Archivi tag: Raffaella Carrà

INTERVISTA A PAMELA PETRAROLO : NON E’ LA RAI E ALTRE STORIE.

Volente o nolente, negli anni 90 il fenomeno Non E’ La Rai era sulla bocca di tutti…e chi, come e lo seguiva in modo maniacale aveva le sue preferite tanto da litigare anche con gli amici su chi delle ragazze fosse meglio e perché. Un annetto fa ho incontrato Pamela, una delle ragazze più in vista al tempo, e il mio cuore di ragazzo ha iniziato a battere fortissimo. Cè stato un amore a prima vista tra di noi (credo che a lei con i gay sorridenti e amanti di Non E’ La Rai succeda spesso…lol) e da lì a 24 ore eravamo amici su qualsiasi social esistenti. 

Chi segue il blog sa che da un annetto a questa parte ho un po’ modificato le mie intenzioni e lo uso solo ime mezzo di svago, divertimento e riflessione…e, perché no, pazzeggio. Ma una cosa amo da impazzire fare: le interviste….quindi non potevo non chiedere a Pamela di essere bitta di “un milione di domande” (cit sua), cercando di non raccontare il solito ovvio che le si chiede me di fare un’intervista un po’ da Nerd ossessionato. Ecco il risultato. Spero vi divertiate a leggerla come io mi son divertito a concepirla.

Signore e Signori, ecco a voi 

pa pa pa pamela

Ciao Pamela,

prima di tutto grazie per aver accettato questa intervista. Frequentandoti nei social mi sembri una donna di quelle che piacciono a me: solare e saggia.

Non posso iniziare questa mia intervista se non dall’ovvio: Angelica! Congratulazioni! Non vedo l’ora di vedere la bellezza di questa bambina! Come stai vivendo questa gravidanza? Che differenze sta riscontrando rispetto alla prima? 

Questa gravidanza è uno stato di grazia per me…avere la seconda bambina “Angelica” dopo 11 anni dalla prima “Alice” mi ha reso più consapevole e meno ansiosa

Non ho potuto fare a meno di notare che come nome hai scelto quello del personaggio interpretato dalla tua primogenita Alice in Incompresa, opera prima come regista di Asia Argento. Coincidenza?

Il nome “Angelica ” lo ha scelto Alice com’era giusto che fosse..pura casualità

Tua figlia Alice vuole continuare la sua avventura nel mondo dello spettacolo? Se si, che consigli le dai?

alice

 

Alice ama recitare cantare e ballare non so quale sarà il suo futuro Artistico..l’importante è che decida di testa sua e se alla fine vorrà fare il veterinario come dice lei ben venga

Seguendoti suoi social l’idea che mi sono fatto di Pamela adulta è quella di una donna dai valori forti e sinceri e dalle opinioni ben definite. Prendiamo ad esempio lo stupendo video sulle Sentinelle in cui risulti chiaramente una paladina dei diritti gay e della libertà d’amore in generale. Sono curioso di sapere, se possibile, come sei diventata così attaccata alla questione LGTB? 

 

Io Amo l’amore universale e detesto chi giudica a prescindere …l’amore non ha Sesso l’amore è un sentimento talmente grande che va lasciato libero di andare dove vuole…io credo nei diritti…in quei diritti che ci rendono uguali senza pecette senza differenze…ognuno di noi è libero di scegliere come vuole la propria vita…capisco che noi come paese ancora non siamo pronti per l’adozione gay perché sarebbe veramente complicato per le nuove generazioni gestire un cambiamento così grande ma possiamo migliorare possiamo cambiare…se vogliamo!!! Chissà se nel tempo ci sia questa accettazione da parte di tutti…chissà !!!

Rimanendo in tema gay, ma decisamente in toni più leggeri, come saprai molti fans di Non è La Rai appartengono proprio al mondo GLBT. Come mai secondo te quel programma si avvicinava così tanto al mondo gay?

non e la rai cd

 

Molti gay sono dei veri fans del programma anni 90’…sai non so darti una risposta precisa…però secondo me quel programma è stato un po un segnale di libertà di qualcosa anche nel mondo della tv che stava cambiando!!!

Sei molto attiva sui social.. ma qualche anno fa decidesti di cancellarti. Cosa ti spinse a prendere quella decisione e cosa ti ha spinto a tornare?

Mi diverte essere sui social e condividere con le persone che Amo e che mi stimano un po’ della mia Vita…delle volte noi riusciamo a regalare un sorriso a chi sta passando un momento particolare della propria vita e ti assicuro che se basta così poco allora: Viva i Social. Decisi di allontanarmi per un po’ perché volevo disintossicarmi🙈tutto qui

Quando, alla presentazione del libro di Selvaggia Lucarelli qui a Roma, ci siamo conosciuti la prima cosa che ti ho detto, con occhi a cuore, è che Difendimi dal tuo secondo album Niente D’Importante, è una delle mie canzoni italiane preferite di sempre. Che effetto ti fa quando la gente si approccia con questo tipo di complimenti? 

Non è la Rai mi ha regalato due album meravigliosi…con degli inediti scritti dai “Migliacci” autori straordinari che tengo e porterò sempre nel mio cuore …Difendimi e Niente Di Importante sono due pezzi meravigliosi che ancora oggi a San Remo sarebbero perfetti….mi fa molto piacere avvicinarmi a chi mi ricorda quegli anni di un’adolescenza Magica…sembrava veramente di vivere un musical …è stato tutto unico!

Durante Non è La Rai hai inciso due album, Io non vivo senza te e Ninete d0importante. Il nerd che è in me ha notato anche questo: la canzone che da il titolo al primo album è una cover di Raffaella Carrà mentre la seconda è stata coverizzata proprio dalla Raffa Nazionale in seguito. Una soddisfazione non da poco….

Io che canto Io non vivo senza te della mitica Raffa e Raffa che canta niente di importante della mitica Pamela che dire connubio miracoloso perfetto.

Finito Non è La Rai musicalmente hai inciso solo un altro singolo Tomato De Amor (che io usavo spesso come colonna sonora da corsa quando stavo a Londra). Come mai non hai inciso altro?

 

Tornato De Amor è stato un singolo regalato da un mio amico durante il realty la fattoria del 2006 mi ricordo che arrivava l’estate e quando l’ho ascoltato la prima volta mi ha messo il buon’ umore…un altro singolo devo dirti che ci ho pensato ma non mi è arrivato mai nulla che mi avesse fatto pensare questo pezzo è fatto per me!!! Comunque non demordo mai dire mai…cantare è la mia passione!

Quali sono le ragazze di Non è La Rai che ancora frequenti (oltre ad Emanuela Panatta che salutiamo)?   Schermata 2015-04-10 alle 12.34.55Io frequento la Panatta, la Di Cosimo, la Cecere, la Marinangeli, Ilaria insomma un po tutte…sempre con molto piacere.

Un aneddoto divertente di quei tempi che non hai ancora mai raccontato

Un aneddoto di quegli anni è sicuramente quando durante uno sponsor in piscina con la conduzione della Bonaccorti mi rimane durante uno scambio sott’acqua con Angela il costume impigliato nel motore della piscina e io rimasi completamente come mamma mi ha fatta🙈

Hai fatto un reality, La Fattoria, ne faresti altri? O anche qualcosa come Tale E Quale?

Si La Fattoria esperienza dura ma bagaglio positivo. Mi piacerebbe Tale E Quale, lo vedo perfetto per me…incrociamo le dita

Dalla torre puoi salvarne solo uno: TV, Musica, Teatro, Danza. Cosa salvi?

Salverei la Tv il mio primo Amore

La cucina sembra essere una tua grande passione…hai mai pensato di trasformala in lavoro? 

Si la cucina da sempre da quando sono piccola ha fatto parte della mia vita…guardavo le mie nonne cucinare per ore e la mia mamma grande cuoca mi ha insegnato molto…perché no un programma di cucina ambientato in una disco anni 90′ non sarebbe male come idea

Quando mi inviti a cena? la cena??

Quando vuoi. Casa mia è sempre Aperta…basta suonare…

Grazie di cuore Pamela…. attendo con un sorriso una foto di Angelica… continua così che vai forte!

Un bacio grande.

Grazie e un abbraccio grande a te! 

 

PS BENE A TUTTI I LETTORI:  Se per caso avete la figurina numero 62 dell’album delle Ragazze Di Non E’ La Rai…. me la fareste pervenire così finisco questo benedetto album?! :p

non è la rai figurina 62

Potete seguire Pamela su

Fb: https://www.facebook.com/pages/PAMELA-PETRAROLO/57939421094?fref=ts

Twitter: https://twitter.com/PetraroloPamela

Instagram: https://instagram.com/pamelapetrarolo/

#SANREMO2014 : PAGELLE E RIFLESSIONI PRIMA SERATA

big_sanremo_2014-320x376

Il festival inizia con l’immancabile anteprima quest’anno affidata a Pif. Sfortunatamente ha solo l’odore del solito Pif ma non il coraggio narrativo. Solo un montaggio alla Pif. L’idea di Sanremo & Sanromolo è divertente come un dito in un occhio. Voto: 4

Inizia la kermesse…e se il buongiorno si vede dal mattino: Il sipario non si alza.

Fabio Fazio entra cercando di distogliere l’attenzione sulla disfatta del sipario e cerca di attaccare una pipa sull’Italia, sulla bellezza ma a 15 secondi dall’inizio del suo discorso due uomini si vogliono buttare di sotto dalla balconata cercando l’attenzione del presentatore e dei presenti in sala accusando lo stato di non aiutarli. Fazio fa quello che può…i due vengono fatti rientrare. Tutto già visto, ma del resto avevano detto che quest’anno avrebbero ricordato i 60 anni di TV e quale miglior modo di un momento celebrativo dei festival di Baudo?

suicidio

Per l’inizio vero e proprio della gara bisogna aspettare ancora un po’, Fazio ricorda che il 18 febbraio sarebbe stato il compleanno di Fabrizio De Andrè e con una stupenda Dori Ghezzi introducono Ligabue che canta Creuza De Mar. A me non hanno mai entusiasmano ne Ligabue ne De Andrè… e non ho iniziato ieri sera a farlo. (Voto: 5)

Il momento dell’entrata di Luciana Littizzetto è con balletto, scale etc un po’ come si faceva una volta. Sfortunatamente il senso di tutto è fare la bruttona simpatica che si presta alla prima serata e che s toglie lo sfizio di fare la showgirl. Successivamente la consueta lettera a Sanremo. Tutto già visto. Tutto già sentito. Un tempo la  Littizzetto era per me un mito assoluto, ormai mi sembra essere diventata solo la caricatura di se stessa. (Voto: 5)

Finalmente inizia la gara.

Primo ascolto: Arisa – Lentamente:

Scritta tra le altre da Cristina Donà. Cerca disperatamente la formula di La Notte. Fallisce. voto 6

Primo ascolto: Arisa – Controvento:

Gia meglio…ma lontani anni luce dalla Arisa in gran forma di due anni fa. voto 6,5

arisa

Tito Stagno elegge Controvento come canzone che parteciperà ufficialmente a Sanremo 2014

Riassumendo: Arisa un po’ una delusione.

Si continua con la gara.

Primo ascolto: Frankie Hi-Nrg – Un uomo è vivo:

Bruttissima canzone e non ho altro da aggiungere. Voto 2

Primo ascolto: Frankie Hi-Nrg – Pedala

Meglio dell’altra (ci voleva poco) ma mia madre riassume il tutto molto bene: “questo non lo sopporto”. Voto 4,5

frankie hi-eng

Francesca Dallapé  insieme a Tania Cagnotto eleggono Pedala come la canzone più telefonata.

Riassumendo: Frankie Hi-Nrg, un posto rubato alle Lollipop!

MOMENTO LETIZIA CASTA CHE RIASSUMO CON UN SECCO “NO GRAZIE”. Voto: 3

Dopo un’estenuante mezz’ora di spettacolo discutibile finalmente torniamo alla gara con un gradito ritorno.

Primo ascolto Antonella Ruggiero – Quando balliamo

Canzone troppo delicata per un festival fin troppo lento. voto: 5,5

Primo ascolto Antonella Ruggiero Da Lontano

Più orecchiabile ma lontano dai fasti della migliore Ruggero. voto 6 (confidando nella versione da disco)

antonella ruggero

Amaurys Perèz (bono come sempre) elegge Da Lontano

Riassumendo: Antonella Ruggero potrebbe tornare nei Matia Bazar…tutto è perdonato.

Continuando con la gara, una delle presenze che più mi incuriosiva per questo Sanremo 2014

Primo ascolto Raphael Gualazzi & The Bloody Beetroots – Tanto ci sei 

Che dire? mi aspettavo qualcosa di più energico. voto: 5,5

Primo ascolto Raphael Gualazzi & Bloody – Liberi o no 

Ecco, questo era quello che mi aspettavo! voto: 7,5

rapahel gaulazzi

Qualcuno che parla di scienza dichiara, fortunatamente, Liberi O No come canzone vincitrice del televoto.

Riassumendo: tutto si può dire a Gualazzi tranne che non gli piaccia mettere in gioco con la contaminazione

musicale.

Arriva lei…la vera e unica regina incontrastata della nostra TV: Santa Raffa, in arte Raffaella Carrà: si esibisce in un fantastico playback – caciottaro come solo le dive di una volta sanno e possono fare – in due brani del suo ultimo album, Replay: Fun Fun Fun / Cha Cha Ciao (scritta da Gianna Nannini). Finalmente la gente i anima e i sorrisi iniziano a farsi vedere. Santa Raffa è stata al gioco, con una Littizzetto questa volta in grande forma con un tributo al caschetto biondo più amato della TV.

Bgyvs45IMAAy6SO

La signora Pelloni si congeda dal pubblico regalandoci uno dei suoi più grandi successi spesso non ricordato come meriterebbe: Fatalità.

Si torna alla gara e giusto per essere sicuri che il sentimento gioioso dello spettatore non durasse più di 15 minuti…

Primo ascolto Cristiano De Andrè –  Invisibili

Testo bellissimo, ma la musica mi ricordava troppo l’intro di Vorrei Incontrarti Fra Cent’Anni di Ron & Tosca  (che a sua volta mi ricordava More Than Words degli Extreme). Non amo la sua voce…quindi mi risulta tutto un po’ ostico per i miei gusti personali voto: 5

Primo ascolto Cristiano De Andrè – Il Cielo è vuoto. voto 5

Stesso discorso valido per la prima canzone. voto 5 

cristiano de andrè

Cristiana Capotondi elegge Il Cielo è vuoto…e lui avrebbe preferito Invisibili… saranno le radio e i fans a decidere  chi aveva ragione.

Riassumendo: Un Cristiano De Andrè forse ancora un po’ troppo vittima del mito del padre.

Continua la gara e si cambia completamente genere con il “ma chi sono questi?” di quest’anno

Primo ascolto:  Perturbazione – L’unica. 

Assolutamente fresca, convincente, radiofonica ma non banale. Forse l’unica (non è un gioco di parole voluto) canzone che ha colpito veramente la mia attenzione questa sera. voto: 8,5

Primo ascolto: Perturbazione – L’Italia vista dal bar.

Meno convincente delle prima, più banale…  voto: 5,5

perturbazione

Gramellini con il 73% elegge L’Unica come canzone avente diritto a continuare la gara.

Riassumendo: quando meno te lo aspetti arriva una bella canzone.

Un altro ospite, Cat Stevens. L’allegria regna serena….Era proprio necessario? Voto 5

Ultimo cantante in gara (per i temerari come me che sono arrivati fino a qui).

Primo ascolto: Giusy Ferreri – L’amore possiede il bene. 

Una canzone carina. Nulla di più. voto: 6

Primo ascolto: Giusy Ferreri –Ti porto a cena con me.

A causa della stanchezza (e della noia) forse non sono riuscito ad apprezzarla a pieno, nonostante mi sia piaciuta molto.  voto: 7

Giusy ferreri

Marco Bocci proclama Ti Porto A cena con Me ultima canzone di questa sera che accede alla gara ufficiale.

Riassumendo: La Ferreri è sempre in una ricerca disperata di canzoni. Tiziano Ferro, (ri)pensaci tu?

Riassumendo: La prima puntata di Sanremo 2014…. Il buongiorno si era visto decisamente dal mattino….e quel sipario ha veramente stentato ad alzarsi. Voto: 4,5 

 

#thevoiceofitaly #tvoi #thevoive…vabbuò avete capito: ARI-parliamo di THE VOICE, seconda puntata…e non sono buone notizie!

The-Voice-of-Italy-coach

 

 

Seconda puntata di The Voice. Ok… devo ammetterlo: l’entusiasmo del debutto si è un po’ molto  scemato!

Sfortunatamente la ragia sembra essere lenta, monotona e ripetitiva.

Il fatto che i concorrenti  siano tutti bravi e  che vengano scelti in base a un parere del tutto oscuro sembra essere un limite per chi sta da casa.

Un altro limite è quella costante impressione che tutti i concorrenti abbiano già in qualche modo fatto qualcosa: chi Amici, chi The Voive in altri paesi, chi già è stato famoso da bambino,abbia già preso parte a un musical di Cocciante o chi è stato visto su youtube. E ti viene il dubbio di come questi siano arrivati su quel palco. Boh.. non so, non mi fa sentire la chimica con loro. Non sono “uno di noi”.

Sicuramente fa piacere rivedere Jessica Morlacchi, ex cantante dei Gazosa, ma non basta…

I concorrenti stentano a essere “umani” nonostante le loro vite ci vengano presentate in modo umano prima della loro interpretazione.

I coach sembrano riscaldarsi con una Santa Raffa in ottima forma e chiaro giudice di riferimento per molti i concorrenti che arrivano li. Pelù è un ovvia scelta per tutti i rockettari, Noemi una scelta di comodo per molti giovani….e Cocciante è tenero. nessuno sembra sceglierlo, come se nessuno ricordasse il valore musicale e storico che egli ha. Mi fa quasi tenerezza…

Comunque, questo è stata la seconda delle Blind Audition… ne mancano due…staremo a vedere se si va migliorando o peggiorando.

Questa seconda puntata si becca un 6 politico.

 

 

#thevoiceofitaly #tvoi #thevoive … vabbuò avete capito: parliamo di THE VOICE!

raffaella carrà the voice

 

 

Per sviluppare questo post bisogna partire da una premessa fondamentale:

Il mio entusiasmo nel riavere in pianta regolare SANTA RAFFA in Tv è quasi da farsi al pipì nelle mutande;

Detto ciò, possiamo andare avanti. Avevo iniziato a prendere appunti e scrivere il blog un po’ come normalmente faccio per X Factor ma ben presto mi rendo conto che non è possibile utilizzare un format già collaudato con un altro format. Questo gioco di parole per dire che nonostante a primo acchito possa sembrare che The Voice sia molto simile adX Factor, bastano 10 minuti d trasmissione per realizzare che le cose che hanno in comune sono inferiori alle cose che NON hanno in comune. Innanzitutto TUTTI i concorrenti che ci vengono presentati sono già stato selezionati e sono tutti di ottima preparazione vocale (non si chiamerebbe The Voice…). Manca quindi que fattore trash che tanto ce piace ad X factor. Ma non è ne un bene ne un male…. è semplicemente un’altra cosa. Anche il modo di relazionare tra di loro dei Coach è differente, quasi propensi al bene esclusivo del concorrente e non della propria squadra.

I concorrenti che mi sono rimasti impressi a distanza di giorni sono la lella dichiarata (perchè signori e signore questo è un programma dall’alto tasso di lellicità…), una ragazza che cantava Giorgia che non è passata, una lasgnosa che già ha fatto Giulietta di Cocciante…e boh… sono tutti bravi.

I giudici. Sicuramente i ver vincitori della prima puntata sono RAFFAELLA CARRA’  e RICCARDO COCCIANTE. La prima per la sua indiscussa primazia mediatica, televisiva…e l’ovvio amore da parte di tutti. Riccardo Cocciante  vince per essere il più sfigato di tutti e di conseguenza quello più divertente da vedere; Richard Cocciante infatti fino a metà nessuno dei ragazzi voleva andare nella sua squassar…tanto che in molto abbiamo avuto l’impressione che avesse iniziato a struccar er botton a tutti!!! :) E poi… perché parla come Carla Bruni???!!!!

Noemi ancora un po’ impacciata e Piero Pelù un filino troppo ego celebrativo….

Per il resto un programma che sicuramente può migliorare ma senza ombra di dubbio riporta la RAI e l’intrattenimento RAI nel 2013. Un programma che porterà soddisfazione a RAI 2 .

Io confinerò a seguirlo e magari a raccontarvelo meglio ah ah ah

 

alla prossima puntata!

 

ICONE GAY MADE IN ITALY. C PER CARRA’ RAFFAELLA

RAFFAELLA CARRA’

Canzone simbolo: Tanti Auguri
Gemma dimenticata: Male
Canzone gay-friendly: Ballo Ballo

Santa Raffa: la santa protettrice di tutti i gay (in realtà si dovrebbe dire “di tutte le frocie”…ma vogliamo essere politically correct noi, giusto?).

Mi ricordo benissimo quando questo concetto mi fu introdotto. Erano i miei primi giri gay, i primi locali, i primi balletti in pubblico, la prime volte che anche le canzoni piu SEGRETE della mia vita e della mia collezione musicale prendevano forma e suono in luoghi pubblici. Come se tutto avesse finalmente senso.
E ricordo benissimo la sera in cui cantando a squarciagola (leggermente brillo) Pazza Pazza su una terrazza (con tanto di balletto con spintarella laterale, braccio rigorosamente teso ma mano parallela al pavimento….), un mio amico mi espresse questo concetto di santità versa Nostra Signora del Palinsesto.
Tutto ebbe senso. Tutto tornava. Anche il giorno dopo, da sobrio.
I segnali erano li.
Una donna una paiette,
Canzoni spesso senza senso apparente tra cui lenti struggenti (che tanto avrebbero poi in seguito aiutato le lacrime di Non e’ la Rai) e canzoni a volte ,meravigliosamente brutte (Scranda la mela).

Non bisogna scavare molto ne passato per capire di che parliamo, basta ad esempio la sua ultima uscita discografica. Chi vi scrive pagherebbe solo per il solo nome: “Raffica 2: Balletti e duetti”.
Respiro profondo. RIpetiamo attentamente .
BALLETTI E DUETTI.

Si potrebbe chiudere tranquillamente qui questo blog. non credo possa esistere qualcosa che puo’ battere a livello di gaycnometro un’uscita del genere: un doppio cd e abbinato DVD fatti solo di balletti e e duetti di Santa Raffa. Solo a pensarci mi commuovo.
Del resto le lacrime sono solo un elemento di quello che e’ L’ESSENZA CARRA’:
Lacrime (tante), risate (magnificamente trash con quel loro suono inconfondibile),i suoi balletti, i suoi duetti, le sue carrambate, i suoi indimenticabili vestiti, sigle TV una piu’ indimenticabile dell’altra, ancora risate., ancora lacrime, fagioli (si ma quanti erano?), telefonate, ancora paietettte, un caschetto biondo bionico, Sabati sera (ma anche Venerdi e domeniche), mezzogiorni, ricominciare (da due), sorprese, altre sigle, successi, insuccessi, altre lacrime, calze contenitive (si, ma quante erano?)………..
Potremmo stare qui veramente in eterno ad elencare quello che e’ magico mondo di Santa Raffa e quello che ha rappresentato per tanti gay di tante generazioni nel mondo.
Se pensiamo solo al fatto che quando a Tiziano Ferro venne chiesto se avesse mai dato un segnale della sua omosessualità, cosa rispose lui? “Più di dedicare una canzone alla Carra’ (E Raffaella e’ mia, ndr)?”., ecco questo spiega benissimo come nel collettivo generale RAFFAELLA CARRA’ RAPPRESENTA L’ICONA GAY ITALIANA PER ECCELLENZA. Del resto ci viene invidiata in tante parti del mondo soprattutto in quelle in cui la lingua piu’ parlata e’ lo spagnolo. In Spagna per esempio la nostra beniamina si e’ rifugiata durante un un suo esilio volontario da un’Italia che non la apprezzava (VERGOGNA, GENTE! VERGOGNA!).
Come ogni Icona gay che si rispetta anche sua Paiettia’ Raffa ha sofferto di quello che e’ l’ignoranza del pregiudizio; molti infatti ignorano i grandi successi musicali raggiunti (compreso top 10 in UK).
Forse quel sorriso sempre pronto ad illuminare il suo impeccabile caschetto biondo, quella risata contagiosa nonostante pronta a contagiare tutti nonostante critiche e chiacchericci di una vita, quel non arrendersi al conformismo, la mancanza di vergogna di un pianto e la spensieratezza di un motivetto che fa cosi, fa cosi, fa cosiiii, sono quello che fa sentire i gay cosi vicini a Raffaella Carra’.

Santa Raffa, Tutte le pazze su tutte le terrazze ringraziano (provando a fare uno di quei tuoi inchini cosi inimitabili….con rischio rottura in due immediata).

Raffa. Santa. Subito.

Ogni bene,
Igor xxx