre in una ricerca disperata di canzoni. Tiziano Ferro, (ri)pensaci tu?

Riassumendo: La prima puntata di Sanremo 2014…. Il buongiorno si era visto decisamente dal mattino….e quel sipario ha veramente stentato ad alzarsi. Voto: 4,5 

 

INTERVISTA A ROMINA FALCONI : CERTI SOGNI SI REALIZZANO…

romina 1

Di Romina Falconi me ne sono occupato a più riprese sul blog e dopo un lungo e piacevole corteggiamento (perché noi siamo all’antica) alla fine siamo riusciti a concretizzare un’intervista che era nell’aria da molto.

Non scrivo altro per non togliervi il piacere di leggervela da voi stessi :)

Ciaoooooo!!! Come va? Impegnatissima immagino….

Ciao Igor, finalmente! Impegnata ma contenta, è la prima volta in vita mia che mi sento rappresentata dalle mie canzoni. Lavoro con persone che vogliono osare e fare qualcosa di originale, questo momento è perfetto.

Certi Sogni Si Fanno si sta comportando benissimo su iTunes! Ti aspettavi questo riscontro?

romina falconi certi sogni si fanno cover copertina

Assolutamente no. Sono tornata bambina: questo è il mio Natale. L’idea era cercare di non assomigliare a nessuno. Mesi e mesi in studio di registrazione per trovare un “vestito” che mi calzasse bene. Sai, la verità è che io sono la signorina Silvani intrappolata nel corpo di una ragazza platino, non poteva essere facile trovare una soluzione. Se ho deciso solo adesso, dopo sette anni dal debutto, è perché volevo davvero non mentire mai a chi mi avrebbe ascoltato. Dopo tanto lavoro e tante idee, nel momento preciso dell’uscita dell’album a tutto pensi meno che di arrivare nella top di Itunes, voglio dire: siamo orfani di casa discografica per scelta, senza molti  santi in paradiso, siamo folli… Ma apprendo con piacere che siamo ascoltati e che non siamo affatto soli!

Ceri Sogni Si Fanno è il primo di tre EP che usciranno in questo 2014. Sono stati divisi con un criterio ben preciso?

Sì, c’è un criterio in questa divisione. Ho pensato: è meglio curare tutto per bene. Rimanere con i piedi per terra e dare il più possibile con i testi, i video, il look. Ho giocato a fare la fotografa: ogni EP immortala un momento preciso.  In “certi sogni si fanno” esce l’indole(io sono), le cose politicamente scorrette che direbbe una come me. Nel secondo EP le canzoni parleranno di sentimenti, di come si vive quando… (Io desidero), ci saranno situazioni comuni a tutti, questa volta descrivo ciò che mi circonda. Nel terso EP il rischio, (Io oso) sarà l’istinto che viene fuori, oseremo con arrangiamenti e testi particolari, sarà la sfida più accattivante perché userò temi molto noti ma trattati come farebbe appunto una di Torpignattara. In tutti e tre c’è una sincerità radicale. Da me non sentirai mai “cosa sarebbe giusto dire e fare” ma “cosa faccio e dico io che so essere un disastro”

Il primo singolo di questa nuova Romina è Il Mio Prossimo Amore. Come è nata questa canzone? E come mai proprio questa è stata scelta come singolo di lancio?

Il mio prossimo amore è nato grazie alla sindrome da infermierina che è dentro di me da anni (e che sto abbattendo piano piano)e a quel caterpillar sentimentale del mio ex.  Sapevo di uscire poco prima di San Valentino (l’unico San Valentino che seguo si chiama GARAVANI e nella vita fa lo stilista) come facevo a non uscire con Il mio prossimo amore? A volte certe canzoni si fanno notare da sé…

Quando chiamai l’anno scorso ad Xtra Factor criticai Morgan per aver voluto stravolgere troppo il tuo io artistico ma allo stesso tempo credo ti abbia aperto a nuove idee sonore… cosa hai tenuto e cosa non hai hai esitato a lasciare di quei consigli?

Morgan mi ha insegnato che quando si osa non bisogna darsi troppi limiti, mi disse “voglio farti sperimentare”. Sai, X Factor è stata una bella esperienza ma non è un mondo reale, è come andare per un po’ all’isola che non c’è. Non può essere la chiave di tutto un posto che ti vede entrare come un pidocchietto e dopo un mese ti vede uscire con persone intorno che ti chiedono autografi! E’ un programma televisivo, non è lo studio 54 di Andy Warhol. Se ti si allineano i pianeti ok, ma se non va come avresti desiderato usala come esperienza e rimboccati le maniche perché i sacrifici da fare per la musica sono tutt’altro.

Parlando di Morgan, gli hai fatto sentire le nuove canzoni?

Non l’ho più sentito. Credo che se un giorno dovessi rincontrarlo lui sarebbe contento come me ma non sono una persona che cerca consensi dai mentori, non mi piace chiedere aiuto, so che è impegnato. L’unica persona a cui ho voluto far sentire tutto prima degli altri è stato Immanuel ma con lui c’è anche più complicità.

Cosa ti rimane di X factor? Lo rifaresti?

Lo rifarei ma non mi rifarei più “tosare”: quel taglio di capelli all’inizio mi è piaciuto tantissimo, poi quando i capelli sono cresciuti un po’ mi svegliavo con la testa come un ananas! Lo rifarei con lo stesso spirito, senza credere di cambiare chissà che cosa. Arisa, dolcissima, quando mi incontrava nel loft mi diceva: ”tu hai fatto più gavetta, sul palco sei una cosa e fuori un’altra, quando non sei sul palco devi apparire più sicura di te!” ma il punto è che una come me non riuscirebbe ad essere sicura di sé neanche dopo diciotto grappini e appena uscita dall’estetista; quando canto invece sembro un’altra: mi libero dal superfluo, non ho più timori. Mi fanno un po’ paura quelli sempre sicuri di se’. Mi hanno insegnato a non dare per scontato nulla.

Come ti dissi in quell’occasione, ti seguo dai tempi di Myspace (abitavo a Londra al tempo) quando un nostro amico in comune mi disse “Ascolta questa ragazza, l’amerai”. La canzone era Un Attimo. Con la frase “se non mi preghi non te la do” avevi vinto….

Grazie! Pensa un po’ “Un attimo” doveva essere una ghost track, una ciliegina sulla torta…

Sei andata in tour mondiale con Ramazzotti: che ricordi hai? Com’è lavorare con Eros?

Ero a casa, parcheggiata per via di un contratto orrendo. Lui è stato l’unico che mi ha fatto lavorare quel periodo, sia sul piano professionale che sul piano umano devo tantissimo ad Eros. Nonostante trent’anni di carriera e fama, è rimasto un ragazzo buono e lucido. Con lui parlo solo in dialetto romano, sapeva che non ero una corista professionista ma mi ha detto: “con la volontà imparerai”, crede nei giovani e non è da tutti. Ha capito l’essenza della mia follia e si divertiva a farmi gli scherzi. E’ bello avere Maestri che ti accettano così come sei e ci sono nonostante tutto.

Per la serie “nu se famo mai mancà nulla” hai prestato al voce anche ad un brano di Nesli. L0impressione è tutti tranne chi avrebbe dovuto ha creduto in te in questi anni….

Anche Nesli è stato un compagno di viaggio che mi ha insegnato tantissimo, in quegli anni faceva rap. E’ stato bello conoscere quel mondo così diverso dal mio! C’è un altro aneddoto: tre anni dopo, per il disco di Entics mi chiedono di fare un featuring (il brano è Il Mio Mixtape: Entics, Fabri Fibra ed io), arrivo in studio convinta di fare una parte cantata e Fibra mi dice: ”In questa canzone mi piacerebbe farti rappare”. Ed io: ”COOOSA? E chi ce l’ha il coraggio di rappare di fronte a voi?” poi è andata ma puoi immaginare che sorpresa!

Qualche mese fa ho intervistato Immanuel oltre ad avere solo belle parole per te aveva anticipato il duetto su Freak & Chic. Come vi siete incontrati? Come è nata la vostra collaborazione? Farà questa volta lui un’apparizione in uno dei tuoi EP?

Doveva uscire con Crash, è nata una collaborazione fantastica. In studio sono abbastanza veloce ma ricordo che quel giorno ci ho messo tanto a registrare le voci perché non la smettevo di ridere. Il bello di lavorare con personaggi tanto creativi e pronti a sperimentare cose nuove è proprio questo: il divertimento è assicurato. Quell’uomo ha un’intelligenza fuori dal comune, è unico ed il mio sogno è averlo nel mio prossimo ep. L’unico featuring che farei è con lui. Ho sempre amato le persone coraggiose.

Certo che su si te si può dire tutto tranne che che “una ex di un talent senza gavetta”. 

Di solito talent e gavetta non vanno insieme. Io non credevo neanche che mi pigliassero, il programma televisivo in se tende a dare luce soprattutto a quelli che io chiamo rispettosamente “fogli bianchi- territori inesplorati”, è come plasmare qualcosa dall’inizio. A me fa ancora strano essere arrivata fino a metà percorso. Non so descrivermi bene, l’unica cosa che so è che ho un modo tutto mio di vedere il mondo lì fuori, e un modo tutto mio per descriverlo. Tanti odiano i talent ma pensandoci bene un giovane oggi che altro può fare per mettersi in gioco? E’ come Sanremo, tutti criticano ma poi tutti ci andrebbero supervolentieri.

Ho letto sulla tua bio che il primo ad averti notato è stato Gigi Sabani. Che ricordo hai di lui? Di quell’esperienza?

gigisabani

Una volta ho cantato in un evento benefico e lui era uno degli ospiti d’onore. Lavorava molto e lo faceva nel modo giusto. Stava organizzando il suo tour, trovò interessante, tra una pausa e l’altra del suo show, inserire un intervento musicale. Io ed un altro ragazzo partimmo con lui in tournée. Ho dei ricordi bellissimi di Sabani.

Recentemente sei stata al Muccassassina, dove tornerai il 4 Marzo come special guest nella serata del Martedì Grasso. Come ti ha accolto il modo gayo? 

Schermata 02-2456707 alle 19.05.31

Devo dire che il Muccassassina mi ha sempre accolto a braccia aperte dai tempi di Sanremo, lo scorso venerdì io e l’organizzazione abbiamo pensato di fare un piccolo show a sopresa. Il mucca mi ha adottata e sarà bello cantare ancora lì. Non si dimentica mai chi ti fa del bene!

Visto che in questi giorni siamo in tema, come ti immagini il tuo prossimo Sanremo? E, se chiudi gli occhi e pensi a quel palco….che sentimento prevale?

Sanremo è immenso! Ricordo tutto come fosse ieri. Lo rifarei ma questa volta con il team che ho: Filippo Fornaciari che produce le mie canzoni, Jacopo Levantaci, il mio manager (che brutta parola manager, non trovi?) il mio migliore amico, ed i ragazzi che mi aiutano a spargere la voce come io non saprei mai fare (Parle&Dintorni, OneApp e Ma9promotion), con loro mi confronto su tutto, i video , le foto, i testi, le idee…

Ora ti saluto…e mi aspetto un video saluto su Instragram! :)

Sarai il mio prossimo #salutiachimivuolebene da instagram! Promesso!

Grazie Igor! Sei sempre il top! (La ragazza ha buon gusto, ndr)

Potete acquistare Certo Sogni Si Fanno su iTunes cliccando qui: https://itunes.apple.com/it/album/certi-sogni-si-fanno-ep/id799594089

Potete seguire Romina su Facebook cliccando qui, Twitter qui, Instagram qui e ovviamente il suo sito www.rominafalconi.it

L’EP è anche disponibile su Spotify

 

BUONGIORNO CON… LILY ALLEN – AIR BALLOON (NUOVO VIDEO)

Immagine

Ma quanto mi piace Lily Allen?! Tanto…ma tanto. Questa Air Baloon è meno in incisiva (almeno nella mia testa) del precedente Hard Out Here… ma funziona comunque benissimo ed è un perfetto ponte d’attesa per  nuovo album di prossima uscita.

P.s. il suo inglese e la sua pronuncia mi fanno impazzire eheheh

STEFANIA ORLANDO – LEGAMI AL LETTO: ANTEPRIMA NUOVO SINGOLO

STEFANIA ORLANDO

Quando l’altra sera Stefania ha organizzato una tombolata/ Karaokata per me l’importante era andare prima per riuscire a sentire il demo di Legami Al Letto che, causa mia malattia, erano giorni che volevo sentire.

Appena parte l’intero m’illumino e penso tra me e me “mmm già mi immagino in palestra con questa a bomba nelle orecchie”.

L’atmosfera è elctro-pop dall’odore dubstep con inevitabili melodie della più classica melodia italiana.

Io amo Stefania Orlando cantante, ne amo la sua voce e l’abilità autoriali, ma questo non è perché è una mia amica ma anzi, se non fosse stato per la passione per la sua musica forse non saremmo diventati neanche amici… e credetemi che vi dico che questa è destinata ad essere la mia seconda canzone preferita dell’Orlando (A Troia è A Troia).

Ovviamente io non son qui a cercare di convincere nessuno, nello stesso modo in cui Stefania non scrive canzoni per nessuno se non per se stessa… e questo sicuramente è uno dei motivi per il quale amo questa donna in tutte le sue sfaccettature.

Intanto che la ditta Orlando-Gianlorenzi (il fida(nza)to Gianlorenzi….) finiscono il tutto….abbeccatevi l’anteprima dell’intro.

A VOLTE RITORNANO…. KYLIE MINOGUE – INTO THE BLUE

kylieintotheblue

 

Ieri Kylie ha lasciato intendere su Twitter che Into The Blue sarà il titolo del suo comeback.

Io spero in un ritorno in grande stile poiché Kylie per me è sempre Kylie.

Negli anni che vanno dal 1987 a circa il 2008 è stata, insieme alla sorella Dannii per alcuni anni, la mia cantante preferita collezionandola in modo maniacale tanto da farmi ritrovare a casa anni fa11 differenti versioni del suo CD Fever.  Poi la passione per lei è andata scemando un po’ sia perché i suoi album iniziavano a non corrispondere ai miei gusti sia perché per anni Kylie è stata legata a ricordi d’amore che a volte è difficile affrontare.

Detto ciò, ultimamente sto riascoltando tanto Miss Minogue (non senza lacrime) e sono pronto, prontissimo, a un ritorno in grande stile della grande KYLIE!

Welcome back Miss Minogue.

ANNO NUOVO, LOOK NUOVO. BUON 2014 A TUTTI NOI.

1546013_10151934619931156_1952215493_n.jpg

“Anno nuovo vita nuova” è un detto che mi è sempre piaciuto, non perché alla mezzanotte di capodanno uno debba attivare il pilota automatico del sorriso, ma perché ogni tanto è bello fermarsi, riflettere mettere su un sorriso per affrontare quello che ci aspetta. Capodanno simbolicamente mi sembra una data azzeccata (come lo è il compleanno…).

Il 2013 è stato un anno abbastanza soddisfacente ma che ha portato anche le sue belle delusioni alcune evitabili da parte mia e altre inevitabili da parte della vita.

Un anno sicuramente superiore alla media degli ultimi anni in cui mi sono riscoperto e mi sono rimesso in gioco…e sento che in realtà è stato solo un anno di prova.

Il 2014 lo prendo così, con un sorriso…dal sapore retrò.

E anche il mio blog inizierò a prendere quella piega; leggerete e vedrete più di me e del mio mondo, delle cose che faccio, che ho fatto e magari condividerò con voi qualche mio sogno (impossibile). Sicuramente continuerete a vedere i miei amici, la musica che amo e tutto quello che mi viene in mente,

Continuerete a non leggere cose negative contro niente e nessuno perché a me del click facile non interessa un granché…con questo blog non ci guadagno da vivere e mi piace aver creato una piccola (ma sempre in crescita) di comunità fatta di belle e civili persone.

Che dire di più? ah si….fatemi sapere se vi piace questo look invernale del sito!!

Quindi niente oroscopi, niente numeri, niente autocelebrazioni…ma solo un gran bel sorriso per questo 2014 tutto da scoprire.

Buon anno a tutti noi.

ps. foto scaramantiche di Capodanno :)))

IT’S XMAS DAY: IL NATALE SECONDO VALERIO SCANU. RACCONTO DI UNA SERATA SPECIALE.

1476759_10151918975236156_117033201_n

Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi. E’ da questo proverbio che voglio iniziare il mio nuovo capitolo sulla Scanu Experience. Il 15 dicembre 2013 si è infatti tenuto a Roma al Parco Della Musica concerto di Natale di Valerio Scanu It’s Xmas Day.

Mi sembrano passati molto più di 9 mesi da quando a fine marzo andai a vedere Valerio in concerto per la prima volta (sempre all’Auditorium ma con un setting completamente differente) e questo sicuramente è da attribuire soprattutto ai fans di Valerio che da subito hanno saputo accogliere il mio modo di raccontare le cose che vedo in modo entusiastico. Quando intervistai Valerio decisi di intitolare l‘intervista “la mia forza sono i miei fans” proprio grazie a questo entusiasmo che sempre circonda Valerio e qualsiasi avventura intraprenda.

In questi mesi una bella amicizia è nata con Valerio, molto schietta, molto vera senza troppi giri di parole e con tante risate…e fin troppe magnate!

E da qui riprendo il collegamento al proverbio iniziale; nonostante abbia avuto una ben documentata febbre e le condizioni della mia voce fossero pressoché inesistenti, non potevo mancare a questo concerto…sarebbe stato come non andare al pranzo di Natale con i parenti! E si sa, se stai male al pranzo di Natale ci vai comunque e al massimo ti mangi solo un po’ di pastina con il brodo di pollo, in questo caso invece di cantare ho fatto dell’ottimo playback! ;) Chiudo questa introduzione con una foto di questa famiglia che mi ha adottato a braccia aperte (queste sono le foto in cui alcuni di voi mi hanno taggato si FB) ;)

Ovviamente anche un enorme saluto a tutti quelli che non sono nella foto qui sotto e ai vincitori del concorso…gente squisita che mi ha regalato un enorme emozione nel vedere la loro felicità nel ricevere i biglietti in regalo.

1525739_10151918707551156_253525054_n

Ma torniamo a noi e torniamo a fare le persone serie! L’occasione era il concerto di Valerio Scanu e come ogni padrone di casa che si rispetta  ci ha deliziato con un ottimo pranzo di Natale!

Valerio si è presentato sul palco con un look che ricordava molto l’Ivana Spagna dei tempi di Easy Lady/Call me ma che nei giochi di colori e forme riprendeva molto il “gigantesco e sobrio” (cit) albero di Natale alle spalle di Valerio e della sua band ideato dal giovane artista Manuel Barbieri.

IMG_9105

Sono tante le cose che mi hanno colpito di questo concerto, prima di tutto la scaletta che è stata assolutamente inaspettata e priva di canzoni di Valerio  se non un brano nuovo di zecca inserito nel prossimo album di inediti  in uscita il 28 gennaio. Il brano in questione si intitola Sometimes Love ed è stato scritto (e qui proposta in duetto) da Kykah, ragazza con la quale Valerio aveva fatto i provini ad Amici ma alla quale la sorte aveva assegnato un percorso differente. La canzone è un blues dal sapore un po’ amaro interpretato con grand pathos da entrambi e che, in questa occasione,  ti fa capire come a volte le botte di fortuna sono essenziali…Kykah è veramente brava e mi ha colpito molto quello che ha detto al termine dell’esibizione; la rossa cantante ha infatti ringraziato Valerio sottolineando che non è comune essere chiamati da persone con le quali si è fatto un provino e alle quali è andata meglio di te. Ecco, questo è sicuramente una cosa che mi rende orgoglioso dell’essere suo amico. Valerio ricorda tutto e tutti…nel male e, fortunatamente, anche nel bene.

IMG_9034

Kykah non è stata l’unica ospite di questo It’s Xmas Day, Valerio è stato raggiunto sul palco da molto altri amici; innanzitutto da Antonino con il quale hanno duettato sulle note di When You Believe, duetto nel quale le due voci così differenti si sono sposate benissimo rendendo questo brano ricco di emozioni. Molto divertente anche la chiacchierata tra i due che tra complici battute e frecciatine tra il detto e non detto hanno fatto un’accoppiata perfetta per un incontro di mondo all’apparenza tanto lontani ma al cuore così vicini…

IMG_9016

Un ospite che non conoscevo è la cantante lirica Fei Yue che oltre ad esser molto brava deve essere veramente simpatica e che si è prestata a un divertente momento di scioglilingua cinese che ha divertito molto il pubblico in sala.

Ultimo duetto della serata è stato quello con Lisa con al quale prima ha intonato una parte della canzone simbolo della cantante Caabro-Campana, Sempre, e poi ha cantato la bellissima The Prayer.

IMG_9094

Ma non sarò qui a dirvi quanto è stato bravo Valerio brano per brano, anche perché la scaletta della serata la troverete al termine del post, ma come avevo accennato prima che divagassi tra i duetti, ci sono parecchie cose che mi hanno colpito in questa serata.

Se da una parte abbiamo avuto musica completamente unica e che probabilmente si ripeterà solo nei concerti natalizi di Scanu, dall’altra c’è una splendente forma  artistica in cui si trova il cantante sardo e che prevedo aumentare di giorno in giorno.

Già nel suo Live In Acustico mi aveva colpito molto la sua simpatia e il suo interagire con il pubblico. in questo concerto si supera e si regala completamente ai suoi fans. Quello che si è visto sul palco questa sera è assolutamente e inesorabilmente Valerio al 100% come è lui nella sua vita di tutti i giorni, tra canzoni, imitazioni, sorrisi, irrequieta tranquillità, l’amore per i suoi cani (Immancabili i suoi adorati cagnolini qui rappresentati da Bisonte e Patty che, come tutte le vere dive, fammi i timidini sul palco ma poi a casa……tutta un’altra storia!) le battute al vetriolo, i gesti e le parole d’affetto per gli amici, la sua famiglia sempre presente e mai invadente…It’s Xmas Day è stato il regalo di Natale che Valerio ha fatto a se stesso e a chi lo ama, da vicino e da lontano. Senza filtri, senza vergogne e senza effetti speciali.

Una menzione speciale anche per Daniele Palano che ha messo su il tutto accertandosi che ogni nota, ogni luce, ogni persona, ogni cane e chi più ne ha più ne metta, fosse al posto giusto al momento giusto. E tutto è andato meglio del previsto.

Dal canto mio non posso che continuare a ringraziare il trattamento sempre speciale che ricevo quotidianamente…e non posso che lasciarvi alla puntata speciale del VBlog su questo irripetibile concerto.

Confidando nell’appuntamento per il 2014…  Buon It’s Xmas Day.

It’s Xmas Day – La scaletta

  1. Open Arms
  2. Then You Look At Me
  3. Heal The World
  4. Reflection/ Someday/ Go The Distance
  5. Il Cerchio Della Vita
  6. In Fondo Al Mar/ I Colori Del Vento/ E’ Una Realtà/ L’Amore E’ Nell’Aria Stasera
  7. When You Believe (con Antonino)
  8. Sometimes Love (con Kykah)
  9. The First Noel
  10. Have Yourself A Merry Little Xmas
  11. Oh Holy Night
  12. O Come All Ye Faithful (con Fei Yue)
  13. Silent Night
  14. Ave Maria
  15. Sempre (con Lisa)
  16. The Prayer (con Lisa)
  17. Hark The Herold Angels Sing
  18. Happy Xmas (War is over)
  19. Santa Claus Is Coming To Town
  20. Let It Be
  21. Joy Full Joy
  22. The Power Of Dream
  23. I Will Follow Him

PS un grazie di cuore ami miei amici di sempre che sono venuti con me…vi voglio bene.

#VALERIOSCANUITSXMASDAY…AND THE WINNER IS: Ecco chi vince i biglietti per il concerto di Valerio Scanu

482424_10151715629667015_117543890_n

La settimana scorsa ho indetto un concorso  che permetteva di vincere DUE biglietti per il concerto che Valerio Scanu terrà domenica 15 dicembre all’Auditorium Parco Della Musica di Roma.

Ho quindi selezionato il vincitore:

Schermata 12-2456637 alle 21.47.22

Ci tengo a dare anche le mie motivazioni: Non mi piace girarci intorno ma sicuramente far felice con un gesto una persona disabile mi sembra il minimo che io possa fare a Natale. Ma Oltre “al politicamente corretto” ho apprezzato molto il modo in cui Jany si è posta.

Quindi Jany…CI VEDIAMO DOMENICA! (verrai contattata per le info su come ritirare il biglietto).

Ma ho anche una sorpresa per voi….che mi rende molto contento di questo rapporto che si è creato con L’Armata Scanu e tutti i gruppi di fans di Valerio. Ieri ricevo questo messaggio su Facebook:

Ciao Igor

Scusa il disturbo ma volevo dirti una cosa a proposito del tuo concorso con in premio due biglietti per il concerto di Valerio (a cui ovviamente sarò presente). Ho letto tra le persone che hanno partecipato, più di una che hanno espresso il desiderio di esserci ma che non possono farlo perchè il biglietto gli risulta economicamente troppo oneroso. Poichè una mia amica ha dovuto rinunciare all’ultimo minuto, io ho un biglietto in più. Mi piacerebbe regalarlo ad una di queste persone (è un mio desiderio personale …). Se per te va bene, io lo darei a te e tu lo giri ad uno dei partecipanti al concorso che non se lo può permettere e che non sarà tra i vincitori del concorso da te indetto. (….) mi piacerebbe che qualcuno che desidera ascoltare Valerio, avesse questo regalo di Natale. NON voglio comparire in alcun modo e con nessuno, nemmeno con l’assegnatario del biglietto. Io il biglietto lo dò a te e tu lo dai a chi ritieni. Ti va l’idea? Grazie e un bacio.

E con grande piacere che quindi regalo questo biglietto alla persona che  più in assoluto ha dimostrato di volerlo, cercando in tutti i modi di rientrare nelle regole del gioco (anche a discapito dell’italiano!!!!)… lui ha strappato un sorriso a me e io voglio regalare un sorriso a lui:

Schermata 12-2456637 alle 21.56.58Schermata 12-2456637 alle 21.57.37

Luca se gentilmente mi puoi contattare su Facebook così ci accordiamo per il biglietto?

MA LE SORPRESE NON FINISCONO QUI:

Sono in grado di regalare altri due biglietti in accordo con lo staff di Valerio… e questi due biglietti vanno a lui:

Schermata 12-2456637 alle 22.08.43

Martin anche a te chiedo di contattarmi su Facebook il prima possibile.

Ragazzi vi ringrazio della partecipazione… mi spiace per tutti quelli che non hanno vinto…ma credetemi, li avrei regalati a tutti perché siete stati tutti supersimpatici!

Un abbraccio….ci vediamo domenica e mi raccomando: se mi vedete venite a salutarmi!!!! Io sono bionda dentro e sicuramente non riconoscerò quasi nessuno e, diciamolo, avete tutti la stessa foto profilo!!!!!!!!!! :))))

Vi lascio con il #VBLOG10 in cui possiamo gustarci le prove di Valerio per questo concerto TOOOOOP! ;)

concerto-natale13