Archivi tag: Ambra Angiolini

INTERVISTA A PAMELA PETRAROLO : NON E’ LA RAI E ALTRE STORIE.

Volente o nolente, negli anni 90 il fenomeno Non E’ La Rai era sulla bocca di tutti…e chi, come e lo seguiva in modo maniacale aveva le sue preferite tanto da litigare anche con gli amici su chi delle ragazze fosse meglio e perché. Un annetto fa ho incontrato Pamela, una delle ragazze più in vista al tempo, e il mio cuore di ragazzo ha iniziato a battere fortissimo. Cè stato un amore a prima vista tra di noi (credo che a lei con i gay sorridenti e amanti di Non E’ La Rai succeda spesso…lol) e da lì a 24 ore eravamo amici su qualsiasi social esistenti. 

Chi segue il blog sa che da un annetto a questa parte ho un po’ modificato le mie intenzioni e lo uso solo ime mezzo di svago, divertimento e riflessione…e, perché no, pazzeggio. Ma una cosa amo da impazzire fare: le interviste….quindi non potevo non chiedere a Pamela di essere bitta di “un milione di domande” (cit sua), cercando di non raccontare il solito ovvio che le si chiede me di fare un’intervista un po’ da Nerd ossessionato. Ecco il risultato. Spero vi divertiate a leggerla come io mi son divertito a concepirla.

Signore e Signori, ecco a voi 

pa pa pa pamela

Ciao Pamela,

prima di tutto grazie per aver accettato questa intervista. Frequentandoti nei social mi sembri una donna di quelle che piacciono a me: solare e saggia.

Non posso iniziare questa mia intervista se non dall’ovvio: Angelica! Congratulazioni! Non vedo l’ora di vedere la bellezza di questa bambina! Come stai vivendo questa gravidanza? Che differenze sta riscontrando rispetto alla prima? 

Questa gravidanza è uno stato di grazia per me…avere la seconda bambina “Angelica” dopo 11 anni dalla prima “Alice” mi ha reso più consapevole e meno ansiosa

Non ho potuto fare a meno di notare che come nome hai scelto quello del personaggio interpretato dalla tua primogenita Alice in Incompresa, opera prima come regista di Asia Argento. Coincidenza?

Il nome “Angelica ” lo ha scelto Alice com’era giusto che fosse..pura casualità

Tua figlia Alice vuole continuare la sua avventura nel mondo dello spettacolo? Se si, che consigli le dai?

alice

 

Alice ama recitare cantare e ballare non so quale sarà il suo futuro Artistico..l’importante è che decida di testa sua e se alla fine vorrà fare il veterinario come dice lei ben venga

Seguendoti suoi social l’idea che mi sono fatto di Pamela adulta è quella di una donna dai valori forti e sinceri e dalle opinioni ben definite. Prendiamo ad esempio lo stupendo video sulle Sentinelle in cui risulti chiaramente una paladina dei diritti gay e della libertà d’amore in generale. Sono curioso di sapere, se possibile, come sei diventata così attaccata alla questione LGTB? 

 

Io Amo l’amore universale e detesto chi giudica a prescindere …l’amore non ha Sesso l’amore è un sentimento talmente grande che va lasciato libero di andare dove vuole…io credo nei diritti…in quei diritti che ci rendono uguali senza pecette senza differenze…ognuno di noi è libero di scegliere come vuole la propria vita…capisco che noi come paese ancora non siamo pronti per l’adozione gay perché sarebbe veramente complicato per le nuove generazioni gestire un cambiamento così grande ma possiamo migliorare possiamo cambiare…se vogliamo!!! Chissà se nel tempo ci sia questa accettazione da parte di tutti…chissà !!!

Rimanendo in tema gay, ma decisamente in toni più leggeri, come saprai molti fans di Non è La Rai appartengono proprio al mondo GLBT. Come mai secondo te quel programma si avvicinava così tanto al mondo gay?

non e la rai cd

 

Molti gay sono dei veri fans del programma anni 90’…sai non so darti una risposta precisa…però secondo me quel programma è stato un po un segnale di libertà di qualcosa anche nel mondo della tv che stava cambiando!!!

Sei molto attiva sui social.. ma qualche anno fa decidesti di cancellarti. Cosa ti spinse a prendere quella decisione e cosa ti ha spinto a tornare?

Mi diverte essere sui social e condividere con le persone che Amo e che mi stimano un po’ della mia Vita…delle volte noi riusciamo a regalare un sorriso a chi sta passando un momento particolare della propria vita e ti assicuro che se basta così poco allora: Viva i Social. Decisi di allontanarmi per un po’ perché volevo disintossicarmi🙈tutto qui

Quando, alla presentazione del libro di Selvaggia Lucarelli qui a Roma, ci siamo conosciuti la prima cosa che ti ho detto, con occhi a cuore, è che Difendimi dal tuo secondo album Niente D’Importante, è una delle mie canzoni italiane preferite di sempre. Che effetto ti fa quando la gente si approccia con questo tipo di complimenti? 

Non è la Rai mi ha regalato due album meravigliosi…con degli inediti scritti dai “Migliacci” autori straordinari che tengo e porterò sempre nel mio cuore …Difendimi e Niente Di Importante sono due pezzi meravigliosi che ancora oggi a San Remo sarebbero perfetti….mi fa molto piacere avvicinarmi a chi mi ricorda quegli anni di un’adolescenza Magica…sembrava veramente di vivere un musical …è stato tutto unico!

Durante Non è La Rai hai inciso due album, Io non vivo senza te e Ninete d0importante. Il nerd che è in me ha notato anche questo: la canzone che da il titolo al primo album è una cover di Raffaella Carrà mentre la seconda è stata coverizzata proprio dalla Raffa Nazionale in seguito. Una soddisfazione non da poco….

Io che canto Io non vivo senza te della mitica Raffa e Raffa che canta niente di importante della mitica Pamela che dire connubio miracoloso perfetto.

Finito Non è La Rai musicalmente hai inciso solo un altro singolo Tomato De Amor (che io usavo spesso come colonna sonora da corsa quando stavo a Londra). Come mai non hai inciso altro?

 

Tornato De Amor è stato un singolo regalato da un mio amico durante il realty la fattoria del 2006 mi ricordo che arrivava l’estate e quando l’ho ascoltato la prima volta mi ha messo il buon’ umore…un altro singolo devo dirti che ci ho pensato ma non mi è arrivato mai nulla che mi avesse fatto pensare questo pezzo è fatto per me!!! Comunque non demordo mai dire mai…cantare è la mia passione!

Quali sono le ragazze di Non è La Rai che ancora frequenti (oltre ad Emanuela Panatta che salutiamo)?   Schermata 2015-04-10 alle 12.34.55Io frequento la Panatta, la Di Cosimo, la Cecere, la Marinangeli, Ilaria insomma un po tutte…sempre con molto piacere.

Un aneddoto divertente di quei tempi che non hai ancora mai raccontato

Un aneddoto di quegli anni è sicuramente quando durante uno sponsor in piscina con la conduzione della Bonaccorti mi rimane durante uno scambio sott’acqua con Angela il costume impigliato nel motore della piscina e io rimasi completamente come mamma mi ha fatta🙈

Hai fatto un reality, La Fattoria, ne faresti altri? O anche qualcosa come Tale E Quale?

Si La Fattoria esperienza dura ma bagaglio positivo. Mi piacerebbe Tale E Quale, lo vedo perfetto per me…incrociamo le dita

Dalla torre puoi salvarne solo uno: TV, Musica, Teatro, Danza. Cosa salvi?

Salverei la Tv il mio primo Amore

La cucina sembra essere una tua grande passione…hai mai pensato di trasformala in lavoro? 

Si la cucina da sempre da quando sono piccola ha fatto parte della mia vita…guardavo le mie nonne cucinare per ore e la mia mamma grande cuoca mi ha insegnato molto…perché no un programma di cucina ambientato in una disco anni 90′ non sarebbe male come idea

Quando mi inviti a cena? la cena??

Quando vuoi. Casa mia è sempre Aperta…basta suonare…

Grazie di cuore Pamela…. attendo con un sorriso una foto di Angelica… continua così che vai forte!

Un bacio grande.

Grazie e un abbraccio grande a te! 

 

PS BENE A TUTTI I LETTORI:  Se per caso avete la figurina numero 62 dell’album delle Ragazze Di Non E’ La Rai…. me la fareste pervenire così finisco questo benedetto album?! :p

non è la rai figurina 62

Potete seguire Pamela su

Fb: https://www.facebook.com/pages/PAMELA-PETRAROLO/57939421094?fref=ts

Twitter: https://twitter.com/PetraroloPamela

Instagram: https://instagram.com/pamelapetrarolo/

TANTI AUGURI A… AMBRA ANGIOLINI

1911761_10152041171516156_1818773834_n

 

Come spesso scrivo, amo Ambra Angiolini ( qui gli articoli che la riguardano), ed essere riuscito ad incontrarla quest’anno è stato sicuramente uno dei miei momenti preferiti dell’anno fino ad ora…

Non potevo esimermi quindi da augure ad Ambra un buon compleanno…augurandole tanti tanti anni di successi in tutti i campi che vorrà.

Vi lascio con un recente e piacevole intervista a Porta A Porta in cui si ripercorre un po’ tutta la sua carriera cn grandi risate e imbarazzi dell’intervistata.

qui il link. andate direttamente dopo la prima ora di trasmissione <ifrhttp://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-890ac895-ad68-46b2-ac2c-93a9988403ce.html

Tanti auguri Ambra

 

 

 

 

 

 

 

MALDAMORE : RECENSIONE DEL FILM CON AMBRA ANGIOLINI, LUCA ZINGARETTI, LUISA RANIERI…..

1781991_513423022104864_1027060174_n

Ieri sera sono andato a vedere l’anteprima di Maldamore, film diretto da Angelo Longoni con Ambra Angiolini, Luisa Ranieri, Luca Zingaretti, Alessandro Boni, Eugenio Franceschini e con la partecipazione di Claudia Gerini, Ettore Bassi e Maria Grazia Cucinotta che ne è anche produttrice con la sua società di produzione Italian Dreams Factory srl. la distribuzione del film è affidata alla Bolero film.

1898231_10152064624736156_475547721_n

Come sapete, apprezzo particolarmente Ambra e per me è sempre un piacere vedere qualcosa in cui ci sia lei, ma questa mia passione non influenza il giudizio realistico di quello che vedo.

Detto ciò, se dovessi fare una recensione in una sola parola, direi che questo film è Estremamente godibile.

E’ un film corale con tutti i protagonisti in grandissima forma e una trama che incentra un unico grande protagonista: le corna.

)

Ma le corna, come insegna il film, bisogna saperle mettere, saperle fare, saperle confessare e anche accettare.

Ho trovato tutti gli attori, principali e non, in grado di valorizzare il loro personaggio in modo da non renderlo mai macchietta o cliché: Ambra Angiolini perfetta nel ruolo di moglie insoddisfatta, Luca Zingaretti azzeccatissimo come traditore seriale mentre Luisa Ranieri e Alessandro Boni si completano bene come cornificatori/ cornuti. Ma la vera rivelazione del film è senza dubbio Eugenio Franceschini (che già avevo apprezzato in Sapore Di Te dei fratelli Vanzina) perfetto nel ruolo di appassionato del genere Milf.

Una menzione speciale vanno anche a tre attori non protagonisti che rubano la scena durante i loro cameo: la “padrona di casa” Maria Grazia Cucinotta che altro non è che un ricordo di una zia sexy che ha turbato l’immaginario erotico del personaggio interpretato da Zingaretti; Claudia Gerini nella donna piena di problemi (uno tra tutti la vodka) che rimorchia Zingaretti (sempre lui…) in un bar; Ettore Bassi che…non ve lo dico! Dovete andare a vederlo.

Maldamore non vincerà l’Oscar, non cambierà il mondo ma sicuramente vi farà uscire dal cinema con un sorriso dolcemaro perché la domanda vi nascerà spontanea: ma anche io ho le corna?

Maldamore uscirà il 13 marzo nei migliori cinema italiani.

ICONE GAY MADE IN ITALY. A PER ANGIOLINI AMBRA

ICONE GAY MADE IN ITALY. A PER ANGIOLINI AMBRA

AMBRA ANGIOLINI


Canzone simbolo: T’appartengo
Gemma dimenticata: Niente da capire
Canzone gay-friendly: Voglia questa voglia (sigla di Sratesa niente MTV)


Angiolini Ambra. Nessuno meglio di lei casca cosi a fagiuolo nel concetto di cantanti donne- icone gay.
Ma andiamo con ordine. Da grande leggitore di pensieri che sono, riesco a percepire quelle espressioni di perplessità da parte soprattutto degli eterosessuali per la presenza di Ambra in questa lista. Sento già le domande che vi state ponendo e i dubbi che vi stanno logorando il cervello:

• Ma in una lista di cantanti non dovrebbero esserci…cantanti?
• Ma Ambra non ha fatto solo una canzone?
• Ma Ambra…….? Quella Ambra???? Ma non cantava in playback a Non e’ la Rai?
• Ambra? Ancora?????!!!!!

Sarebbe ingiusto dare il merito della presenza in questa lista solo all’alveare che era Non la Rai, dove la nostra era l’indiscussa Ape Regina.
Sicuramente il suo percorso nel day-time show di Mediaset e’ stato gioia di molti: il suo auricolare, le sue esternazioni, il suo microfono, il suo zainetto, la sua rivalità’ con la Petrarolo, le sue lacrime e le sue mitiche canzoni. Sicuramente grazie a None e’ la Rai, Ambra e’ diventata un simbolo ed un’icona non solo gay ma di una generazione. Nonostante i critici non siano sempre stati buonissimi con lei, l’affetto del pubblico e’ sempre stato tale da averle dato la possibilità di crescere e trovare una sua collocazione più adeguata alla sua persona. Questo non senza crisi personali ben documentate dalla stampa nazionale, come ad esempio le recenti foto su Chi e l’intervista a Vanity Fair.
Ma il pubblico gay, da sempre sensibile a questo genere di figure, non solo non ha dimenticato i l suo trascorso musicale (chiedendone spesso un ritorno), ma ancora lo osanna. Chi è familiare con il concetto di Icona Gay saprà invece benissimo che non è strettamente necessario per esserne una:

• Essere una cantante di professione
• Avere una discografia popolare e/o di successo (anzi)
• Nel caso specifico qui analizzato, Ambra ha inciso ben quattro album (di cui tre tradotti anche in lingua spagnola).

Nonostante il boom iniziale del primo album T’appartengo, è sicuramente grazie al successivo Angiolini che la nostra Ambra nazionale ha consolidato il suo seguito gay.
Ricordo benissimo l’impatto che ebbe quell’album su di me (e su molte persone che conosco): era come un urlo a voler stabilire la propria identità di persona in crescita. Questa evidente crisi personale in cui si trovava Ambra si rifletteva sicuramente nei testi post adolescenziali che riuscivano a trasmettere emozioni che non fossero piu un semplice margheritare il cuore ma più fisici con frasi tipo

“adesso mi vuoi per sesso ma io non posso, non posso e basta”

.

Chi, come me , in quella fase stava crescendo e scoprendo il mondo adulto, sentiva come se quelle parole, quei concetti che avevamo dentro fossero finalmente musicati. Testi comunque addolciti da musiche degne del miglior Sanremo degli anni 90 che rendevano l’esperienza auditiva tra le più riuscite di un gay adolescente alle prese con la sua spazzola/ microfono e il suo specchio.

Ambra poi è cresciuta e noi con lei. Ci ha regalato due altri album (un po’ meno riusciti….), programmi TV sempre godibili, è diventata un’attrice appezzata e vincitrice di premi (ci ha reso orgogliosi) ed è sempre pronta a dire la sua (come la sua criticata/ osannata apparizione ad Annozero). Come sempre.
Nel corso degli anni poi si è spesso prestata e presentata come madrina nei Gay Pride, ha recitato in Saturno contro di Ferzan Ozpetek, è diventata donna ed ha fatto pace con T’appartanego. Come noi abbiamo fatto pace con il nostro passato.
Ha anche inciso una sigla, ingiustamente dimenticata, scritta da Silvio Testi con tanto di balletto coreografato da Luca Tommassini per Stasera niente MTV in cui vengono riproposti momenti ed atmosfere di quel Varietà televisivo che manca da tanto con citazioni di balletti del trittico magico Carra’-Cuccarini- Parisi.



Icone gay. Ambra C’è.

Ogni bene,

Grazie
Igor xxx