Archivi tag: link

NUOVO SINGOLO PER (IVANA) SPAGNA : BABY DON’T GO

SPAGNA BABY DON'T GO BANNER

Quando quasi un anno fa intervistai Ivana Spagna (qui l’intervista) ci disse che sperava do fare un album entro il Natale 2014… con un po’ di ritardo ecco arrivare il nuovo singolo, sempre con etichetta Off Limits.

Dalla Previw le premesse ci son tutte per un nuovo pezzo tutto dance. Non è data sapere data d’uscita precisa ma per il momento doniamo accontentarci di un non precisato Coming Soon..

SPAGNA BABY DON'T GO COPERTINA

 

VALERIO SCANU APRE DALIDA’

10157354_621662404592611_869113916_nIl 16 aprile è stato inaugurato ufficialmente la boutique Dalidà, nuova avventura di Valerio Scanu imprenditore in Via Margutta 14, a due passi da Piazza Di Spagna in Roma.

Alla “serata evento” hanno partecipato amici e personaggi del mondo dello spettacolo che hanno voluto condividere con Valerio questa nuova avventura: Nenella Impiglia, Stefania Orlando, Antonino Spadaccino, Barbara di Palma ed Olmes Carretti.

Valerio Nenella Stefania Barbara social Il negozio, come l’inaugurazione stessa, rappresenta molto bene Valerio e il suo mondo fatto di ordine, dettagli, buon cibo, amicizia, classicità…e quel tocco di follia che rende tutto unico. 10171236_628328483926003_283581150776526385_n La cosa che mi ha colpito è come, se a primo acchito sembrerebbe un negozio di scarpe, è solo entrandoci che ti rendi conto di come il concetto di boutique sia il più adatto: niente è lasciato al caso e il cliente apnea entra si sente coccolato e unico e soprattutto….non ci sono solo scarpe! Ma bisogna andare a visitarlo per capire di cosa sto parlando! Inaugurazione L’inaugurazione è stata, almeno personalmente, un’occasione per poter rincontrare anche amici che, causa impegni d tutti, non riesco a vedere quanto vorrei. 10014641_10152127192211156_2814009007533343436_n Tutte le informazioni le trovate nella pagine ufficiale Facebook cliccando qui. A seguire trovate alcune foto dell’inaugurazione e il comunicato stampa che ho trovato molto completo e interessante (la spiegazione del logo, del nome, etc) …e ho pensato di girarvelo così come è arrivato a me. Merda! Merda! Merda! a te Valerio e a tutte le persone che fanno parte di questo nuovo e bel progetto. CS DALIDA'

INTERVISTA A IVANA SPAGNA : LA MAGIA DELLA MUSICA

Prima di lasciarvi all’intervista con Ivana Spagna, devo fare una piccola -ma importante-  premessa: io AMO la sua musica ed è stato per me molto emozionante poter fare una chiacchierata con lei sulla sua carriera. Ovviamente, come ogni fan che si rispetti, avrei potuto parlarci per ore…ma alla fine bisogna mettere la finta professionalità da blogger davanti e sfruttare fino all’ultimo secondo messoti a disposizione. Volevo quindi ringraziare Letizia e Luca che hanno reso possibile una delle mie “interviste da sogno”. Grazie di cuore a loro….e buona lettura a tutti voi!

10149247_10152078111276156_1003851831_n

Ciao Ivana! Grazie di cuore per questa intervista. Vorrei iniziare subito dal presente: da pochi giorni è uscito il tuo nuovo singolo The Magic Of Love che richiama le tue origini della dance anni 80.

 

Si, mi è tornata la voglia di fare nuovamente la dance e di cantare in inglese. Non ti so dire per quale ragione ma più vado avanti, più aumenta la consapevolezza che devo fare solo le cose che sento di fare. Forse anche per uscire dal grigiore che, nessuno escluso, abbiamo tutti qui in Italia al momento; avevo voglia di fare qualcosa che mi desse entusiasmo, gioia e quindi, visto che per me la gioia è fare la dance, ho riunito tutto il team dei tempi di Call Me, Easy Lady e le altre. Negli anni in cui cantavo principalmente in italiano, ognuno di noi aveva preso la propria strada artistica e allora ho preso il telefono e per primo ho chiamato Larry (Pignagnoli, ndr) e gli ho proposto di fare qualcosa nuovamente insieme, quindi ho chiamato mio fratello Theo, Roby (Roberto) Battini, Annerley Gordon…ed è stata una  vera e propria reunion.

SPAGNA The Magic Of Love

Infatti il mood del brano mi ricorda molto quello di Call Me: una canzone dal testo molto emotivo, ma se poi la uniamo all’arrangiamento dance, allora tutto cambia e ti vien solo voglia di ballare e lasciare alle spalle la tristezza.

Ed è esattamente quello che volevo fare con questa canzone!  Anche se ti capita di non avere niente in tasca, o magari può essere la giornta più uggiosa dell’anno… ma se hai qualcuno vicino che ti vuole bene davvero la magia dell’amore ti fa scomparire tutto, ti pittura il cielo, ti mette l’arcobaleno! L’amore è una magia vera! Volevo trasmettere alla gente la gioia con un pezzo con un messaggio positivo, fatto con entusiasmo… lo stesso entusiasmo che ho vissuto io nel ritrovarmi con questi muscisti. Sembravamo dei ragazzini tornati a fare musica tutti insieme con spensieratezza.

Uscirà anche un nuovo album dance?

Si, vogliamo andare avanti e far uscire qualcosa per natale. Ci tengo tanto che accada.

Mi hanno sempre incuriosito tanto gli innumerevoli pseudonimi che hai, che avete, utilizzato prima dei successi con il nome di  Spagna…

Eravamo sempre NOI! ahahah Delle Fun Fun ero autrice dei testi e cantavo insieme ad Antonella Pepe che ora è una corista in Rai. Poi dopo tanti successi europei e anche un successo in America con un gruppo che si chiamava Advance, proposi di fare qualcosa anche per me…e da lì è nata Easy Lady!

Yvonne K era un po’ una versione demo di Spagna…

Ivonne K era  un progetto che non mi sentivo completamente mio perché non era prodotta da me e musicalmente non suonava come avrei voluto. Solo dopo che Easy Lady era nata ho deciso che sarebbe stato Spagna il nome che volevo usare, un segno di riconoscimento per mio papà, della mia famiglia.

Come spesso hai raccontato è grazie  alla tua famiglia, che ti ha supportato negli anni della gavetta, che oggi possiamo ripercorrere tutti questi tuoi successi.

Assolutamente! Anzi sono sempre stati loro a crederci più di quanto non lo facessi io! Mio padre amava sentirmi cantare e mi diceva sempre che sarei diventata una cantante affermata, io rispondevo sempre con un “ma va là…”. Era lui il vero sognatore….come ti dicevo il nome Spagna l’ho scelto proprio per questi motivi. La famiglia è importante, non avevamo molti soldi ma ci bastavamo noi quattro per darci la forza di andare avanti.

Rimanendo in tema di famiglia, non possiamo non parlare di tuo fratello Theo, che ho avuto il piacere di incontrare in un paio di occasioni e devo dire essere una persona squisita. Lui è una figura fondamentale per la tua carriera…ma bisogna dargli una tirannia d’orecchi: non ti ha dato The Rhythm Of The Night!

Schermata 03-2456735 alle 20.21.32

Ahahah questo si! Ma sai in quegli anni io stavo vivendo negli Stati Uniti e quindi ognuno di noi, come ti dicevo prima, aveva preso anche altre strade professionali e lui realizzava anche altre produzioni. Quando ho scoperto che  quella canzone che sentivo alla radio l’aveva fatta lui effettivamente una tiratina d’orecchi gliela avrei voluta dare!

In un certo senso te ne sei riappropriata! Ormai la canti sempre nei tuoi concerti!

 

Ahahah Perché è una canzone bellissima e mi diverte molto! Ma alla fine è stata solo colpa mia perché ero stata io ad andarmene dall’Italia.

Una curiosità che in pochi sanno è che tu sei stata la prima artista ad aver inciso Mamy Blue e che quindi tutte le versioni, anche famosissime, che ci sono state negli anni sono in realtà cover di una tua canzone!

 

E’ vero! Hubert Giraud, che era l’autore di Dalidà, era venuto in Italia poiché era amico dell’editore della mia casa discografica il quale voleva che Giraud scrivesse  una canzone per me. La canzone in originale diceva “ho 16 anni (anche se ne avevo solo 15) e son già ferita dalla relatà” tutte le versioni dopo sono diventate “avevo 16 anni…” oppure “quano ero giovane…”. Ricordo che andammo alla Mostra Di Venezia ma io non mi sentivo pronta e iniziai a piangere in macchina. Al ritorno capii che non riuscivo a stare lontano dalla mia famiglia. Quindi dopo un altro 45 giri (Ari Ari scritta da Bruno Lauzi, ndr) decisi di rescindere il contratto. Solo compiuti i 18 anni formai un gruppo con mio fratello che, essendo appunto mio fratello, mi riusciva a dare la sensazione di girare e avere sempre con me la mia famiglia. Poi si unì anche Larry, con il quale iniziò una storia…a quel punto eravamo veramente una grande famiglia!

Come hai capito ho molte curiosità da chiederti. Tra queste c’è la nascita di Gente Come Noi e come è stato l’approccio con la stesura di un brano in italiano dopo anni in cui scrivevi canzoni solo in inglese.

Te lo dico subito: dopo che Elton John mi scelse per fare Il Cerchio Della Vita. mi contattò Baudo per Sanremo; io non avevo mai scritto in italiano e quindi il mio produttore di allora mi disse che mi avrebbe trovato lui il pezzo giusto che   provinai un po’ tutelante e…con un febbrone da cavallo! Quando Pippo la sentì non ne fu entusiasta perché disse che voleva altro da me. Allora il produttore mi propose un altro brano ma io risposi che o l’averi scritta io o a Sanremo non ci sarei andata. Mi misi al pianoforte e  il 90% di Gente come Noi  nacque in una sera. Quando Baudo la sentì disse, soddisfatto, che era esattamente la Spagna che voleva.

Probabilmente era anche la Spagna che anche io volevo, forse dovuto anche al fatto che l’italiano era più immediato  e quindi riuscivo ad entrare meglio nel testo.

Capisco quello che vuoi dire perché in un certo senso anche per me l’inglese era come una protezione; avevo una sorta di paura nello scrivere in italiano perché c’era il pudore soprattutto nei confronti di mia madre. Ricordo infatti che lei mi chiedeva sempre di raccontarle di cosa parlassero le canzoni che stavo scrivendo prima che fossero finite ma, per paura che si rattristasse, le dicevo sempre di aspettare. Lo facevo perché con la musica abbinata le parole diventavano una canzone che rende il tutto una cosa diversa in cui il testo e la musica di equilibrano.

Il tuo Sanremo che mi ha emozionato maggiormente, musicalmente parlando, è stato quando hai portato in gara Con Il Tuo Nome: tuttora ogni volta che l’ascolto ho i brividi.

 

Anche a me piaceva tanto quella canzone, veramente tanto.

Per allaciarmi ad un altro discorso, passo per Valerio Scanu del quale il mio blog si occupa spesso e so essere un nostro amico in comune. Con lui hai duettato un po’ di tempo fa durante il suo primo concerto di Natale. Come è nata quella collaborazione?

A Valerio voglio molto bene. Oltre ad essere un bravo cantante è una persona molto intelligente e poi….amo i suoi cucciolini!!!!

Ahahah allora mi leggi nel pensiero perché io volevo arrivare proprio al tuo amore per gli animali! Tra le altre cose tu sei anche una stilista per gli amici a quattro zampe…

Esatto, con la linea Belli Monelli! Gatti, cane, capre…tutti! Gli animali li amo veramente tutti!

Quindi non possiamo non ricordare la tua gatta storica, Bimba…

Ohhh Bimba! Lei è stata così importante…mi ha salvato la vita nel vero senso della parola…

Visto che sei tu a parlarne, prendo spunto proprio dall’aneddoto  che racconti in Quasi Una Confessione, la tua autobiografia, che riguarda Bimba per poter fare una mia personale riflessione: devo dire che dopo l’uscita di quel libro ti ho visto più serena, come se ti fossi liberata di alcuni spettri del passato.

Cover-libro-Ivana-SPAGNA quasi una confessione copertina

Bravo! Bravo! Hai ragione!

Concludo dicendo che la Laurea Honoris Causa in Scienze Della Comunicazione te la sei meritata tutta: sono pochi che riescono a comunicare le emozioni tramite le proprie canzoni come fai, quindi ne hai una Ad Honorem anche da parte del mio cuore.

Ma grazie!  Sei carino davvero!

Grazie a te, Ivana! spero che la mia emozione nel parlarti non mi abbia fatto risultare troppo impacciato!

Sei stato assolutamente perfetto! Io ringrazio te e mando un saluto ai tuoi lettori, a Valerio e… i suoi adorabili cucciolini!

L’intervista finisce qui. Spero che sia stata per voi una bella lettura come è stat per me un’esperienza emozionante. Ivana Spagna si conferma una persona dalla sensibilità unica e con il senso della vita che dovrebbe essere di ispirazione a molti.

The Magic of love è disponibile su iTunes clccando qui.

A VOLTE RITORNANO… SIA – CHANDELIER

sia chandelier cover copertina

 

Sia è probabilmente una delle autrici più prolifiche degli ultimi anni. A lei infatti dobbiamo canzoni belle come Diamonds (Rihanna) e Titanius (David Guetta) ma ha praticamente scritto canzoni per tutti (Christina Aguilera, Eminem, Flo Rida, Afrojack, Jennifer Lopez, Shakira, Lea Michele, Kylie Minogue, Leona Lewis, Hilltop Hoods, Katy Perry, Ke$ha, Rita Ora, Britney Spears, Jessie J, Oh Land, Celine Dion, etc) godendosi il successo ma non cercando mai la fama che, pare, le metta ansia.

Non sorprende quindi che il suo ritorno ufficiale sia a quattro anni di distanza dal precedente album We Are Born del 2010.

Chadelier è una bellissima canzone che richiama un po’ Diamonds… e questo è un bel complimento. Aspettando l’album con la certezza che ci saranno vere e proprio perle musical all’interno.

Dopo quasi

 

TANTI AUGURI A….SABRINA SALERNO

sabrina salerno

Ognuno ha il suo mito, la sua icona…e Sabrina Salerno è sempre stata la mia (qui potete leggere un post sul mio amore per l’originale Sabrinona nazionale) tanto che Boys è tuttora la mia canzone preferita di tutti i tempi.

Ogni anno quando arriva il 15 marzo mi viene un sorriso stampato in volto perché è il suo compleanno e mi ricordo come da ragazzetto lo festeggiavo a modo mio (il Sabrina Day). E si sa, le buone abitudini non si devono abbandonare.

Nel corso degli anni la mia passione è diventata una sorta di ossessione collezionistica…

644463_10151533715963213_952680603_n

e tuttora continuo ad aggiungere pezzi alla mia collezione cercando sempre di realizzare il sogno assoluto dell’Igor tenneger: averli tutti autografati!!!

sabrina salerno autografo

Il sogno di Igor adulto è di riuscire a intervistarla per questo blog ma per ora mi accontento di quest’accenno :)

Non mi resta che augurare un bruno compleanno alla sempre splendida e sorridente Sabrina e….un buon SABRINA DAY  a tutti!!! :)

ps: doppiamente auguri allora….

Schermata 03-2456732 alle 12.43.52

ANNA TATANGELO – SENZA DIRE CHE : ASCOLTA IL NUOVO SINGOLO

anna tatangelo senza dire che copertina coverAnna Tatangelo sembra andarci molto cauta con il suo ritorno e scegliere accuratamente le sfaccettature con le quali decide di riproporsi al mercato discografico.

Dopo l’esperienza Coconuda/ Occhio x Occhio -vincitrice morale degli ultimi due festival di Sanremo- eccola tornare con un brano più in stile Tatangelo ma con un quid di radio friendly in più grazie anche all’ausilio di Kekko dei Modà che firma il brano.

Un ritorno gradevole che non mancherà di farsi strada nelle frequenze della vostra autoradio e che forse conquisterà qualche fan in più o dovrà dare comunque del filo da torciere a tutti i detrattori che pensano più alla sua vita privata che a quella musicale.

Bentornata Anna. Aspetto l’album con curiosità cercando di conoscere gli anelli di congiunzione tra Occhio X Occhio e questa Senza Dire Che.

Senza Dire Che è disponibile da oggi su iTunes cliccando qui.

PS. se volete approfondire il mio Tatangelo-pensiero vi rimando qui.
anna tatangelo senza dire che copertina cover

MALDAMORE : RECENSIONE DEL FILM CON AMBRA ANGIOLINI, LUCA ZINGARETTI, LUISA RANIERI…..

1781991_513423022104864_1027060174_n

Ieri sera sono andato a vedere l’anteprima di Maldamore, film diretto da Angelo Longoni con Ambra Angiolini, Luisa Ranieri, Luca Zingaretti, Alessandro Boni, Eugenio Franceschini e con la partecipazione di Claudia Gerini, Ettore Bassi e Maria Grazia Cucinotta che ne è anche produttrice con la sua società di produzione Italian Dreams Factory srl. la distribuzione del film è affidata alla Bolero film.

1898231_10152064624736156_475547721_n

Come sapete, apprezzo particolarmente Ambra e per me è sempre un piacere vedere qualcosa in cui ci sia lei, ma questa mia passione non influenza il giudizio realistico di quello che vedo.

Detto ciò, se dovessi fare una recensione in una sola parola, direi che questo film è Estremamente godibile.

E’ un film corale con tutti i protagonisti in grandissima forma e una trama che incentra un unico grande protagonista: le corna.

)

Ma le corna, come insegna il film, bisogna saperle mettere, saperle fare, saperle confessare e anche accettare.

Ho trovato tutti gli attori, principali e non, in grado di valorizzare il loro personaggio in modo da non renderlo mai macchietta o cliché: Ambra Angiolini perfetta nel ruolo di moglie insoddisfatta, Luca Zingaretti azzeccatissimo come traditore seriale mentre Luisa Ranieri e Alessandro Boni si completano bene come cornificatori/ cornuti. Ma la vera rivelazione del film è senza dubbio Eugenio Franceschini (che già avevo apprezzato in Sapore Di Te dei fratelli Vanzina) perfetto nel ruolo di appassionato del genere Milf.

Una menzione speciale vanno anche a tre attori non protagonisti che rubano la scena durante i loro cameo: la “padrona di casa” Maria Grazia Cucinotta che altro non è che un ricordo di una zia sexy che ha turbato l’immaginario erotico del personaggio interpretato da Zingaretti; Claudia Gerini nella donna piena di problemi (uno tra tutti la vodka) che rimorchia Zingaretti (sempre lui…) in un bar; Ettore Bassi che…non ve lo dico! Dovete andare a vederlo.

Maldamore non vincerà l’Oscar, non cambierà il mondo ma sicuramente vi farà uscire dal cinema con un sorriso dolcemaro perché la domanda vi nascerà spontanea: ma anche io ho le corna?

Maldamore uscirà il 13 marzo nei migliori cinema italiani.

LILY ALLEN – OUR TIME : NUOVO VIDEO + INFO ALBUM SHEEZUS

lily-sheezus-standard-artwork

Lily Allen è sicuramente la cantante che negli ultimi anni è riuscita meglio a spiegare “la mia Londra” tramite le sue canzoni, i suoi video, la sua pronuncia… e ogni volta che l’ascolto ho un po’ di malinconia (che però termina subito).

Con il suo terzo e atteso album ormai dietro l’angolo, è arrivato il momento per il terzo singolo ufficiale: Our Time.

Un brano delicato e orecchiabile dall’alto tasso radiofonico. Con questo brano Lily ci regala il tassello mancante dai precedenti Hard Out Here e Air Baloon così distanti tra di loro musicalmente tanto da far domandare a molti quale come sarebbero riuscite a stare nello stesso album in modo armonioso; con Our Time abbiamo la riposta e l’attesa per il nuovo album Sheezus aumenta (almeno per me)

Sheezus uscirà in UK il 5 maggio e questa è la tracklist ufficiale per la standard edition:
1. ‘Sheezus’
2. ‘L8 CMMR’
3. ‘Air Balloon’
4. ‘Our Time’
5. ‘Insincerely Yours’
6. ‘Take My Place’
7. ‘As Long As I Got You’
8. ‘URL Badman’
9. ‘Silver Spoon’
10. ‘The Life For Me’
11. ‘Hard Out Here’

A VOLTE RITORNANO… (IVANA) SPAGNA – THE MAGIC OF LOVE

IVANA SPAGNA THE MAGIC OF LOVE COVER COPERTINA

Per chi come me è nato negli anni 70 ma è cresciuto e vissuto gli anni della spensieratezza negli anni 80 e 90, Ivana Spagna è sicuramente una figura musicale di riferimento o quanto meno di grande impatto.

Com due fasi artistiche ben distinte, la prima in tipico stile Italo Disco fino al 1994 e la seconda caratterizzata dalla melodia italiana e dai vari Sanremo.

Negli ultimi anni Spagna ha sicuramente mantenuto un profilo ben distinto ma i grandi successi discografici sono stati (ingiustamente) inferiori a quelli degli anni d’oro.

Un paio di anni fa Ivana era tornata con l’album 4 a una produzione interamente in inglese, ma è con questo nuovo singolo, The Magic Of Love, che la cantante veneta torna alle origini, alla dance ma soprattutto con la produzione (lo deduco poiché il singolo esce sotto etichetta Off Limits) di Larry Pignagnoli.

Questo ritorno alle origini è sicuramente, musicalmente parlando, un felice e allegro ritorno. Personalmente lo avrei fatto uscire un paio di mesi dopo per poterne sfruttare a pieno il potenziale estivo. Ma io non mi lamento…

Per vedere il video, in esclusiva su TGCom, basta cliccare qui.

The Magic Of Love sarà disponibile dall’11 marzo

ARISA – SE VEDO TE: RECENSIONE ALBUM

Arisa_Se-vedo-te

Non bisogna farsi ingannare da Controvento, la canzone vincitrice del 64ismo Festival di Sanremo, perché Se Vedo Te è molto di più. Controvento –unico brano scritto di questo album scritto da Giuseppe Anastasi che fino ad ora si era occupato di quasi tutta la produzione discografica della cantante di Pignola-  rappresenta un perfetto ponte tra l’Arisa che conosciamo e quella che è diventata e che sarà.

In questo anno di assenza dalle scene è evidente che Arisa abbia ascoltato tanta musica e abbia cercato autori e sonorità che potessero aiutarla a fare tirar fuori altre sfaccettature della sua anima musicale. E’ evidente che Arisa abbia trovato in Cristina Donà l’anello mancante.  Canzoni come Lentamente (Il primo che passa) -portata anch’essa a Sanremo-, Chissà Cosa Diresti e la title track Se Vedo Te sono perfetti esempi di come la voce di Arisa ben si presta a tutte le sonorità.

Bellissimi i testi che portano il nome di Rosalba Pippa come autrice (La cosa più importante, Quante parole che non dici e Stai bene su di me).

Personalmente trovo che la vera chicca dell’album sia la canzone scritta da Dente, Sinceramente, che è un perfetto esempio della musica italiana dalla quale molti colleghi e colleghe dovrebbero prendere esempio.

Sinceramente ho fatto tutto quello che dovevo, ho detto pure una bugia. Sinceramente

Riassumendo, un bellissimo album che impone Arisa come una delle migliori esponenti di Made In Italy sul mercato, che riesce ad accontentare critica e pubblico. Voto: 9

  1. L’ultima volta – 3:20 (Testo e musica: Angelo Trabace)
  2. Chissà cosa diresti – 3:43 (Testo: Cristina Donà – Musica: Cristina Donà e Saverio Lanza)
  3. La cosa più importante – 4:02 (Testo e musica: Christian Lavoro e Rosalba Pippa)
  4. Se vedo te – 4:25 (feat. Cristina Donà) (Testo: Cristina Donà – Musica: Cristina Donà e Saverio Lanza)
  5. Lentamente (Il primo che passa) – 3:50 (Testo: Cristina Donà e Rosalba Pippa – Musica: Saverio Lanza e Cristina Donà)
  6. Quante parole che non dici – 3:48 (Testo e musica: Antonio Di Martino e Rosalba Pippa)
  7. Sinceramente – 2:34 (Testo e musica: Dente)
  8. Dici che non mi trovi mai – 3:46 (Testo: Cristina Donà – Musica: Cristina Donà e Saverio Lanza)
  9. Dimmi se adesso mi vedi – 3:01 (Testo e Musica: Marco Guazzone)
  10. Controvento – 3:37 (Testo e musica: Giuseppe Anastasi)
  11. Stai bene su di me – 2:57 (Testo e musica: Antonio Di Martino e Rosalba Pippa)

Potete acquistare Se Vedo Te nei migliori negozi di dischi (migliori perché sono gli unici rimasti..) e su iTunes cliccando qui.

Per ascoltarlo in modo LEGALE, potete farlo su Spotify:

#SANREMO2014 : PAGELLE E RIFLESSIONI SECONDA SERATA

big_sanremo_2014-320x376

Stoico come pochi, anche per questa seconda serata sono rimasto incollato davanti alla TV (tranne per una decina di minuti, ma lo scoprirete dopo..) per poter fare questo blog. Andiamo insieme a ripercorrere insieme quindi cosa è successo.

Sanremo & Sanromolo, l’anteprima condotta da Pif: questa seconda puntata è andata decisamente meglio, un Pif che sapeva di Pif nel linguaggio e nei contenuti. Confido in questa tenuta di qualità. Voto: 7

Il programma  vero e proprio si apre con una grande, grossa, grassa marketta:

santamria-legge-620x350

con il pretesto dell’edizione celebrativa dei 60 anni della RAI, si ricorda il maestro elementare Alberto Manzi che, guarda caso è anche al centro della nuova fiction di prossima partenza targata RAI.

Inizia lo spettacolo e le prime ospiti sono le Gemelle Kesller che con i loro 78 anni “ancora je l’ammollano”…

Sanremo Festival

peccato venire poi raggiunte da una fuori luogo Luciana Littizzetto…

canta1-620x350

La prima vera novità di questa serata è che si inizia subito con la gara

Primo ascolto Francesco Renga – A un isolato da te. 

Un Renga un po’ sottotono con una canzone giusto sopra la sufficienza. Voto: 6,5

Primo ascolto Francesco Renga –  Vivendo adesso.

Il brano forse più atteso di questo Festival grazie alla firma di Elisa. Un brano pieno, ricco di sonorità. Podio garantito. Voto: 8

Sanremo Festival

Passa, come prevedibile, Vivendo Adesso.

Riassumendo: Renga quando torna lo fa solo se sa di poter vincere.

Si continua con la gara.

Primo ascolto Giuliano Palma – Così lontano. 

Scritta da Nina Zilli, la canzone non riesce a scrollarsi di dosso la sua autrice. Non ci siamo. Voto: 4,5

Primo ascolto Giuliano Palma – Un bacio crudele. 

La situazione non migliora. Voto: 4,5 

Sanremo Festival

 

Passa, prevedibilmente, il brano della Zilli.

Riassumendo: Gli occhiali da sole neri sul palco se li può permettere solo Loredana Bertè, tutti gli altri sono fuori luogo.

Fazio e Lucianina si lasciano andare ad una nuova pipa sulla bellezza; che qualcuno gli dica che non ci interessava la prima volta,…figuriamoci la seconda, Speriamo che non ci sia il tre…

Torniamo alla gara ed è il  turno della mia preferita alla vigilia (tra noi Scopelliti ci capiamo).

Primo ascolto Noemi – Un uomo è un albero

Un po’ perplesso per il look, ascolto deluso questa sua interpretazione di un brano “carino”. E per Noemi “carino” non è abbastanza. Voto: 6,5

Primo ascolto Noemi –  Bagnati dal sole. 

Qui riconosco la mia Noemi, piena di energia e che trasmette ogni singola parola e emozione. Voto: 8,5

noemi-entra-620x350

 

Fortunatamente vince la seconda canzone.

Riassumendo: più che altro è un consiglio da parte di uno Scopelliti che è stato 8 anni a Londra: NON FARTI TAGLIARE MAI I CAPELLI A SOHO O CAMDEN TOWN!!!!

Inspiegabilmente continuiamo con la gara… E’ il turno di colui che l’anno scorso tanto mi era piaciuto tra i giovani:

Primo ascolto Renzo Rubino – Ora.

Rubino non delude mai. Può fare di meglio…ma non delude mai.  Voto: 7,5

Primo ascolto Renzo Rubino – Per sempre e poi basta

La canzone più bella del Festival interpretata in modo magistrale. Voto: 9

renzo-rubino1-620x350

 

A passare è, inspiegabilmente – seppur bella- Ora. Con Per Sempre E Poi Basta avrebbe potuto vincere grazie al secondo ascolto etc…

Riassumendo: Renzo Rubino si merita a pieni voti il posto tra i big.

Una gradita presenza sul paco, una di quelle che ogni parola del sottoscritto sarebbe fuori luogo perché probabilmente non all’altezza: Franca Valeri…

franca-valeri4-620x350

che è riuscita a far tornare la migliore Littizzetto.

Si torna alla gara ed è il turno di uno dei miei cantautori preferiti:

Primo ascolto Ron – Un abbraccio unico.

Intensa, non la sua migliore ma perfettamente in stile Ron. Voto: 7,5

Primo ascolto Ron – Sing in the rain. 

Più orecchiabile, dal sapore country. Lui sa fare si meglio. Voto: 6,5

Seconda serata del 64esimo Festival della canzone italiana

 

Passa il country. Non vincerà.

Riassumendo: la voce di Ron rimane sempre magica.

A questo punto della serata c’è un ospite d’onore: CLAUDIO BAGLIORI

claudio-baglioni2-620x350

 

Allora, qui devo chiarire la mia posizione essendo questo il momento in cui ho ambiato canale (causando qualche diatriba su twitter). Il fatto che Claudio Baglioni sia una figura importantissima e storica della musica italiana non  si discute: sarebbe sciocco e fuori luogo farlo. Ma Claudio Baglioni non ha MAI incontrato il mio gusto personale e questo, vorrei che anche non venisse messo in discussione. Ognuno di noi dia il suo voto, il mio potete immaginarlo.

Torniamo alla gara:

Primo ascolto Riccardo Sinigallia – Prima di andare via

Canzone decente molto Tiromancino. Forse troppo. Voto: 6,5

Primo ascolto Riccardo Sinigallia – Una rigenerazione. 

Questo secondo brano è decisamente uno che merita un secondo, terzo etc ascolto. Voto: 7,5

Riccardo-Sinigallia-canta-Una-rigenerazione-620x350

 

Passa, con buona pace di tutti, la seconda.

Riassumendo: Solo e ben accompagnato.

Ultimo cantante in gara (ma non dimentichiamoci che ancora devono cantare le quattro nuove proposte…). Un debutto da solista molto atteso:

Primo ascolto Francesco Sarcina – Nel tuo sorriso

Un ottimo debutto da solista. Canzone che sicuramente aumenterà di gradimento con gli ascolti. Possibile podio. Voto: 8

Primo ascolto Francesco Sarcina – In questa città.

Meno convincente seppur orecchiabile. Voto: 6,5

Francesco-Sarcina-620x350

 

Il primo caso di selfie sul palco. Sarcina convince e il primo pezzo (quello da lui stesso votato) passa.

Riassumendo: Benvenuto.

Un nuovo ospite, Rufus Wainwright che alla vigilia aveva causato lo scontento dei Papaboys…ma a me, personalmente, ha solo rischiato d farmi addormentare.

Rufus-Wainwright-canta-620x350

Mezzanotte e diciassette, Fazio si mette comodo per iniziare la gara dei giovani:

fabio-in-vestaglia-620x350

Diodato, con Babilonia (voto 7) ;Filippo Graziani, con Le cose belle (Voto 8) ; Bianca, con Saprai (voto 3,5) e Zibba, con Senza di te (voto 6,5)

passano il turno Diodato e Zibba con buona pace di tutti.

abbraccio12-620x350

 

Riassumendo: meglio della prima puntata…ma questo non è Sanremo. Voto: 5,5

Se vi siete divertiti nel leggere questa mia recensione, potete commentare con me in diretta si twitter: questo il mio profilo:

 https://twitter.com/DiscoIgor

ASCOLTA : KYLIE MINOGUE & ENRIQUE IGLESIAS – BEAUTIFUL

kylie minogue iss me once cover copertina

 

 

Come vi avevo detto precedentemente, Nel nuovo album di Kylie Minogue ci sarà un duetto con Enrique Iglesias (brano incluso anche nel nuovo album di lui), che molto probabilmente sarà il secondo singolo estratto dagli album di entrambi.

Oggi è stata presentata in qualche radio nel mondo la canzone in anteprima e, a sorpresa, è un lento. Carino…nulla di più. Mi aspettavo di meglio ad essere onesto. Forse riascoltandola…

Ditemi voi

https://soundcloud.com/kevin-iglesias/enrique-iglesias-beautiful-ft

INTERVISTA A WHIGFIELD: SATURDAY NIGHT E ALTRE STORIE…

whigfield logo

Whigfield è il nome d’arte di Sannie Carlson, famosa in tutto il mondo per la sua mega hit Saturday Night. In questa intervista esclusiva ci racconta un po’ di se come Sannie e un po’ di retroscena del mondo Whiggy.

Ciao Sannie è un vero piacere parlare con te, sono veramente emozionato!

Ma va là…che cosa vuoi che sia!

Beh Whigfield è Whigfield… ed io ero un ragazzo che nel 1994 faceva il balletto, che ancora conosco a memoria, come tutti….

Tutti tranne me!

Ahahah è vero! quello l’ho sempre notato! Una piccola curiosità, come mai parli italiano?

Ho vissuto in Italia la prima volta dal 91 al 94/95 per poi trasferirmi in Spagna per 10 anni e successivamente tornare in Italia…

Quindi quante lingue parli?

5/6

Quando scrivi canzone che lingua prediligi usare?

Principalmente l’inglsese perché è sicuramente la più musicale ma ho anche scritto metà dell’album di In-Grid Mamma Mia in francese e in spagnolo per un progetto con Soncini.

Il tuo ultimo album di Inediti W è uscito a 10 anni di distanza dal precedente IV; l’impressione è come se per un momento avessi voluto mettere il progetto Whiglfiled un po’ a riposo…

Esatto! Mi ero più spostata sulla parte retro delle produzioni, come autrice; Whigfield è più la parte da performer e Sannie quella creativa. Mi piace molto separare i due mondi: il lato del lavoro come Whigfield è un vestito  che indosso fuori di casa ma allo stesso tempo mi sento molto vicino al mio pubblico, il mondo Whiggy è ormai come una famiglia.

Una famiglia internazionale, conti fans ovunque nel mondo!

In giro per il mondo, Giappone, Australia, Brasile etc ci sono sempre state uscite discografiche e per questo abbiamo anche girato tanto.

Ho visto sul tuo Facebook che stai lavorando a qualche nuovo progetto, ci vuoi anticipare qualcosa? progetti Whigfield o altro?

Schermata 02-2456701 alle 11.03.47

Sono varie…ma non anticipo niente; non mi piace fare nomi o dire le cose finché non sono finite e ufficiali perché non voglio parlare di cose che poi non avvengono e quindi per scaramanzia preferisco non dire nulla ;) Però ti anticipo che sono sempre progetti mirati ai club, alle discoteche ma meno cheese del solito

Nooo! Amo Cheese Whigfield!!!!!!

ahahahh ma sono troppo vecchia per il cheese!!!!!

Non sei più una 20enne…ma insomma….ti mantieni più che bene!

Mangio sano, molta verdura cruda, e faccio pilates o fitness almeno 3 volte a settimana…

Schermata 02-2456701 alle 11.06.33

Ti caspico… per me il cardio-fitness è ormai essenziale per equilibrare il dentro e il fuori…

Si infatti l’anno scorso ho fatto praticamente solo pilates e mi ha aiutato tantissimo ad allungare i muscoli.

Vorrei parlare dell’album W che trovo un album stupendo dall’inizio alla fine ed è difficilissimo da trovare una cosa del genere sopratutto nel mondo della pop-dance

whigfield w

Grazie. Questo album è nato dopo aver realizzato che avevamo tanti demo nel cassetto dei quali ci eravamo dimenticati e abbiamo pensato di unirli e farne un album. Come sai ne sono uscite due versioni: la prima era quasi una versione demo mentre la seconda, seppur non troppo differente, è stata rivisitata da Gigi Barocco.

Quella che mi colpisce molto in questo album è la semplicità ma allo stesso tempo la profondità dei testi.

Io scrivo sempre di sensazioni mie che siano cose realmente accadute o situazioni ipotetiche come in una sorta di film che mi sto immaginando

Jeg Kommer Hjem ne è l’esempio perfetto 

Quella canzone è nata una sera che mi era venuta una sorta di malinconia di casa e pensavo a quegli anni in cui viaggiavo sempre e pensavo a quella sensazione di quando sull’arero pensi che finalmente torni a casa. E’ un po’ una canzone d’amore dedicata alla Danimarca ed è per questo che è rimasto quell’inciso in danese.

La Battini Version (quella lenta per intenderci) nella versione Extra di W è stupenda, la metto sempre la sera quando guido verso casa…

Grazie!!!! Mi fa piacere che apprezzi quella versione.

Ci sono veramente tante versioni di W disponibili!

Riguardo alle innumerevoli versioni dell’album disponibili pensa che c’è una battuta ricorrente che mi fanno riguardo al fatto che avrei potuto fare a questo punto anche una versione al contrario!!! :)

Hai mai pensato di partecipare all’Eurovision?

In passato mi è stato chiesto più volte sia come cantante che come autrice ma non mi convinceva mai il pezzo; l’anno scorso la discografica danese me lo ha chiesto ma dovevamo fare tutto in una settimana e non me la sono sentita.

Le nuove cose saranno sempre con Larry Pignagnoli?

No, sono progetti a cui sto lavorando da sola

Non molti sanno che in passato hai collaborato spesso con Benny Benassi nella stesura di alcuni dei suoi brani usando altri nomi d’arte…

Si ho scritto dei brani per lui e ho collaborato con i cantanti che hanno lavorato sui suoi progetti. Ho un bel ricordo di quel perdiodo perché ero lì quando tutto è iniziato ed è stato bello e entusiasmante vedere come questo successo che ha avuto è esploso.

Ma anche il successo di Saturday Night, non credo che te lo aspettassi….

Nessuno di noi se lo aspettava! Era un progetto che nessuno voleva! Non c’era un discografico che ci credesse! E’ stata una lotta perché c’è voluto comunque un annetto e mezzo prima che succedesse qualcosa.

Se non ricordo male iniziò tutto dalla Spagna…

La mia casa discografia era un negozio di dischi a Valencia e questi due ragazzi hanno dato il via a tutto….

Recentemente sei stata a G-A-Y di Londra (il club gay pià famoso in Uk, ndr)

Nella mia stessa serata ci sono state le Icona Pop, la settimana dopo Lady Gaga che si è spogliata completamente…

Ho vissuto 8 anni a Londra ed ero un habitué del G-A-Y e Saturday Night con annesso balletto era un must!

Gli inglesi mi hanno un po’ adottata e per molti anni ho fatto parte della cultura inglese…presto ho altre serate lì ma ci torno spesso anche per altre cose.

Secondo te come mai il mondo Whiggy è così vicino al mondo gay?

Io non lo so se è la melodia della musica ma succede anche, e non voglio mettermi allo stesso livello,per Madonna, Lady Gaga, Britney Spears… non ho mai analizzato questo fenomeno ma chiederò al mio migliore amico, che pure è gay, che ne pensa…

Effettivamente bisognerebbe studiarlo perché anche io, prima che mi dichiarassi al mondo, ascoltavo musica che i miei amici eterosessuali non facevano…e solo vendendo a contatto con altri gay che mi sono reso conto che “non ero solo”….

Allora bisogna decisamente studiare bene il caso! aahahaha

Quando hai iniziato hai venduto palate e palate di dischi….

E considera che erano i tempi in cui per avere un disco di paltino dovevi vendere mezzo milione di copie non come ora che ne bastano veramente poche per averlo…

Soprattutto in Italia…

lasciamo stare….

C’è un ultima cosa…. prima dei 40 (ne faccio 39 il 3 luglio) ho deciso che mi devo regalare un video musicale…e se tu sei d’accordo correi fare la cover di C’est Cool

Va bene! Ahahahahahah

Tu pensa che le lezioni di canto che sto prendendo in questo periodo si basano su questa canzone ahahah

Allora ti racconto un retroscena su questa canzone: non mi è venuta fuori come volevo! Avevo tutta un’altra idea…all’inizio volevo provare a ricreare una formula tipo Saturday Night con una chicca dentro che però è andata persa in fase di produzione…perché poi quando in più persone lavorano su un brano si perde un po’ lo spirito originale con cu era nato.  E poi ricordiamoci sempre che a volte succede che dopo un mese riprendi in mano un brano e non hai più lo stesso mood con cui lo hai pensato.

Io amo questi retroscena su come nascono le canzoni. Vuoi aggiungere qualcosa?

Vorrei solo aggiungere che spero smetta di piovere presto!

“Non può piovere per sempre” citando Il Corvo

ahahaha è vero!

Grazie mille Sannie, è stato un vero piacere.

Io ringrazio te e ti auguro una buona giornata.

Potete seguire Sannie/ Whigfield su Facebook cliccando qui e su twitter cliccando qui.

ROMINA FALCONI – CERTI SOGNI SI FANNO : RECENSIONE

romina falconi certi sogni si fanno cover copertina

Tracklist EP Certi sogni si fanno 

  1. Sotto Il Cielo Di Roma – 4:34
  2. Il Mio Prossimo Amore – 3:46
  3. Stupida Pazza – 3:44
  4. Mi Trovi Qui – 3:28
  5. Certi Sogni Si Fanno – 4:24

Romina Falconi arriva, finalmente, al suo EP di debutto, il primo di un serie di tre che usciranno nei prossimi mesi. E come se la cava la Sora Romina?! Per chi, come me, la segue da molti anni è un piacere vederla in grande forma musicale, per chi l’ha conosciuta l’anno scorso ad X Factor noterà con piacere che ha saputo raccogliere i consigli buoni di Morgan e la sua musica ora suona fresca e completa, ma senza snaturare la sua personalità melodica.

I cinque brani di questo EP sono un buon vestito cucito addosso a alla sua voce e al singolo di traino, Il Mio Prossimo Amore (ne ho già parlato in questo articolo) che rimane un piccolo gioiello pop che spero riesca ad arrivare sempre a più persone!

La canzone che senza ombra di dubbio mi ha emozionato maggiormente è la title track, Certi Sogni Si Fanno, che con il suo crescendo elettronico, melodico e martellante riesce nell’intento di caricare l’ascoltatore.

Senza ombra di dubbio Romina ha trovato la sua dimensione musicale dopo anni di gavetta e sperimentazioni; in questi cinque brani c’è molto di lei, della sua vita, della sua positività e del suo grande mondo interiore fatto di musica e emozioni.

Personalmente non mi rimane che attendere fiducioso i nuovi capitoli di questa trilogia.

Potete acquistare Certo Sogni Si Fanno su iTunes cliccando qui: https://itunes.apple.com/it/album/certi-sogni-si-fanno-ep/id799594089

L’EP è anche disponibile su Spotify

NUOVO VIDEO PER KYLIE MINOGUE – INTO THE BLUE

Kylie_Minogue_-_Into_the_Blue_(Official_Single_Cover)

 

 

Eccola qui, tornata in grande stile e grande forma. Un video che in qualche modo è un “già visto” che mi ricorda un po’ Spinning Around un po’ Word Is Out  (il che va più che bene).

Un video semplice che lascia ampio respiro alla canzone che ad ogni ascolto si rivela essere sempre di più un gran bel tormetone radiofonico.

Welcome back Kylie!

 

VALERIO SCANU – LASCIAMI ENTRARE : RECENSIONE ALBUM BRANO PER BRANO

valerio scanu lascimao entrare cover copertina

Dopo tante parole dette e scritte su Valerio Scanu (da me e da molti altri sul web, in TV etc) eccoci finalmente arrivati alla  resa dei conti e a far parlare la musica, perché dopotutto Valerio Scanu è un cantante.

Con questo primo album autoprodotto (con la sua etichetta NatyLoveYou) Valerio Scanu diventa anche cantautore a tutti gli effetti poiché ben 8 brani sugli 11 presenti portano infatti anche la sua firma; tra i collaboratori scelti per la stesura dei brani spiccano ai mie occhi Luca Mattioni che già in passato ha scritto molte delle canzoni -a mio personale parere- più belle del cantante sardo (Mio, Aria Colorata, ect) e Davide Rossi, figlio del Blasco nazionale.

Un disco dal risultato paradossale poiché è nella freschezza di sonorità che fa trasparire una maturità artistica, come a volersi finalmente liberare di un vestito troppo usato e ritrovare il proprio io e la propria dimensione sia personale che musicale .

Di seguito troverete i titoli delle canzoni con le relative spiegazioni da Valerio stesso e il mio commento.

Sui nostri passi:

Nella vita a tutti capita di ripensare al passato, di ripensare a come sarebbe andata se ci fossimo comportati diversamente o cosa sarebbe successo se avessimo preso un’altra via, un’altra decisione. (Valerio)

Il singolo di lancio dal vibe fresco e giovanile. Un Valerio che si ripropone al pubblico con un suono nuovo. Perfetto per le radio, se solo…. 

Come fanno le stelle:

Nella girandola di una vita che tutto cambia e tutto rivoluziona, gli uomini si fermano a guardare. Così come le stelle, essi aspettano, dondolandosi sull’altalena della mente e del cuore. (Valerio)

Canzone allegra, piena di profonda spensieratezza. 

Parole di cristallo:

Liberarsi, senza rimpianti, dalle fredde catene di un’ossessione. Note dolci e soavi si scontrano con la durezza delle parole. (Valerio)

Il brano scritto con Davide Rossi. Conosco il brano sin dalla sua versione demo che già mi colpì da subito. La versione finale è senza ombra di dubbio la canzone più bella dell’album che unisce in modo sublime il Valerio nuovo con quello vecchio. Al primo ascolto di questa versione da disco, devo essere onesto, mi è scesa una (o anche più di una) lacrima  per colpa merito del suo stupendo testo che raggiunge il suo apice con la frase “mi rifiuto di amarti in un modo che non mi appartiene….che non ci fa bene”. Stupenda. 

Lasciami entrare:

Un ritmo accattivante ed originale, segna l’ingresso nel mondo dell’ electro-pop. Il testo snocciola il tema della conquista amorosa, attraverso la sensuale e convincente metafora del gioco d’azzardo. (Valerio)

Quando Valerio mi fece sentire la prima volta questo brano il mio commento fu “che bello sentirti cantare una canzone da 23enne”. Confermo il mio giudizio aggiungendo che è senza dubbio il singolo perfetto per l’estate 2014. 

Per noi:

Come le lancette di un orologio, le parole del brano scandiscono il tempo imperituro di un amore appassionato, nonostante le paure di un domani che verrà. (Valerio)

Dopo la bastonata emotiva della traccia numero 3, serviva qualcosa di musicalmente più leggero. Quello che mi piace di questo album è come venga usato tutto il registro vocale, in questo brano durante il ritornello si va su con le note in quel modo che fatto da lui sembra facile…. 

Ancora per me:

Un viaggio introspettivo in simbiosi con il paesaggio circostante fa da apripista ad una richiesta d’amore incontenibile, nel brano più intimo del disco. (Valerio)

Sentendo questo brano mi viene in mente la parola sottovoce. Un brano dalle sonorità delicate dove la voce di Valerio si unisce alla musica come il più delicato e preciso strumento.

Alone:

Da una storia finita male, malinconia e rabbia si alternano, tra strofe e ritornelli, dove trionfa il soul nella sua espressione più pura. (Valerio)

Il primo dei due pezzi in inglese. Un pezzo dal sapore soul-disco anni 70 tipiche della Gloria Gaynor di I Will Survive. Perfetto in questo punto dell’album (ottima la sequenza con cui sono stati scelti i pezzi, ndr). 

Un giorno in più:

Musica e parole tratteggiano ricordi struggenti che, in un crescendo vocale, travalicano un destino fin troppo crudele…. (Valerio)

“e non importa se non ci sei nel mio domani…e se mi aspetta un mondo senza più colori” Onestamente non ho molto altro da aggiungere su questa canzone….

Vorrei dirtelo:

Un refrain incalzante confessa le ferite di un legamecapace di restare saldo solo quando si riconoscono i propri errori…dietro alle nuvole, il sole. (Valerio)

Al primo ascolto questa canzone non mi aveva convinto….ma come spesso (mi) succede se una canzone non mi convince ma mi colpisce è destinata ad essere quella che a lungo andare spiccherà. Ed è infatti già così…un piccolo gioiellino pop.

Sometimes love:

Sonorità black ‘n soul si fondono nel pezzo più internazionale dell’album. La visione disincantata di quel grande sentimento che, a volte, non riesce ad essere abbastanza. (Valerio)

Di questo brano già ne ho parlato sul post del concerto di Natale del 15 dicembre (qui il link). Una malinconica ballata soul.

Dormi:

Brano dal sapore dolceamaro che chiude il cd. Una ballad intessuta di sentimenti contrastanti, desiderati e vissuti nella dimensione onirica. (Valerio)

Piano e voce per chiudere un ciclo a 360 gradi di sonorità ben amalgamate tra di loro.

Per concludere un álbum coraggioso e riuscito per iniziare un nuovo capitolo della giovane (seppur già longeva) carriera di una delle voci più interessanti del panorama italiano.

Valerio incontrerà i suoi fans, per il firma copie  del nuovo album. Queste le prime date :

  • 27 Gennaio (Torino – Mondadori Multicenter ore 17.00) Anteprima
  • 28 Gennaio (Milano – Mondadori Multicenter ore 17.00)
  • 29 Gennaio (Roma – Discoteca Laziale ore 17.00)
  • 31 Gennaio (Loc. Boscofangone Nola – Mondadori c/o Cc Vulcano Buono)
  • 02 Febbraio (Bologna – Mondadori Multicenter ore 17.00)

L’album è già disponibile come pre-order su iTunes (dove potete trovare le anteprime dei brani) a questo link: https://itunes.apple.com/it/album/lasciami-entrare/id794404671

www.twitter.com/valerio_scanu   www.facebook.com/valerioscanu  www.youtube.com/valerioscanuofficial   www.instagram.com/valerio_scanu

Questo slideshow richiede JavaScript.

NB: Tengo a precisare una cosa, la mia recensione si basa su giudizi oggettivi e non “viziati” dalla mia conoscenza personale dell’artista. Se l’album non mi fosse piaciuto non lo avrei recensito…

VALERIO SCANU – SUI NOSTRI PASSI: DA OGGI DISPONIBILE

valerio scanu sui nostri pazzi itunes

 

Finalmete è arrivato in tutti i digital store Sui Nostri Passi di Valerio Scanu.

Dico finalmente perché è come se fosse un mio nipote che è finalmente stato partorito.

E come uno zio che si rispetti sono orgoglioso di quanto è bello. Tutto allo zio! :))))

Merda! Merda! Merda! Per Valerio che da oggi inizia ufficialmente una nuova Per scaricare S

Per scarcera Sui Nostri Passi su iTunes questo è il link https://itunes.apple.com/it/album/sui-nostri-passi-single/id781341797

BUONGIORNO CON… MARIAH CAREY- ALL I WANT FOR CHRISTMAS IS YOU

MARIAH CAREY- ALL I WANT FOR CHRISTMAS IS YOU COVER COPERTINA

 

Manca una settimana a Natale…. e io direi di iniziare a entrare completamente, quindi anche musicalmente, nel mood  natalizio.

Come non poter iniziare da un classico moderno che sembra essere diventata la canzone di Natale per antonomasia…quella amata da tutti! Chi lo avrebbe mai detto che la nostra Mariah sarebbe passata alla storia più per questa canzone che per qualsiasi altra canzone.

Io amo, sempre amato e sempre amerò questo brano. Anche ad Agosto.

Buongiorno a tutti e…. -7!!!! :)))

 

BUONGIORNO CON… PARIS HILTON – GOOT TIMES (CON VIDEO)

paris-hilton-good-time-cover-copertina

 

Paris Hilton, che Dio la benedica… anche nelle giornate NO riesce sempre a strapparmi un sorriso! Come campa bene lei…nessuno!

E quindi in una giornata come quella di oggi che tra brutto tempo e brutte persone si fa strada una canzone e un video totalmente inutili da risultare assolutamente perfetti nel loro genere. Per vedere il video basta cliccare QUI

Io amo il “it’s Paris Hilton Bitch” di Lil Wayne… ma anche il “I’m a little bit tipsy…but that’s ok ‘cose I’m with you”…vabbè avete capito: il nulla totale da amare.

 

Buona giornata a tutti…

 

 

 

…A VOLTE RITORNANO: MEL B (SPICE GIRLS) – FOR ONCE IN MY LIFE

mel b melanie for once in my life cover copertina

Alzi le mani chi non ha amato le Spice Girls. OK, tutti quelli che non hanno alzato la mano vadano immediatamente all’angoletto, in ginocchio sui fagioli e recitino 200 Wannabe. ORA!

Benissimo, noi gente sana di mente che ha amato (e ancora ama) le Spice Girls possiamo tornare ad essere seri.

Nel corso degli anni le cinque Spice si sono reciclate, reinventate, riunite, hanno litigato, fatto pace e fatto promesse che non sempre hanno mantenuto.

Ma comunque TUTTE hanno tentato la carriera solita e, almeno una (Victoria Beckham), sembra aver appeso per sempre il microfono al chiodo e si sta ormai dedicando a tempo pieno al suo nuovo ruolo, riuscitissimo, di stilista.

Melanie C non ha mai abbandonato la sua carriera di cantante ed è sicuramente stata quella con una produzione più costante e di successo.

Emma non pubblica album da anni (il terzo album è stato un mezzo flop) e si dedica principalmente a lavori televisivi.

Geri aveva dichiarato che dopo il flop di Passion non sarebbe più tornata alla musica…ma è di questi giorni il suo comebak single con Hall Of Me che presto sentiremo…Nel frattempo ha scritto libri per bambini, fatto TV etc etc etc…

Melanie B è quella che ha sicuramente riscosso meso successo da solista ma allo stesso tempo è quella che si è saputa reciclare meglio come personaggio a tutto tondo: nel corso degli anni ha giudicato pressoché qualsiasi Talent (vari X facto, Got talent etc etc), ha prestato la faccia svariati prodotti (anche inquietanti televendite riproposte da mediashopping), fatto una figlia con Eddie Murphy, arrivata a non so quale matrimonio numero…e ovviamente non poteva mancare un nuovo tentativo di tornare alla musica! eccola qui infatti con il suo comeback ufficiale: For Once In My Life

Che dire? Canzone caruccia ma un po’ banalotta…sicuramente radiofonica e se ben pompata un probabile mini successo.

Il video è girato proprio a Wisteria Lane… e se da una parte lo rende un sorta di mini cult, dall’altra ti fa un po’ pensare alla poracciata.

Il bacio lesbo…tra Mel E Mel… è, come dire, senza senso (anche se la canzone parla di amore per se stessi…)…ma che non vogliamo strizzare l’occhio a TUTTI i mercati possibili? Tanto i maschi gay già li ha conquistati…quindi andiamo anche a incuriosire anche quelli etero e le donne lesbo, che due click in più al video, in questi momenti di crisi, non fanno mai male…

Una sola domanda: ma solo a me con i capelli corti sembra 10 kg più grossa che con i capelli lunghi?!