Archivi tag: omosessuali

ROMA PRIDE 2013: ROMA CITTA’ APERTA. IO C’ERO. (FOTO)

igor scopelliti stefania orkando discoigor tg5 roma pride

Appuntamento annuale quello con il Gay Pride… ovunque mi trovi nel mondo, quel giorno dell’anno io ci sono e ci sarò sempre fino al momento in cui non verrano riconosciuti i diritti degli omosessuali.

Che sia nostra la scelta di deprimerci in un matrimonio…e non di un governo che dovrebbe essere laico e riconoscere i proprio cittadini TUTTI UGUALI:

Detto ciò, anche quest’anno ero al Roma Pride. A differenza degli anni scorsi non ero alla ricerca di quell’angolo che mi “rappresentasse” ma ero in compagnia di Sua Biondità Stefania Orlando e di tutto il cast del Muccassassina.

A me non piace ripetere le stesse esperienze, quindi, non avendo mai avuto la possibilità di stare su un carro, ho colto la palla al balzo e mi sono goduto anche questa avventura.

E come tutte le esperienze nuove, arrivano anche conclusioni e punti di vista nuovi.

Prima di tutto vedere quanta emozione, quanto lavoro e professionalità ci vuole per mettere su un carro… la fatica che le mitiche Drag Quuens fanno per essere sempre impeccabili su tacchi12/13/14/15, trucco e parrucco sotto un sole cocente che solo una stupenda giornata di inizio estate romana ti può regalare.

In più occasioni mi sono detto contrario alle “carnevalate” (così vengono definite) del pride poiché ho sempre avuto l’impressione che sminuissero le vere intenzioni. Ma basta un nuovo punto, anche solo 15 centimetri più in là, per capire cose differenti.

Perchè dover rinunciare e far rinunciare alla gente di essere quel che vuole, anche solo per un giorno? Perchè bisogna omologarsi tutti per essere ascoltati? La nostra richiesta di eguaglianza di diritti non è proprio nel voler essere visti tutti allo stesso modo a prescindere dalla nostra provenienza geografica, dai nostri gusti sessuali, dalla nostra religione etc etc?

Io guardavo tutta quella gente (pare fossimo in 100.000) e mai Roma mi è sembrata così bella, allegra… l’emozione del Colosseo attorniato da tutti quei colori e quella gioia è un ricordo che mi porterò sempre con me.

Questo post non vuole entrare in polemiche con il sindaco e con quelli che come lui non c’erano per motivi più o meno giustificati.

Ma forse se qualcuno fosse venuto sarebbe arrivato anche alla mia conclusione:

Capi politici avete presente se tutte quelle persone si potessero sposare quanti soldi entrerebbero nei comuni?

Ecco…visto che ormai tutto ruota intorno al Dio Denaro… pensateci. Vi stiamo solo chiedendo di prendere i nostri soldi. Quei pochi che ci sono rimasti.

Ps La festa si è poi spostata al Roma Vintage dove il Muccassassina ha presentato il party ufficiale di chiusura Pride.

Dopo una lunga giornata….finalmente i tacchi posso tornare nell’armadio ;)

IMG_6232

ROMA PRIDE 2013 – 15 GIUGNO – IO CI SARO’

roma pride 2013

15 giugno 2013. Roma Pride. Io ci sarò… perché non mi stancherò mai di consumare le mie scarpe per  cercare di far capire che ci sono, ho il diritto di esserci e non me smetterò di ribadire e rinfacciare i miei diritti fino a che questi non diventino finalmente realtà.

per info andate al sito www.romapride.it

 

Roma pride manifesto

RECENSIONE: GLI AMANTI PASSEGGERI di PEDRO AMLODOVAR

gli amanti passegeri bglietto

 

Non si può recensire un film di Pedro Almodovar senza fare un piccolo preambolo: Sicuramente uno dei registi che (come probabilmente molti di voi) amo di più! In grado spesso di farmi piangere sia dalle risate che per la tristezza….e molto spesso nel giro delle stesse due ore ! Ma questa è un’arte che Almodovar ha affinato nel corso degli anni. Nelle sue prime pellicole invece il suo senso dell’umorismo era più grezzo…quasi greve. Per quelli della mia generazione i suoi film sono stati quasi come delle “navi scuola” per l’educazione sessuale…

Quando ho saputo che per questa occasione sarebbe stato un po’ un ritorno alle sue origini scanzonate, mi ero entusiasmato. Ho amato l’Almodovar baraccone… sfortunatamente però il film, nonostante buone intenzioni e momenti anche divertenti non può essere annoverato tra i capolavori di Pedro né può essere paragonato alle belle imperfezioni delle sue prime pellicole. Forse con l’età e con il successo anche il suo modo di trasgredire si è un po’ – e inesorabilmente- imborghesito.

Detto ciò il Gli Amanti Passeggeri è comunque godibile, divertente, a tratti irriverente; ottima la scelta di ambientarlo quasi in un unico ambiente che riporta molto a quei film teatrali di un tempo.

Per concludere dire: se ci volete andare apposta, potete aspettare. Se invece andate con degli amici per una serata senza pretese e uno di loro dice “ma il film di Almodovar?”…ecco, allora si.

Voto: 6 1/2

 

VIDEO OPEN YOUR MIND: FLASH MOB A FAVORE DEI MATRIMONI OMOSESSUALI -ROMA 7 APRILE 2013

igor scopelliti love is love

Quando Eva Presutti mi chiese qualche settimana fa una mano per promuovere il Flash Mob a favore dei matrimoni omosessuali in Italia, immediatamente risposi che avrei fatto tutto il possibile per aiutarla per vari motivi:

  • E’ un diritto che mi piacerebbe avere, nonostante io non credo di volermi sposare… vorrei fosse una mia decisione, non quella di uno stato moralizzatore.
  • Eva è eterosessuale e nonostante avente di nascita questo diritto mi sono sentito in dovere di aiutarla.
  • Eva è una persona squisita… e tra amici ci si aiuta. O almeno ci si dovrebbe…

La cosa che non avevo preso in considerazione è quanto la giornata di ieri sarebbe rimasta dentro il mio cuore.

Nonostante i continui tentativi di sabotaggio da parte del tempo, della questura, del sindaco Alemanno e ch più ne ha più ne metta alla fine siamo riusciti a manifestare a favore del diritto di amare e sposare chi vogliamo.

Ma quello che ieri è stato veramente speciale è lo spirito gioioso con cui tutto alla fine si è svolto; l’atmosfera che si è creata… ieri si sono rafforzati rapporti e amicizie e delle nuove se ne sono create, in modo vero…in modo intenso.

Personalmente oltre a Eva (e la sua bellissima mamma) -che mi ha regalato la giornata di ieri- vorrei dire un grazie a Valeria per essere da 30 anni suonati una presenza costante nella mia vita a prescindere da chi e cosa ci circonda, a Stefania che è l’essenza dell’amicizia senza censure, a Ilenia per aver apprezzato lo sforzo danzereccio (a mio discapito infatti vorrei dire che non sapevo di dover essere “la prima ballerina”…) e a Vittoria per essere stata sui tacchi tutto il giorno.

E grazie a tutti quelli che c’erano, chi se ne è interessato e chi era di passaggio.A Paola Concia per essere sempre in prima fila. Un grazie a chi non è venuto e chi lo ha criticato per aver comunque continuamente aperto la questione di quanto ancora siamo un paese arretrato per quanto riguarda la i NOSTRI (inteso come cittadini) diritti.

E poi c’era lei…

la numero uno!

82 anni. Ha saputo del Flash Mob dal nipote che abita a New York e lo aveva letto su Facebook…e glielo ha scritto su twitter. Perché lei usa twitter! Sfortunatamente mi sono dimenticato di chiederle il nome…ma vorrei tanto ritrovarla. Chi la conosce me lo può dire? :)

Io con il materiale che sono riuscito a registrare e far registrare a Valeria ho fatto un video (un po’ tremolante… SORRY) dove la canzone scelta è LOVE IS LOVE di Alessandra Mussolini. Non è una canzone messa lì a caso… ma un modo per far si che il mio, il NOSTRO, messaggio arrivi a tutti..o almeno a tanti! E’ una sorta di video backstage…con finale danzereccio (gentilmente offerto da Stefania Orlando).

AGGIORNAMENTO OPEN YOUR MIND: FLASH MOB A FAVORE DEI MATRIMONI OMOSESSUALI

ATTENZIONE DATA SPOSTATA CAUSA MALETEMPO: DOMENICA 7 APRILE ORE 12  A PIAZZA DEL POPOLO

581774_382308751866421_671672440_n

E’ strano come in due giorni mi ritrovi catapultato a parlare di omofobia, diritti omosessuali e cose del genere. Io che lotto da tanti anni contro una e per gli altri.. a volte penso che posso tornare alla mia vita, che il mio messaggio l’ho dato… come dire, confido nell’intelligenza altrui. Ma se mi trvo qui a parlare nuovamente (questo forse è un segnale che non devo smettere MAI di farlo) un motivo c’è.

Qualche giorno fa la mia amica Eva Presutti, una Wedding Planner, mi manda un invito per un Flash Mob che ha messo su il 24 MARZO A PIAZZA DEL POPOLO ALLE ORE 12 (DATA SPOSTATA CAUSA MALTEMPO)  DOMENICA 7 APRILE ORE 12  A PIAZZA DEL POPOLO a favore dei matrimoni omosessuali. Ora, Eva di natura questi diritti li ha già… quindi chi je lo ha fatto fà de stressasse come si sta stressando e organizzare il tutto? Nulla…se non il vero senso di ingiustizia che sin da quando era piccola la pervade quando si parla di omosessuali, dei loro diritti e delle loro storie.

Per chi non sapesse cosa è un Flash Mob sarò molto chiaro: avete presente quei video che ogni tanto girano dove ad un tratto tanta gente in mezzo a una piazza, una strada etc balla la stessa canzone? Ecco quello è un Flash Mob.

La canzone scelta per quest’occasione è Scream And Shout di Will.i.am e la sora Britney Spears.

Questa è la coreografia che però Eva ha detto ieri proverà a rendere più semplice

Se volete aderire a questa iniziativa o volete maggiori informazioni, questa è la pagina Facebook dell’eventi http://www.facebook.com/events/484390574960961/488297314570287/?notif_t=event_mall_comment

Speriamo di essere in tanti! .)

RITA DALLA CHIESA OMOFOBA? LA SUA RISPOSTA.

Rita Salla Chiesa e Igor Scopelliti

Questa mattina apro il computer e come mio consueto mi butto su Facebook, twitter…etc etc. come credo capiti sempre a più persone ormai. Tutto ad un tratto leggo una notizia su Gay.tv che mi colpisce

articolo omofobia rita dalla chiesa gay.yvPer un’oretta quell’articolo ha semplicemente rimbalzato nella mia testa…come se il mio cervello si fosse rifiutato di comprenderlo. Non so se vi è mai capitata una cosa del genere: ascoltare, vedere qualcosa ma, per l’assurdità della cosa in se, quasi non riuscire a immagazzinarla.

Poi la notizia inizia a rimbalzare, con dovizia di particolari, tra blog e blog e quindi veniamo “informati” del fatto che addirittura l’ARCI di Palermo abbia scritto un comunicato di protesta, il comitato delle Famiglie Arcobaleno dicono la loro etc etc etc tutti che accusano Rita Dalla Chiesa e le sue opinioni pedonali etc etc et

Io un po’ sorpreso da tutto questo clamore decido di andare a rivedere la puntata poiché ieri non avevo avuto la possibilità di farlo. Voi vi starete chiedendo “Igor, ma perché tutto ciò?”. Per quelli di voi più attenti, io ho fatto parte della squadra degli opinionisti di Forum per un annetto e oltre quello ho un bellissimo e, finora, privato rapporto con Rita che nasce prima della mia partecipazione alla trasmissione e che sta continuando anche dopo. Durante TUTTE le puntate da me registrate MAI mi è stato imposta di essere o dire qualcosa che non pensassi o fossi. Durante le innumerevole cause a tematiche gay mi è SEMPRE stata data la parola e TUTTE le mie dichiarazioni sono sempre state appoggiate dalla redazione e da Rita stessa. Ho visto Rita commuoversi davanti alcuni miei racconti, raccontare le stessa il video del mio Gay Pride, difendere il diritto alla propria sessualità e alla famiglia tutta. Ho visto e sentito Rita parlare delle associazioni delle Famiglie Arcobaleno, essere fumantina verso genitori ottusi, etc etc. Questo però non è MAI stato detto o fatto notare da tutte queste associazioni che stamani si sono sentite indignate da qualcosa che forse neanche hanno visto.

Dico così perché io la trasmissione di ieri me la sono andata a rivedere…e onestamente non ho sentito un, che sia uno, argomento fuori luogo a riguardo le famiglie gay. E’ vero, come parere o pensiero personale Rita può essersi domandata ad alta voce se un bambino possa crescere più sereno in una famiglia eterosessuale che in una omosessuale. Ok…questa è omofobia? Allora forse sono omofobo anche io.

Io da quando conosco Rita ho solo visto una persona che ama l’amore. E lo divide in due categorie: quello puro e quello impuro.

Tutto quello che fino a questo momento ho letto mi ha ferito profondamente perché qui non stiamo accusando una persona di scarsa professionalità, di essere più o meno bella, più o meno simpatica… qui si accusa una professionista di essere omofoba. ragazzi…ma stiamo scherzando? La cosa che mi fa incazzare maggiormente è che tutta queste associazioni (che dovrebbero tutelare i miei interessi e rappresentarmi) non si sono minimamente degnati di chiedere una spiegazione direttamente a Rita, non si sono minimamente posti il dubbio che magari un suo concetto fosse stato male interpretato. No…loro hanno scritto comunicati, rilasciato dichiarazioni e non cercato un dibattito utile anche solo a sensibilizzare il discorso. No nulla. hanno giudicato tutto il percorso di Rita e di Forum da una frase. Del resto si sa che è difficilissimo contattarla sui social tework…non c’è mai e non risponde mai a nessuno (tono ironico, ndr) Come faccio a sapere ciò? Semplice: ho contattato Rita che, con un semplice messaggio di Facebook,  non ha esitato a rispondere  a quanto accaduto oggi -tramite il mio dichiaratamente gay orientated blog- così:

Rita Dalla Chiesa Risposta attacchi omofobia