Archivi tag: ivana spagna

INTERVISTA A IVANA SPAGNA : LA MAGIA DELLA MUSICA

Prima di lasciarvi all’intervista con Ivana Spagna, devo fare una piccola -ma importante-  premessa: io AMO la sua musica ed è stato per me molto emozionante poter fare una chiacchierata con lei sulla sua carriera. Ovviamente, come ogni fan che si rispetti, avrei potuto parlarci per ore…ma alla fine bisogna mettere la finta professionalità da blogger davanti e sfruttare fino all’ultimo secondo messoti a disposizione. Volevo quindi ringraziare Letizia e Luca che hanno reso possibile una delle mie “interviste da sogno”. Grazie di cuore a loro….e buona lettura a tutti voi!

10149247_10152078111276156_1003851831_n

Ciao Ivana! Grazie di cuore per questa intervista. Vorrei iniziare subito dal presente: da pochi giorni è uscito il tuo nuovo singolo The Magic Of Love che richiama le tue origini della dance anni 80.

 

Si, mi è tornata la voglia di fare nuovamente la dance e di cantare in inglese. Non ti so dire per quale ragione ma più vado avanti, più aumenta la consapevolezza che devo fare solo le cose che sento di fare. Forse anche per uscire dal grigiore che, nessuno escluso, abbiamo tutti qui in Italia al momento; avevo voglia di fare qualcosa che mi desse entusiasmo, gioia e quindi, visto che per me la gioia è fare la dance, ho riunito tutto il team dei tempi di Call Me, Easy Lady e le altre. Negli anni in cui cantavo principalmente in italiano, ognuno di noi aveva preso la propria strada artistica e allora ho preso il telefono e per primo ho chiamato Larry (Pignagnoli, ndr) e gli ho proposto di fare qualcosa nuovamente insieme, quindi ho chiamato mio fratello Theo, Roby (Roberto) Battini, Annerley Gordon…ed è stata una  vera e propria reunion.

SPAGNA The Magic Of Love

Infatti il mood del brano mi ricorda molto quello di Call Me: una canzone dal testo molto emotivo, ma se poi la uniamo all’arrangiamento dance, allora tutto cambia e ti vien solo voglia di ballare e lasciare alle spalle la tristezza.

Ed è esattamente quello che volevo fare con questa canzone!  Anche se ti capita di non avere niente in tasca, o magari può essere la giornta più uggiosa dell’anno… ma se hai qualcuno vicino che ti vuole bene davvero la magia dell’amore ti fa scomparire tutto, ti pittura il cielo, ti mette l’arcobaleno! L’amore è una magia vera! Volevo trasmettere alla gente la gioia con un pezzo con un messaggio positivo, fatto con entusiasmo… lo stesso entusiasmo che ho vissuto io nel ritrovarmi con questi muscisti. Sembravamo dei ragazzini tornati a fare musica tutti insieme con spensieratezza.

Uscirà anche un nuovo album dance?

Si, vogliamo andare avanti e far uscire qualcosa per natale. Ci tengo tanto che accada.

Mi hanno sempre incuriosito tanto gli innumerevoli pseudonimi che hai, che avete, utilizzato prima dei successi con il nome di  Spagna…

Eravamo sempre NOI! ahahah Delle Fun Fun ero autrice dei testi e cantavo insieme ad Antonella Pepe che ora è una corista in Rai. Poi dopo tanti successi europei e anche un successo in America con un gruppo che si chiamava Advance, proposi di fare qualcosa anche per me…e da lì è nata Easy Lady!

Yvonne K era un po’ una versione demo di Spagna…

Ivonne K era  un progetto che non mi sentivo completamente mio perché non era prodotta da me e musicalmente non suonava come avrei voluto. Solo dopo che Easy Lady era nata ho deciso che sarebbe stato Spagna il nome che volevo usare, un segno di riconoscimento per mio papà, della mia famiglia.

Come spesso hai raccontato è grazie  alla tua famiglia, che ti ha supportato negli anni della gavetta, che oggi possiamo ripercorrere tutti questi tuoi successi.

Assolutamente! Anzi sono sempre stati loro a crederci più di quanto non lo facessi io! Mio padre amava sentirmi cantare e mi diceva sempre che sarei diventata una cantante affermata, io rispondevo sempre con un “ma va là…”. Era lui il vero sognatore….come ti dicevo il nome Spagna l’ho scelto proprio per questi motivi. La famiglia è importante, non avevamo molti soldi ma ci bastavamo noi quattro per darci la forza di andare avanti.

Rimanendo in tema di famiglia, non possiamo non parlare di tuo fratello Theo, che ho avuto il piacere di incontrare in un paio di occasioni e devo dire essere una persona squisita. Lui è una figura fondamentale per la tua carriera…ma bisogna dargli una tirannia d’orecchi: non ti ha dato The Rhythm Of The Night!

Schermata 03-2456735 alle 20.21.32

Ahahah questo si! Ma sai in quegli anni io stavo vivendo negli Stati Uniti e quindi ognuno di noi, come ti dicevo prima, aveva preso anche altre strade professionali e lui realizzava anche altre produzioni. Quando ho scoperto che  quella canzone che sentivo alla radio l’aveva fatta lui effettivamente una tiratina d’orecchi gliela avrei voluta dare!

In un certo senso te ne sei riappropriata! Ormai la canti sempre nei tuoi concerti!

 

Ahahah Perché è una canzone bellissima e mi diverte molto! Ma alla fine è stata solo colpa mia perché ero stata io ad andarmene dall’Italia.

Una curiosità che in pochi sanno è che tu sei stata la prima artista ad aver inciso Mamy Blue e che quindi tutte le versioni, anche famosissime, che ci sono state negli anni sono in realtà cover di una tua canzone!

 

E’ vero! Hubert Giraud, che era l’autore di Dalidà, era venuto in Italia poiché era amico dell’editore della mia casa discografica il quale voleva che Giraud scrivesse  una canzone per me. La canzone in originale diceva “ho 16 anni (anche se ne avevo solo 15) e son già ferita dalla relatà” tutte le versioni dopo sono diventate “avevo 16 anni…” oppure “quano ero giovane…”. Ricordo che andammo alla Mostra Di Venezia ma io non mi sentivo pronta e iniziai a piangere in macchina. Al ritorno capii che non riuscivo a stare lontano dalla mia famiglia. Quindi dopo un altro 45 giri (Ari Ari scritta da Bruno Lauzi, ndr) decisi di rescindere il contratto. Solo compiuti i 18 anni formai un gruppo con mio fratello che, essendo appunto mio fratello, mi riusciva a dare la sensazione di girare e avere sempre con me la mia famiglia. Poi si unì anche Larry, con il quale iniziò una storia…a quel punto eravamo veramente una grande famiglia!

Come hai capito ho molte curiosità da chiederti. Tra queste c’è la nascita di Gente Come Noi e come è stato l’approccio con la stesura di un brano in italiano dopo anni in cui scrivevi canzoni solo in inglese.

Te lo dico subito: dopo che Elton John mi scelse per fare Il Cerchio Della Vita. mi contattò Baudo per Sanremo; io non avevo mai scritto in italiano e quindi il mio produttore di allora mi disse che mi avrebbe trovato lui il pezzo giusto che   provinai un po’ tutelante e…con un febbrone da cavallo! Quando Pippo la sentì non ne fu entusiasta perché disse che voleva altro da me. Allora il produttore mi propose un altro brano ma io risposi che o l’averi scritta io o a Sanremo non ci sarei andata. Mi misi al pianoforte e  il 90% di Gente come Noi  nacque in una sera. Quando Baudo la sentì disse, soddisfatto, che era esattamente la Spagna che voleva.

Probabilmente era anche la Spagna che anche io volevo, forse dovuto anche al fatto che l’italiano era più immediato  e quindi riuscivo ad entrare meglio nel testo.

Capisco quello che vuoi dire perché in un certo senso anche per me l’inglese era come una protezione; avevo una sorta di paura nello scrivere in italiano perché c’era il pudore soprattutto nei confronti di mia madre. Ricordo infatti che lei mi chiedeva sempre di raccontarle di cosa parlassero le canzoni che stavo scrivendo prima che fossero finite ma, per paura che si rattristasse, le dicevo sempre di aspettare. Lo facevo perché con la musica abbinata le parole diventavano una canzone che rende il tutto una cosa diversa in cui il testo e la musica di equilibrano.

Il tuo Sanremo che mi ha emozionato maggiormente, musicalmente parlando, è stato quando hai portato in gara Con Il Tuo Nome: tuttora ogni volta che l’ascolto ho i brividi.

 

Anche a me piaceva tanto quella canzone, veramente tanto.

Per allaciarmi ad un altro discorso, passo per Valerio Scanu del quale il mio blog si occupa spesso e so essere un nostro amico in comune. Con lui hai duettato un po’ di tempo fa durante il suo primo concerto di Natale. Come è nata quella collaborazione?

A Valerio voglio molto bene. Oltre ad essere un bravo cantante è una persona molto intelligente e poi….amo i suoi cucciolini!!!!

Ahahah allora mi leggi nel pensiero perché io volevo arrivare proprio al tuo amore per gli animali! Tra le altre cose tu sei anche una stilista per gli amici a quattro zampe…

Esatto, con la linea Belli Monelli! Gatti, cane, capre…tutti! Gli animali li amo veramente tutti!

Quindi non possiamo non ricordare la tua gatta storica, Bimba…

Ohhh Bimba! Lei è stata così importante…mi ha salvato la vita nel vero senso della parola…

Visto che sei tu a parlarne, prendo spunto proprio dall’aneddoto  che racconti in Quasi Una Confessione, la tua autobiografia, che riguarda Bimba per poter fare una mia personale riflessione: devo dire che dopo l’uscita di quel libro ti ho visto più serena, come se ti fossi liberata di alcuni spettri del passato.

Cover-libro-Ivana-SPAGNA quasi una confessione copertina

Bravo! Bravo! Hai ragione!

Concludo dicendo che la Laurea Honoris Causa in Scienze Della Comunicazione te la sei meritata tutta: sono pochi che riescono a comunicare le emozioni tramite le proprie canzoni come fai, quindi ne hai una Ad Honorem anche da parte del mio cuore.

Ma grazie!  Sei carino davvero!

Grazie a te, Ivana! spero che la mia emozione nel parlarti non mi abbia fatto risultare troppo impacciato!

Sei stato assolutamente perfetto! Io ringrazio te e mando un saluto ai tuoi lettori, a Valerio e… i suoi adorabili cucciolini!

L’intervista finisce qui. Spero che sia stata per voi una bella lettura come è stat per me un’esperienza emozionante. Ivana Spagna si conferma una persona dalla sensibilità unica e con il senso della vita che dovrebbe essere di ispirazione a molti.

The Magic of love è disponibile su iTunes clccando qui.

A VOLTE RITORNANO… (IVANA) SPAGNA – THE MAGIC OF LOVE

IVANA SPAGNA THE MAGIC OF LOVE COVER COPERTINA

Per chi come me è nato negli anni 70 ma è cresciuto e vissuto gli anni della spensieratezza negli anni 80 e 90, Ivana Spagna è sicuramente una figura musicale di riferimento o quanto meno di grande impatto.

Com due fasi artistiche ben distinte, la prima in tipico stile Italo Disco fino al 1994 e la seconda caratterizzata dalla melodia italiana e dai vari Sanremo.

Negli ultimi anni Spagna ha sicuramente mantenuto un profilo ben distinto ma i grandi successi discografici sono stati (ingiustamente) inferiori a quelli degli anni d’oro.

Un paio di anni fa Ivana era tornata con l’album 4 a una produzione interamente in inglese, ma è con questo nuovo singolo, The Magic Of Love, che la cantante veneta torna alle origini, alla dance ma soprattutto con la produzione (lo deduco poiché il singolo esce sotto etichetta Off Limits) di Larry Pignagnoli.

Questo ritorno alle origini è sicuramente, musicalmente parlando, un felice e allegro ritorno. Personalmente lo avrei fatto uscire un paio di mesi dopo per poterne sfruttare a pieno il potenziale estivo. Ma io non mi lamento…

Per vedere il video, in esclusiva su TGCom, basta cliccare qui.

The Magic Of Love sarà disponibile dall’11 marzo

VALERIO SCANU AL GAY VILLAGE (20 SETTEMBRE 2013)

valerio scanu igor scopelliti discoigor valeria gay village

 

Come alcuni di voi sapranno, il 20 settembre Valerio Scanu è stato ospite al Gay Village.

A differenza di quello che si poteva aspettare, l’ospitata di Valerio non è stata prettamente canterina…o meglio, il canto e la musica sono state le cornici di un Valerio inedito.

Visibilmente emozionato e ben coccolato da una Vladimir Luxuria in splendida forma, Valerio si è regalato, con una luna e scanzonata intervista, al pubblico per quello che è anche nel suo privato.

In questi ultimi mesi ho avuto la fortuna di conoscere Valerio, di frequentarlo e di diventarci amico…e non utilizzo questa parola a sproposito, perché l’amicizia vera è qualcosa che va costruita nel tempo “davanti a piatti de pasta e fascioli” come direbbe Sua Biondità.

La serata è stata piacevole come le cene in cui ci divertiamo a fare le imitazioni, a (s)parlare di gente e situazioni senza freni, dove c’è musica, ci sono risate….mancava la pasta e fagioli, ma è come se l’avessimo tutti assaporata!

Personalmente sono stato molto contento che con me ci sia stata la mia amica Valeria…perché per me è stata una piacevolissima serata tra amici! E che dire dell’invincibile Armata Scanu che ormai mi ha adottato come mascotte?! Non posso dire altro che un grazie per il calore e l’affetto che sempre dimostrano (virtualmente e dal vivo) ormai nei miei confronti.

Ovviamente grazie anche a Daniela Di Stefano, Diletta Amne, Federica Smeraldo, IleHoney per molte delle foto nella galleria qui sotto!

 

 

VALERIO SCANU – LIVE IN ROMA CD/DVD: TRACKLIST UFFICIALE

valerio scanu live in roma cd + dvd copertina

Dopo l’intervista (qui il link) con Valerio si è creato un bel rapporto di amicizia… ed è con piacere che continuo di occuparmi di lui e della sua musica sul mio blog.

Dopo un numero estenuanti di messaggi (al limite dello stalkeraggio) sono in grado di darvi finalmente la tracklisting ufficiale del tanto atteso (e autoprodotto) Live In Roma …and so This Is Christmas, registrazione del concerto tenuto a Roma a dicembre.

Tracklist CD:

  1. My Heart Will Go On
  2. One Moment In Time
  3. I Surrender
  4. Listen
  5. Sentimento
  6. Ricordati di Noi
  7. Domani / Esisti Tu / Libero
  8. Dicitencelo Vuje
  9. Someone Like You / Total Eclipse Of The Heart / Pride
  10. All By Myself
  11. Il Cerchio Della Vita (con Ivana Spagna)
  12. Silent Night
  13. Happy Christmas
  14. Oh Holy Night
  15. Santa Claus Is Coming To Town
  16. Oh Happy Days

DVD

  1. My Heart Will Go On
  2. One Moment In Time
  3. Cambiare
  4. Gli Occhi Negli Occhi
  5. I Surrender
  6. Listen
  7. Sentimento
  8. Ricordati di Noi
  9. Domani / Esisti Tu / Libero
  10. Per Tutte Le Volte Che
  11. Liberamente/ La Mia Coperta Sul Cuore/ L’amore Cambia
  12. Amami
  13. Someone Like You / Total Eclipse Of The Heart / Pride
  14. All By Myself
  15. Il Cerchio Della Vita (con Ivana Spagna)
  16. A Whole New World (con Ivana Spagna)
  17. Beauty And The Beast (Feat Silvia Olari)
  18. Silent Night
  19. Happy Christmas
  20. Oh Holy Night
  21. Santa Claus Is Coming To Town
  22. We Are The World
  23. Oh Happy Days

Come sappiamo Valerio vorrebbe fare di questo concerto un evento annuale….e noi gli auguriamo che tutto questo possa essere possibile! Valerio dal vivo è veramente bravo (come da me già commentato qui).

Il Cd/Dvd uscirà sotto etichetta NatyLoveYou e sarà distribuito da Self Distrubuzione.

Forza Valerio! Viva Valerio! ;)

INTERVISTA A VALERIO SCANU: “LA MIA FORZA SONO I MIEI FANS!”.

igor scopelliti e valerio scanu

 

 

Ciao Valerio! Grazie mille per la tua disponibilità! La prima domanda che vorrei porti riguarda la situazione con la EMI.

Ufficialmente ancora niente di certo. Sto chiudendo il contratto.

Pensi che ci sarà un Greatest Hits per sigillare la chiusura del contratto?

Assolutamente no, i Greatest Hits si fanno dopo tanti anni di successi.

Quindi il prossimo passo è metterti in proprio e autoprodurti?

Si, farò tutto in proprio come del resto ho già iniziato a fare con il live …And So This Is Christmas che non esce per la EMI ma con la mia società.

valerio scanu and so thi si christmas cover copertina

 

Parliamo di ...And So This Is Christmas, registrazione del tuo concerto di dicembre nel quale alterni brani tuoi con brani di Natale . Abbiamo una data precisa?

Non ancora…ma non manca molto.

Hai recentemente espresso su Facebook il desiderio di volerlo far diventare un avvenimento annuale:

Si mi piacerebbe fare questo concerto ogni anno perché recentemente, almeno che io non mi sia perso qualcosa, è una qualcosa che non ho visto fare a nessuno.

Nel concerto hai duettato con Ivana Spagna, che io adoro da sempre. Come mai lei? Preferisci la sua fase in inglese o in italiano?

Mi piace molto e non l’avrei invitata altrimenti. La preferisco nella sua fase italiana.

Perché sei troppo giovane! Io sono cresciuto con Easy Lady!

Eh si! Può essere!

In questi giorni invece sei in giro con un nuovo tour Live In Acustico, che sai ho apprezzato molto, ci sarà un CD live anche di questo?

Probabilmente no, forse del tour di questa estate. Poi ci sarà un nuovo disco di inediti ma ancora c’è molto da lavorare e non so cosa farò per promuoverlo.

Sempre per chiarire la situazione, il tuo sito non è aggiornato da un po’…

Valerioscanuofficial.com  lo ha la EMI che già non lo aggiornava al tempo, figurati adesso! Sicuramente appena chiuderemo il contratto dovranno darmi gli accessi. Poi c’è un altro sito, Valerioscanu.com che è gestito da alcuni miei parenti…ma anche lì ci sono delle piccole incomprensioni a riguardo.

Negli ultimi due CD i brani che chiudono gli album sono i due che, oltre al dare il nome al rispettivo lavoro,  ti vedono tra glia autori. Nel nuovo lavoro di inediti ci saranno pezzi scritti da te?

Forse, ma mi sento più in grado di fare qualcosa con i testi che con le musiche…

Hai anche un piano ormai! Non hai scuse per non comporre…

Tengo a precisare, e per favore riporta questa informazione bene, che il piano che mi è stato regalato dai miei fans per il compleanno – CHE ANCORA RINGRAZIO DI CUORE- non è ancora arrivato. Per ora ne ho  uno in comodato uso in attesa di quello “vero”. Per quanto riguarda il suonare, quando anni fa ho studiato musica ho imparato solo a suonare musica classica quindi mi viene meglio, almeno per il momento, suonare qualcosa tipo Chopin che Scanu!

Una cosa che ho notato è che molte delle tue canzoni che preferisco sono scritte da Luca Mattioni. Mi sembrano che siano quelle che canti con maggior trasporto…

Luca l’ho conosciuto tramite la EMI, una delle poche conoscenze intelligenti che mi ha fatto fare la mia casa discografico. Mi fa piacere che dici questo poiché sono in contatto proprio con lui per il prossimo disco. Sicuramente ce ne sarà una sua nel nuovo album…una canzone di svolta, però non ti dico ancora nient’altro…!

Che musica ascoltavi da piccolo?

Whitney Houston, Celine Dion, Mariah, Giorgia, Baroni…

Ho notato infatti che hai ricordato Alex nell’anniversario della sua morte, c’è una sua canzone alla quale sei più legato?

Un po’ tutte…anche se le più lente sono quelle che preferisco.

Ormai sai che sono un tuo groupie, quindi andando a informarmi ho visto che hai vinto Bravo Bravissimo! Che ricordo hai di Mike Bongiorno?

Super Top! (Fa un’imitazione di Virginia Raffaele, ndr)

Ti piace la Raffaele?

Io l’adoro…

Saresti perfetto per una sua imitazione!

Non lo so, non credo… io sono INIMITABILE ! (ride) Scherzi a parte… oltre a farsi due boccoli e dire “questo è Scanu” che altro potrebbe fare?

La tua atoironia è una cosa che un comico potrebbe saper cogliere! Io ti dico una cosa,è proprio l’autoironia che mi ha colpito maggiormente di te durante il concerto di Roma…

…ed infatti è anche quello che ha detto Platinette dopo essere venuto a vedermi a Milano…

Quindi vedi che tu non sei acido di natura! Solo quando vieni attaccato o viene invaso il tuo privato che rispondi in modo acido, ma un acido divertente…Prendiamo le tue litigate famose, per esempio…

Il fatto è che le mie litigate sono sempre state con gente che bene o male è acida quanto me, o meglio, QUASI quanto me, perché come me non ce ne sono…(ridacchiamo, ndr). Il fatto è che cerco di superare con la mia acidità e le mie risposte certa gente che notoriamente ne detiene il primato, quale per esempio la Lucarelli che più che fare satira con stronzate non riesce.

Bisognerebbe rispettare che tu, come altri, siate ancora giovani e il fatto che facciate un lavoro che vi espone non dovrebbe far dimenticare a gente adulta che avete il vostro percorso personale da fare…

Sono assolutamente d’accordo! Infatti se avessi dovuto dar retta ad alcuni sarebbe da un bel pezzo che avrei smesso di fare quello che faccio. Io trovo la mia forza nei miei fans che mi sostengono e ci sono sempre per me.

La tua situazione a volte mi ricorda quella di Cliff Richards in Inghilterra, amato dalle fedeli fans ma boicotatto da radio e case discografiche . Come mai secondo te non c’è questo desiderio di spingere un talentuoso giovane cantante?

Perché siamo tanti e siamo ancora in fase di sperimentazione. Quello che conta è nel lungo andare… Poi ognuno spinge il suo…. io non ho nessuno che mi spinge a parte me stesso e i miei fans! Anche i concerti di quest’estate me li produco da me perché fino all’anno scorso ho avuto solo gente che ci ha speculato, che con la scusa della crisi bisognava abbassare il compenso delle serate e poi ho scoperto che venivo venduto a molto di più di quello che mi veniva detto, allora ho deciso di fare tutto da solo creando una struttura anche migliore di quelle che ho avuto persino dopo aver vinto Sanremo, ma facendo in questo modo riesco a tagliare tanti costi di produzione inutili.

Ecco, Sanremo. Anche in quell’occasione sia nei tuoi confronti che in quelli di Per Tutte Le Volte Che… trovo ci sia stato un accanimento eccessivo; io quello che avevo visto era un giovane cantante con una bella voce, una faccia pulita che cantava una poesia musicata. Come te lo spieghi?

Io sto sul cazzo per il mio carattere, il fatto di alzare il sopracciglio, di non fare buon viso a cattivo gioco… questo irrita.

Ma se uno deve giudicare solo l’artista è molto riduttivo…

Può anche non piacere la canzone…

Quello senza dubbio…

Tra i giovani artisti uomini in questo momento, a parte Marco Mengoni, chi c’è?

Mengoni è molto bravo e ha uno straordinario successo…e ha una staff dietro che è interessato alla sua crescita artistica…

Poi c’è il nuovo che avanza, cioè i rappers…

*Alza sopracciglio*

Stai vedendo Amici?

No perché avevo il concerto in Svizzera, poi non sono stato invitato e quindi non l’ho potuto vedere neanche lì di persona! (ride).

Hai qualche consiglio da dare ai ragazzi?

Sinceramente no.

C’è un bel ricordo della tua esperienza ad Amici?

Tutto…

Una canzone in cui ti sei sentito veramente figo?

Tutte! (ride) …Listen…

Una canzone che hai trovato particolarmente difficile?

Nessuna tra quelle eseguite, ma una di quelle provate: “Bocca Di Rosa”.

Ogni anno provano a farla cantare a qualcuno…

…e poi nessuno la fa…!

Si è parlato tanto della tua liposuzione e so che vuoi chiarire alcune cose a riguardo.

Partendo dal presupposto che io non sono andato lì per parlare della mia liposuzione, sono stato invitato a questa trasmissione sulla chirurgia estetica, era a Roma, erano state invitate anche persone che non hanno fatto alcun intervento, credo, come ad esempio lo stilista Franco Ciambella. Siamo stati invitati per parlare, interagire in questo salotto. Ad un certo punto si parava di liposuzione…e sono intervenuto perché avevo la mia esperienza diretta da raccontare. Ora, siamo nel 2013 dove la maggior parte delle persone ha in corpo più botulino che neuroni, soprattutto quelli che non hanno fatto altro altro che parlarne – in tv, giornali e radio – e che insistono a dire che non hanno ritoccato nulla…io onestamente non ho problemi a dichiarare quello che faccio. Ripeto, sono stato invitato ad un salotto televisivo che trattava di chirurgia estetica, si parlava di interventi non riusciti e mi veniva da ridere, mi hanno chiesto come mai e io ho semplicemente raccontato la mia esperienza personale. Non capisco come mai tutte queste persone sono pronte a parlare di quante liposuzioni o interventi io abbia fatto ma negano l’evidenza che li riguarda. Io credo che ormai almeno il 90% delle persone abbia fatto almeno qualcosina…

Io appartengo al 10% allora…

Per scelta tua! Perché ce ne sarebbe da ritoccare!

BITCH! (RIDIAMO…)

Guarda, io ho fatto tutto quello che potevo per migliorarmi: la liposuzione, l’intervento agli occhi, ho tolto un’unghia incarnita…

E i denti? Hai dei denti bellissimi! Hai messo l’apparecchio?

No i denti sono naturali così e mai ci farò niente!

Anche i tuoi capelli hanno fatto spesso parlare. Come nasce la passione per i capelli?

E’ arte anche quella! Non lo faccio per soldi ma per passione; una mia amica mi ha insegnato tutto quello che so. Non nego che se mi dovesse capitare un’occasione di aprire un qualcosa un domani…magari insieme a questa mia amica…magari in centro…

Un piano B?

No… un piano parallelo, un investimento.

Che poi mi giunge voce che tu sia anche molto bravo.

Beh ormai sono sue anni che sperimento.

Proprio a questo riguardo c’è una domanda che ti voglio porre tra le cinque selezionate tra i lettori del mio blog. E’ una domanda che mi è stata, paradossalmente, fatta più volte…

domanda sara boccoli

 

Il segreto è nel senso antiorario (fa l’occhiolino)

 

domanda antonella prgetto non musicale

 

 

il progetto di cui parlavo è proprio quello con la mia amica

 

Abbiamo poi un disegnino per te, da parte di Francesca, vistala tua fobia da cerniere lampo dei pantaloni…

disegno francesca per patta pantaloni

 

Interessante (ride)…

 

domanda simona sogno:incubo

 

Nessun incubo…ancora vivo il sogno!

 

Schermata 04-2456400 alle 13.31.15

 

Non cambierei nulla del passato… Migliorerò il futuro…

 

 

 

domanda liz su califano

 

 

No, credo che per queste cose ci voglia l’invito. Io ho omaggiato Franco Califano quando era ancora vivo e trovo assurdi certi fenomeni post mortem. Ovviamente se mi dovessero chiamare per il concerto in suo onore ci andrei subito;  Io parlo delle radio che passano e celebrano solo ora “il grande artista”. Sono convinto che se dovessi crepare ora avrei un riscontro maggiore dal punto di vista della critica e delle radio… però spero per loro di non crepare altrimenti vado a trovare gli incubi di tutti loro (ride)!

 

domanda miche su occhi

 

 

No gli occhi nessun problema… i problemi li hanno creati le sopracciglia alzate!

 

Grazie di cuore Valerio! Hai qualcosa da aggiungere?

Grazie a te! Credo che abbiamo toccato tutto…se ci sono aggiornamenti ti farò sapere!