Archivi tag: chiara iezzi

BUONGIORNO CON…CHIARA IEZZI – L’UNIVERSO (EP)

chiara-iezzi L'UNIVERSO EP COVER COPERTINA

 

Beh lo sapete, a me piace essere politicamente corretto…ieri Paola, oggi Chiara.

Ribadendo il concetto di una speranza di vederle nuovamente artisticamente unite, le due sorelle nel frattempo “si sfidano” nella chart di iTunes dive entrambe stanno andando niente male, segno che possono sempre contare sul loro zoccolo duro di fans.

Chiara dopo lo scioglimento con la sorella ha manifestato a più riprese un disagio artistico che sembra aver finalmente trovato la sua risoluzione con la pubblicazione di questo EP, L’Universo che si avvale della collaborazione del rapper R.K.

Un EP che non cambierà la storia della musica ma che sicuramente segna un nuovo inizio per la ex bionda del suo Paola&Chiara. Un nuovo inzio che sembra ovvio riniziare dai testi, dalle parole…dal riuscire ad esprimere a proprio modo il suo mondo interiore.

Ben tornata Chiara.

Potete acquistare questo EP su iTunes cliccando qui oppure ascoltarlo si Spotify

BUONGIORNO CON… PAOLA IEZZI – SE PERDO TE / THE TIME HAS COME

paola iezzi se perdo te cover copertina

…sempre con la speranza del cuore che, oltre ai progetti solisti, Paola & Chiara tornino a formare il duo più strepitoso della scena pop italiana… vi auguro il buongiorno con la cover targata Paola di Se Perdo Te di Patty Pravo.

Molto gradevole e ben riuscita anche la versione inglese, The Time Has Come.

Una cover distante anni luce dall’originale ma allo stesso tempo non ne perde l’atmosfera dell’originale. Un’operazione riuscitissima che personalmente spero possa sfociare in un EP, perché no, di cover di grandi classici reinterpretati da Paola che  trovo in splendida forma artistica e creativa.

Qui trovate il link iTunes per acquistare Se perdo Te mentre lo potete ascoltare su Spotify cliccando il riquadro ui sotto insieme a tutti gli splendidi remix.

PAOLA & CHIARA – “ARRIVERCI, ADDIO”

316584_10150280077901156_2105449_n

Lo avevano annunciato…e io, in fondo, non ci volevo credere. Ma le Paola&Chiara hanno ufficializzato oggi il loro scioglimento. Da quello che mi sembra di capire dal comunicato Ansa, credo sia finito il progetto discografico come duo ma non si escludono eventuali apparizioni in coppia.

Personalmente sono molto dispiaciuto poiché in questi 16 anni di produzioni musicali ho molti ricordi di vita e musicali legati a loro.

Ho infatti sempre considerato Paola & Chiara un qualcosa di diverso nel panorama italiano…ma si sa, il diverso – soprattutto in Italia-  non ha vita facile.

Capisco lo sfogo di qualche settimana fa di Chiara che su facebook diceva che Giungla sarebbe stato il loro ultimo album in quanto in Italia si sentivano poco capite. Capisco queste parole perché da osservatore ed estimatore è sempre stato difficile leggere critiche feroci ma allo stesso tempo molto poco approfondite.

Capisco la loro frustrazione nel non venire classificate “banalmente pop” quando in realtà essere pop è molto molto difficile. Lo capisco bene…e se penso che, per ironia della sorta, pop non è altro che un’abbreviazione di popolare.

L’unica cosa che non riesco a capire è interrompere così bruscamente la promozione per un ultimo e bellissimo album appena pubblicato…

Mi mancheranno molto Paola & Chiara.

Ovviamente questo blog sarà sempre aperto per voi e per tutto quello che farete!

Dopo tanti tormentoni estivi è proprio in una estate piovosa che ci dite ciao…

 

1004464_10201701268717937_1824282846_n

PAOLA & CHIARA – GIUNGLA: RECENSIONE BRANO PER BRANO

paola e chiara giungla cd cover

Da buon fan di Paola & Chiara, sapere che da mezzanotte il loro nuovo album Giungla era disponibile in anteprima su Spotify è come dire a un bambino di andare in una fabbrica di cioccolata e mangiare fino a scoppiare la nuova barretta Kinder disponibile solo dalla settimana successiva. Lo so… simbologia improbabile…ma dovete capirmi, sono quasi le 2 del mattino e non so neanche come faccio ad avere le forze di scrivere…

Dopo un paio di ascolti Giungla risulta essere un solido album pieno di freschezza e di sentimento. Ha tutto quello che ti aspetti da un album di Paola & Chiara ma ha anche tutto quello che vorresti dalla musica pop.

Proprio oggi, dopo uno sfogo di ieri di Chiara su facebook, le voci che questo possa essere il loro ultimo album si fanno sempre più insistenti. Capisco la loro frustrazione… ma, se può servire a qualcosa, la mia esperienza personale mi insegna che, alla fine, l0importante è essere capiti da chi da se stessi e da chi ci sta intorno. Gli altri, uno ad uno, di conquisteranno…

Tornando alla musica…ecco cosa le mie orecchie hanno sentito:

TRACKLIST

1. Divertiamoci (perché c’è feeling) – feat. Razza Krasta; Del singolo di lancio ne ho già parlato quiVoto: 8

2. Tu sei l’anno che verrà: pezzo dance che spacca. E come da tradizione Paola&chiarana, quando la musica pompa…il testo è una poesia. Voto: 10

3 / 15 .Tu devi essere pazzo – feat. Moreno: il tanto atteso duetto con Moreno (traccia 3), fresco vincitore di Amici 13. Una ballata dal respiro r’n’b…Moreno ci sta come il cacio sui maccheroni. Una canzone che ti fa “perdere” nei pensieri e nelle parole. Bella veramente. Voto: 10

4. Non c’è me senza te: Una canzone pop. Una vera canzone pop…come se ne facevano solo un tempo. Bellissima, non sfigurerebbe nell’ultimo album dei Daft Punk. Voto: 10

5. E se per caso: Si sa, alle sorelle Iezzi le ballate vengono proprio bene. E questa non fa eccezione. Voto: 9

6. Ma tu non puoi (più chiamarla felicità): avete presente quelle canzoni che al primo ascolto ti colpiscono ma non sono le tue preferite…ma poi ascoltando ascoltando diventano una droga? Ecco. La traccia numero 6 crea dipendenza. Voto: 9

7. Stai dove sei: Di questo brano se ne è già parlato tanto dopo la loro esibizione a I Migliori Anni. Canzone veramente stupenda. Come sia arrivata ad essere stupenda al sottoscritto poco importa. Meraviglia delle meraviglie. Voto: 10

8. Non piangere per me: Per il sottoscritto la canzone più bella dell’album. Pop struggente allo stato puro…quelle canzoni che in discoteca dalli da solo… Voto: 10

9. Non sei più tu: Ci sono canzoni che hanno la prola “singolo” scritto addosso e ci sono canzoni, come queste, che sono bei anelli di congiunzioni. Voto: 8

10. Ultime gocce d’estate: L’intro più bello che io abbia sentito quest’anno in una canzone. Perfetto singolo di..fine estate! Voto: 9

11. Che mi importa di te (California King Bed): Già nel loro album precedente, MIlleluci, le sorelle Iezzi avevano inserito una versione italiana di Russian Roulette di Rihanna. Non se necessitavo di un bis. Boh.. onestamente pezzo intuite. Voto: 6

12. La voce dentro me: Una canzone fuori dal coro…che ti catapulta con la testa in un piano bar degli anni 60… Bella, di classe, raffinata… Voto: 8

13. Divertiamoci (perché c’è feeling) nico romano RMX: Riuscire a fare una versione truzza di questa canzone era difficile…ma fortunatamente ci sono riusciti! Yay! Voto: 8

14. 把心放开 ba xin fang kai (a modo mio chinese version): A D O R O O O (rigorosamente letto con voce sfrantissima). Voto: 10

Di seguito Giungla (VOTO 9 )su Spotify

PAOLA & CHIARA – GIUGLA: COPERTINA E TRACKLIST

paola e chiara giungla cd cover

Ecco arrivato il momento che tutti i fans di Paola & Chiara stavano aspettando: la copertina del nuovo album Giungla in vendita dall’11 giugno e in streaming su Spotfy dal 4 giugno.

Da notare la presenza di Moreno, rapper rivelazione di quest’anno ad Amici… e già come successo con Milleluci e Virginio, le sorelle Iezzi si dimostrano avanti nello scovare veri talenti.

TRACKLIST

1. Divertiamoci (perché c’è feeling) – feat. razza krasta
2. Tu sei l’anno che verrà
3. Tu devi essere pazzo – feat. moreno
4. Non c’è me senza te
5. E se per caso
6. Ma tu non puoi (più chiamarla felicità)
7. Stai dove sei
8. Non piangere per me
9. Non sei più tu
10. Ultime gocce d’estate
11. Che mi importa di te
12. La voce dentro me
13. Divertiamoci (perché c’è feeling) nico romano RMX
14. 把心放开 ba xin fang kai (a modo mio chinese version)

INTERVISTA A PAOLA IEZZI: L’ARTE DEL MULTITASKING.

Ciao Paola,

Prima di tutto grazie per aver accettato questa intervista. Come sai, oltre al grande affetto che mi lega a te e tua sorella, sono un tuo/ vostro grandissimo fan.

Igor: Iniziamo…ma lo sai che ti trovo proprio in splendida forma?

Paola : Grazie Mille. Si vede che “in trincea” ci si mantiene attivi e quindi in forma. Non mi rilasso molto in questo periodo.  :)

Igor: parliamo del tuo ultimo lavoro musicale da solista, Xcept you. Ultimamente la moda sembra essere la tua musa ispiratrice e, infatti, il brano è stato anche scelto per la presentazione dell’ultima collezione Coveri. Come nasce questo progetto?

Paola: Il mio vero interesse unito al forte amore per la musica è per l’immagine, non per la moda. Amo l’idea di lavorare sulla “costruzione delle immagini”, un argomento che per forza di cose tocca la musica sempre. Il progetto è nato da un input di Paolo Santambrogio, fotografo di moda e regista; doveva realizzare una campagna foto e video per Enrico Coveri e voleva un soundtrack originale ispirato al mondo disco di Giorgio Moroder. Conoscendo il mio amore per l’immagine e dunque per il mondo della moda, mi ha chiesto se mi interessava scrivere un pezzo ad hoc. Non me lo sono fatto ripetere…così ho scritto Xcept You osservando le immagini mute del video. La produzione musicale l’abbiamo affidata a due producers e dj molto in gamba: Marco Bastianon e Stefano Tirone.

Poi abbiamo buttato tutto su internet. Un successo improvviso e inatteso. Bello!

Igor: Poche settimane prima di Xcept you è uscito il duetto con Stiv, In Adorazione Di Te. Notevolmente diverso dai suoi a cui ci hai abituato. Come nasce questa collaborazione?

Paola: Con le persone con le quali collaboro ci deve sempre essere una stima reale, un feeling artistico vero, sennò nulla accade. Amo gli artisti sinceri, quelli presi dalla creatività e dall’arte. Che magari non disdegnano il “commerciale”, nel senso che non lo denigrano, ma non ne sono schiavi. Una testa “libera” è la cosa più bella che c’è. Stiv è uno in gamba. Per anni mi ha mandato il suo materiale e io l’ho ascoltato sempre molto volentieri. Per altro non sono l’unica con la quale ha collaborato. E’ in giro da parecchio, si sbatte un casino. E’ un bravo produttore e dj, oltre che essere un bravo autore e scrittore.

Igor: Hai anche preso parte nel video de Il Pretesto di Peppi Nocera. Divertita?

Paola: Moltissimo. Mi hanno coinvolto Peppi, Pierpaolo Peroni (che conosco dai tempi degli 883) e Syria. Il pezzo è storico. Immortale. Fantastico. L’idea era super cool e ho detto subito di si. Ci siamo molto divertiti tutti! Una giornata di playback e ciascuno ha dato la propria “interpretazione facciale” del brano. A riguardarlo sono rimasta affascinata da come ciascuno ha interpretato il brano in modo diverso dall’altro. Stupendo. E Peppi canta benissimo!

Igor: Di recente hai anche debuttato come DJ. Com’è andata? Pensi di continuare anche questa attività?

Paola Si. In questi tempi di crisi, bisogna diventare “multitasking”. Per altro mi piace molto tutto quello che faccio. Ti dico la verità, non pensavo che mixare fosse così bello. Mi da un’energia pazzesca. Quando preparo la scaletta a casa e mi alleno a mixare, mi sento pervasa da un’energia e un’emozione pazzesca, come se cantassi…è strano…non pensavo fosse così simile come sensazione…invece….

E’ incredibile come quando passi i dischi, tu senta così tanto la gente…le loro emozioni…il loro feeling. E’ bellissimo. Energetico. Liberatorio.

Igor: Qualche mese fa scrissi un blog su Paola & Chiara come icone gay e in quel blog dicevo come durante il mio soggiorno a Londra molti miei amici apprezzassero la vostra musica. Qualche giorno dopo un giornalista del Guardian (che OVVIAMENTE legge il blog ah ah ah) vi citava tra i dieci migliori artisti italiani. Come vedi non sbagliavo. Contenta di questa menzione?

Paola: Contenta???!!! E me lo chiedi????!!! Stra-felice direi. Andrew Kahn ci ha piazzato nel gotha del “cantautorato” chic italiano…più che altro siamo rimaste scioccate di come questo signore che non ci conosce abbia percepito una sofisticatezza che fa parte da sempre del nostro modo di comunicare, ma che spesso non ci viene riconosciuta in Italia…molti preferiscono relegarci in un angolino etichettandoci come due “da poco”…questo ci ha sempre fatto un po’ soffrire…per fortuna che oltre a tanti detrattori abbiamo anche tante persone che credono e hanno creduto nel nostro lavoro. Come Andrew Kahn, che ci ha dato tanta fiducia! Non possiamo che ringraziarlo!

Igor: …e Chiaretta si sposa…e Chiaretta si sposa….. E tu?

Paola: Non so. Non vedo così necessaria la cosa per il momento. Il matrimonio è un contratto che serve soprattutto a tutelare determinate cose. Così la vedo io. Quindi è utile. Se occorrerà, o semplicemente se sentirò questo desiderio e verrà ricambiato, allora lo farò, altrimenti no.

Igor: Progetti futuri sia da solista che in coppia?

Paola: C’è un nuovo progetto con Chiara all’orizzonte e poi come what may. Oggi l’elasticità e l’adattabilità è tutto. Viviamo tempi imprevedibili. Bisogna essere pronti a tutto o quasi. Quindi…io sono sempre sul pezzo! :)

Igor: Sanremo è alle porte. Andreste? Ti piace la formula del doppio pezzo da presentare? Fa molto Sanremo Vintage….

Paola: No, non pensiamo a Sanremo in questo periodo. Però Sanremo è e rimane un bel “pretesto” per presentare un nuovo progetto un po’ in “pompa magna”, quindi sono a favore dei cambiamenti e delle novità perché se ogni anno o quasi vengono fatte delle piccole o grandi modifiche, la sopravvivenza della manifestazione è garantita. E sebbene non sempre rappresenta la musica italiana nella sua totalità, Sanremo resta comunque una manifestazione istituzionale, piacevole da seguire e da commentare se non vai e bella, invece, quando sei in gara.

Igor: Hai voglia di aggiungere qualcosa?

Paola: Mi sa che abbiamo detto praticamente tutto Igor. Per il resto vedremo le cose e i risultati strada facendo.

Ah si! Una cosa la voglio dire: faccio tanti auguri a Laura Pausini che ha annunciato di aspettare una bimba (in realtà Laura ce lo aveva comunicato un po’ prima in gran segreto, ma abbiamo ovviamente tenuto la boccuccia cucita!). Tanti tanti auguri a Lau e Paolo che aspettavano questo bel momento da tempo!

Igor: Grazie ancora Paola, è sempre un piacere parlare con te.

Paola: Piacere mio tesoro, piacere mio! :)

Potete seguire Paola su Twitter, Facebook e sul suo sito.

Potete scaricare Xcpet You e tutti i suoi remix su iTunes cliccando qui.

ICONE GAY MADE IN ITALY. I PER IEZZI PAOLA & CHIARA

PAOLA & CHIARA

Canzone simbolo: Vamos a Bailar (esta vida nueva)
Gemma dimenticata: Arrivederci, Addio
Canzone gay-friendly: Viva El Amor / Fino Alla Fine

 

Alcuni di voi si domanderanno come mai ho deciso di mettere Paola & Chiara alla lettera I e non alla P.

Il motivo è semplice: ho smesso di considerare le due sorelle milanesi come un’unica entità dal momento in cui si sono prese una pausa di riflessione per capire in che direzione dovevano andare sia come artiste che come donne.

Quella pausa portò a progetti solisti che mi aiutarono a capire che Paola Iezzi e Chiara Iezzi non erano solo due sorelle che formavano il duo Paola & Chiara, ma due artiste individuali che spesso e volentieri univano le forze – professionali, emotive ed economiche- per il progetto Paola & Chiara.

Forse mi sbaglio, forse no. Fatto sta che in questa estate 2012 le sorelle Iezzi si stanno dividendo tra apparizioni come duo a nuove sperimentazioni soliste. Rassicurando i loro fans – e forse anche loro stesse- che le due cose possono coesistere senza problemi.

Una delle cose che amo maggiormente di Paola & Chiara è come nel corso degli anni siano riuscite a crearsi un’immagine ben distinta nonostante si siano continuamente reinventate e reincarnate in qualcosa di nuovo, abbiano sperimentato suoni e generi (dalle sonorità irlandesi, al rock per arrivare a tutte le sfaccettature del pop) e abbiano rischiato tanto pur di non rimanere intrappolate al fenomeno da tormentone.

Eppure, con un successo quale è stato Vamos A Bailar, il rischio era alto.

Vamos A Bailar è e rimane un indiscusso successo estivo, tanto da essere anche stato eletto tormentote degli ultimi 20 anni nel 2009 da un sondaggio di TV Sorrisi e Canzoni.

Ma questo pezzo non solo ha regalato alle due ragazze una nuova strada da percorrere, ma ha colpito il cuore di molti (tutti?) i gay italiani (e non).

L’album da cui è tratto, Television, è ormai una pietra miliare della discografia gay-friedly Made In Italy, grazie alla sua profonda  leggerezza. Dietro a questi suoni allegri si nascondono parole profonde, come dietro a molti sorrisi e tanta apparente allegria di molti gay si nasconde in realtà ben altro.

E’ grazie a Television che molti loro fans gay hanno continuato nel corso degli anni a seguirle ed eleggerle icone gay nostrane.

Detto ciò, sono stato parecchio a riflettere su quale canzone potesse essere la più gay friendly di tutte quelle contenute nell’album E l’ovvia scelta è caduta su due brani ormai storici:

Da un lato abbiamo Viva El Amor, canzone del Gay Pride italiano targato 2001:

Dall’altra parte abbiamo Fino Alla Fine con un video tributo al mondo gay, con atmosfere che sembrano strizzare l’occhio ad Almodovar e a Pierre et Gilles.

Io, per una volta, non so decidere e visto che loro sono due…scelgo due canzoni. Il blog è mio e le regole le faccio io. Ah.

Per quello che mi riguarda  ricordo chiaramente (e paolamente…. perdonatemi, sono in modalità cazzeggio) il momento in cui decisi che, su di me, avevano vinto: il video di Ci Chiamano Bambine: quel video era come se volesse porre la parola fine a un capitolo. Con quelle immagini Paola & Chiara finalmente si riprendevano la loro individualità personale. Da lì si riprendeva un percorso alla ricerca di qualcosa di nuovo. Che magicamente corrispondeva con il mio…

Ma non sono qui a raccontarvi la loro storia, per quello c’è wikipedia. Quello che vorrei evidenziare è come questa evoluzione di immagine e suoni sia arrivata fino a regalarci un album come Festival. Un album che non solo ha dei singoli di impatto radiofonico incredibile, ma è nella sua interezza un piccolo grande capolavoro.

Ci sono pezzi che io consiglio a tutti di riscoprire come la struggente Arrivederci, Addio: gemma assoluta dell’intera discografia delle sorelle Iezzi.

Il capire il nuovo che avanza forse è quello che ha permesso a Paola & Chiara di creare floridamente. Sono infatti tra le prime artiste italiane a utilizzare il web e i social network in prima persona sin dai tempi di MySpace (RIP) per comunicare, cercare e promouovere a 360 gradi i loro mondi.

E’ grazie proprio al web e alla loro disponibilità che io, come molti fans, sono entrato a contatto diretto con queste due bambine diventate donne che, a metà tra dive d’altri tempi e “gente de noartri”, rende la loro conoscenza ogni giorno più stimolante e, appunto,  profondamente leggera. Paola e Chiara Iezzi, appare ovvio, non ci hanno mai voluto prendere in giro cercando di avere, essere, dire o farci credere cose che non erano.

Quello che spesso in molti dimenticano è che loro se la cantano e se la suonano. In tutti i sensi. Si scrivono, producono, cantano tutto in proprio…e allontanandosi dalle major hanno preso le redini in mano fondando la loro etichetta indipendente, la Trepertre.

Io da anni sostengo la stessa teoria: fossero nate in Inghilterra e si fossero chiamate Paula & Claire, forse il loro destino artistico sarebbe stato ben altro. Gli italiani si sa, quando si tratta di pop, sono sempre pronti a iconizzare chi viene da lontano…dimenticando spesso i talenti che hanno in casa.

Per avallare questa mia teoria basta andare a riascoltarsi l’album Win Th Game che, durante il mio soggiorno londinese, tanto è piaciuto a chiunque lo facessi ascoltare.

Ma basterebbe anche solo riascoltare questo pezzo:

Attendendo il nuovo capitolo di Paola & Chiara vi voglio segnalare:

i due pezzi di Paola per questa estate 2012:

Xcept you, pezzo preso in prestito dalla moda

In adorazione di te : collaborazione col cantautore toscano Stiv

E il brano di Chiara

L’altra parte di me: bellissima ballata dalla colonna sonora del film Maledimiele

Ogni bene,

Igor