Archivi tag: Roma

INTERVISTA AD ANGELO PELLEGRINO, ART DIRECTOR DEL MUCCASSASSINA: “…SOGNANDO LAURA PAUSINI…”

angelo pellegrino 1

 

Molti di noi saranno capitati almeno una volta al Muccassassina e, se co me me, vi siete domandati chi e cosa c’è dietro la serata trend setter gay romana…questa intervista con l’art director Angelo Pellegrino sicuramente risponderà a molte vostre domande.

 

Ciao Angelo, prima di tutto volevo ringraziarti per questa intervista. MI fa piacere poter dare la voce a chi, tutte le settimane, mette insieme i pezzi per riuscire a dare vita non solo alla serata gay più importante conosciuta di vita ma anche per far capire alle gente il lavoro che c’è dietro.

Grazie a te Igor!

Quindi, citando Paola Penelope, la drag vocalist del Muccassassina: 3, 2, 1….SIGLAAAA!

1) Questa è la tua terza stagione come direttore artistico del Muccassassina. Come ci sei arrivato?

La passione per la vita notturna è la prima cosa che mi viene in mente, anche se in realtà è tutto avvenuto per caso, non mi sarei mai aspettato che un giorno sarei diventato il direttore artistico di Muccassassina. Ho sempre frequentato le discoteche, sin dai tempi del liceo, frequentavo il Divinae Follie di Bisceglie, il Nafoura, LA Vecchia Fattoria, il Metropolis, per poi approdare a Riccione al Cocorico, Peter Pan e via dicendo dove sono entrato in contatto con i vari organizzatori. Da lì ho iniziato a “ballare sul cubo” quando il fisico me lo permetteva … Poi nel 2007 la mia prima volta a Muccassassina, dove mi sono innamorato di questa serata epica e dove ho avuto modo di conoscere le persone che rendono possibile che questo mito duri da ben 24 anni. Allora Diego Longobardi mi chiese di fare il gogo boy… e due anni dopo diventai il suo assistente. Nel 2011 poi, il Circolo Mario Mieli mi scelse come suo successore. Ed eccomi qui…

2) Quest’anno ci sono dei cambiamenti rispetto all’anno scorso… ti va di raccontarceli?

945943_599692286755612_1425349320_n

Sicuramente sono sotto gli occhi di tutti le importanti ristrutturazioni del locale che ci ospita ogni venerdì, il Qube, con il cui proprietario ho lavorato tutta l’estate per avere delle chicce che permettono di rendere ancora più spettacolare la serata. Ci sono dei cambiamenti dal punto di vista della scelta musicale. Ho un po’ abbandonato la musica trash e revival che fino agli anni precedenti caratterizzava il piano terra, proponendo un sound più pop, dance e attuale. Mentre al piano di mezzo suoniamo puro pop, con qualche contaminazione di happy music. Al terzo piano regna come al solito incontrastata la migliore musica house del panorama internazionale. Il cast è leggermente variato rispetto al passato e gli spettacoli che hanno sempre attirato il pubblico che non viene a Mucca solo per ballare sembrano ormai dei veri e propri concerti con tanto di effetti speciali, piattaforme volanti e via dicendo. Abbiamo inoltre creato un nuovo e più grande Info Mieli per far conoscere al pubblico di Mucca tutte le attività che il Mario Mieli svolge per la comunità LGBT.

 

3) Quest’anno avete ospitato Cristina D’Avena ed è stato un successone. Ti va di raccontarci come è nato il tutto?

Sì, devo riconoscere che è stata una serata eccezionale. La cosa è nata un anno fa quando ho contattato l’artista per una serata dedicata ai cartoni animati, ma purtroppo Cristina non era disponibile per quella data. Ho pensato quindi quest’anno di rirpovarci per la serata dedicata allo Spirit Day, giornata mondiale contro il bullismo omofobico. E il resto lo sai… visto che eri presente!!!

IGOR SCOPELLITI DISCOIGOR CRISTINA D'AVENA

 

(info su quella serata cliccando qui)

4) Collegandomi proprio a questa ospitata, una cosa che ho notato è anche un ritorno verso un discorso più pop

Questo è assolutamente vero, ed è anche il motivo del cambio di rotta a livello musicale di cui ti parlavo prima.

5) Una cosa che non può non cadere all’occhio è l’alta, e assidua, frequentazione  di un pubblico etero. Come te lo spieghi?

Il pubblico etero fa parte di Mucca sin dagli albori della serata. Muccassassina nasce proprio per essere un buco spazio-temporale dove tutti sono ammessi, e dove si sta bene insieme. Muccassassina è un fenomeno di costume che dura da 24 anni, una moda che non passa mai, ed è normale che abbia attirato ogni genere di pubblico nel corso degli anni. Tutto come sai avviene nel rispetto degli altri… E comunque tutti danno un contributo alla serata… l’anno scorso, in occasione di una serata speciale abbiamo presentato una canzone con tanto di video il cui testo racconta di una ragazza che non capisce perchè il proprio fidanzato scompaia ogni venerdì per andare in un posto chiamato Muccassassina. Ti consiglio di ascoltarla… è molto divertente.

6) Ti va di raccontarci come si svolge la preparazione settimanale per arrivare al venerdì sera?

Bene, ogni settimana si sviluppa il tema della serata scelta con circa un mese di anticipo in modo da permettere a me, ai costumisti e ai coreografi di sviluppare ed esprimere al meglio il contenuto della serata. Il lunedì di solito si fa un brief con i costumisti (colgo l’occasione per ringraziare Enrico La Rocca e Nico Capogna per realizzare ogni settimana dei costumi meravigliosi), i coreografi (Max Verduchi, Angelo Cicero, Tiziano Vasselli e Marcopaolo Tucci) e il cast della serata in oggetto per decidere musiche e spettacoli. Nel frattempo io mi preoccupo di sistemare ospiti e dj, con il grafico del circolo Michele Angiuli vengono preparate locandine, flyers e via dicendo. Inoltre settimanalmente avviene la riunione con il direttivo del circolo Mario Mieli e il presidente Andrea Maccarrone, con i quali si fa un quadro delle serate passate e future. Durante la settimana si svolgono inoltre le prove con ballerini e drag queen. Così sembra semplice, ma Muccassassina è un motore che va alimentato quotidianamente con tanto impegno e passione… Il mio venerdì poi… non ve lo racconto… ci vorrebbero ore!!! ahahaha

7) Il Muccassassina non esisterebbe senza il Mario Mieli. Spesso la gente dimentica questo. Perché è importante ricordarlo SEMPRE?

E’ importante perché grazie a Muccassassina il circolo può raggiungere ogni settimana nuovi contatti, nuove persone che poi si dimostrano interessate a tutte le altre innumerevoli attività che svolge il circolo da ben 30 anni. Inoltre non tutti sanno che Muccassassina è nata grazie ai volontari del circolo che ancora oggi ci aiutano a mandare avanti la serata e danno un valore aggiunto alla stessa che poche altre realtà possono vantare di avere. Il circolo è una pietra miliare della storia della comunita LGBT italiana e non tutti sanno quante battaglie sono state vinte anche grazie al circolo, oltre ai successi registrati con i pride annuali e i WORLD e EURO pride del 2000 e del 2011 di cui ancora oggi si parla. Colgo anche quest’occasione per invitare tutti a informarsi sul Circolo Mario Mieli (questa la pagina facebook, ndr).

8 ) Come ogni anno, il Muccassassina ha partecipato al Roma Pride. Cosa vorresti rispondere a tutti quelli, etero e gay che definiscono molti carri e il Pride in genere una carnevalata?

Personalmente rispondo che i pride non sono solo una sfilata di carri e persone in festa, oltre alla parata infatti, durante il periodo della manifestazione vengono svolte importanti attività culturali e di informazione. La parata è un modo come altri di raggiungere un numero maggiore di persone. Tutti manifestano e non vedo il motivo perchè il mondo GLBT debba privarsi di un tale diritto. Le varie parate dei gay pride si sono sempre svolte senza disordini o atti di violenza, contrariamente a quanto accade per altre manifestazioni, pertanto ce ne fossero di altre “carnevalate” simili anche in altri ambiti!

9) In che direzione ti piacerebbe portare il Muccassasina?

Muccassassina deve continuare a crescere, il pubblico dei più giovani è quello che sarà il pubblico di Mucca nei prossimi 20 anni. Ciò che auspico per Mucca è che continui ad essere il trend setter come lo è stato ed è da 24 anni. Vorrei la serata mantenesse sempre lo stesso spirito di aggregazione che ha mantenuto negli anni. Anche se popolato da migliaia di persone ogni venerdì, quando vai a Mucca, sai di essere in famiglia. Vorrei inoltre che Muccassassina diventi un prodotto da esportare all’estero, così come avviene con i party spagnoli e londinesi. Obiettivo difficile ma non impossibile, visto che Muccassassina ha tutte le carte in regola per raggiungerlo, in quanto in questo ambito l’Italia non ha ancora raggiunto la stessa credibilità dei cugini europei.

10) Cosa ci possiamo aspettare dal Mucca da qui fino alla fine della stagione?

Il primo mese è andato… ed è stato un successo dietro l’altro. Tanti ospiti verranno a trovarci in questa stagione… quello che posso dirti è che vi stupiremo ogni settimana con qualcosa di innovativo…

11) un ospite che stai corteggiando da un po….

Eheh… ora la sparo grossa… ma chissà non succeda… dopo aver avuto Geri Halliwell e Grace Jones al world pride del 2000 e Lady Gaga all’europride… sogno di avere Britney Spears (sono un fan sfegatato), chissà che, tra una data e l’altra a Las Vegas, passi a farci un salutino… e poi è da un po’ che stiamo corteggiando la regina della musica italiana… Laura Pausini! (sognare non costa nulla… )

Grazie mille Angelo…ci vediamo al Mucca!

Il Muccassassina è ogni venerdì  (più serate speciali) al Qube in Via del Portonaccio 212, 00159, Roma.

Per rimanere aggiornati con le serate presenti, future e passate pasta andare sulla pagina facebbook qui o sul sito www. muccassassina.com.

Potete anche rivedere le sigle e i momenti migliori delle serate sul canale ufficiale di youtube cliccando qui.

angelo3

DOMANI, VENERDÌ 10 MAGGIO, 4 STARS DEL CINEMA TI ASPETTANO LUX DI ROMA ORE 20.

festa del cinema 1

Claudia Gerini, Maria Grazia Cucinotta, Federico Zampaglione (TULPA in uscita il 20 giugno 2013) e Giancarlo Giannini (TI HO CERCATA IN TUTTI I NECROLOGI in uscita il 30 maggio 2013)

ti aspettano al cinema dal 9 al 16 MAGGIO 2013 per una grande FESTA!

In occasione della FESTA DEL CINEMA, che si svolgerà in tutta Italia dal 9 al 16 Maggio, il circuito di sale Cinema di Roma (Cinema Alhambra, Multisala Barberini, Cinema Intrastevere, Multisala Lux, Multisala Odeon, Cinema Tibur) si avvarrà della straordinaria collaborazione di testimonial di eccezione che coinvolgeranno il pubblico in un’esperienza unica!

Claudia Gerini, Maria Grazia Cucinotta, Giancarlo Giannini e Federico Zampaglione indosseranno le divise dello staff sostituendosi ad esso. Un’occasione imperdibile per incontrare e conoscere personalmente i propri beniamini, impegnati a servire il pubblico nelle vesti inconsuete di cassieri e baristi!

Un modo originale non solo per supportare e promuovere l’iniziativa, ma anche e soprattutto per dire grazie al pubblico per la sua fedele e appassionata presenza!!

La Festa del Cinema consentirà a tutti di accedere agli spettacoli cinematografici a prezzo ridotto, al costo di 3 euro per ciascun film e 5 euro per le proiezioni in 3D. Per avere il biglietto scontato non occorre fare altro che andare al cinema e scegliere uno dei film in programmazione.

E buona visione!!

Per ulteriori informazioni consultare ilsito:

www.cinemadiroma.it

(Comunicato Stampa)

VIDEO OPEN YOUR MIND: FLASH MOB A FAVORE DEI MATRIMONI OMOSESSUALI -ROMA 7 APRILE 2013

igor scopelliti love is love

Quando Eva Presutti mi chiese qualche settimana fa una mano per promuovere il Flash Mob a favore dei matrimoni omosessuali in Italia, immediatamente risposi che avrei fatto tutto il possibile per aiutarla per vari motivi:

  • E’ un diritto che mi piacerebbe avere, nonostante io non credo di volermi sposare… vorrei fosse una mia decisione, non quella di uno stato moralizzatore.
  • Eva è eterosessuale e nonostante avente di nascita questo diritto mi sono sentito in dovere di aiutarla.
  • Eva è una persona squisita… e tra amici ci si aiuta. O almeno ci si dovrebbe…

La cosa che non avevo preso in considerazione è quanto la giornata di ieri sarebbe rimasta dentro il mio cuore.

Nonostante i continui tentativi di sabotaggio da parte del tempo, della questura, del sindaco Alemanno e ch più ne ha più ne metta alla fine siamo riusciti a manifestare a favore del diritto di amare e sposare chi vogliamo.

Ma quello che ieri è stato veramente speciale è lo spirito gioioso con cui tutto alla fine si è svolto; l’atmosfera che si è creata… ieri si sono rafforzati rapporti e amicizie e delle nuove se ne sono create, in modo vero…in modo intenso.

Personalmente oltre a Eva (e la sua bellissima mamma) -che mi ha regalato la giornata di ieri- vorrei dire un grazie a Valeria per essere da 30 anni suonati una presenza costante nella mia vita a prescindere da chi e cosa ci circonda, a Stefania che è l’essenza dell’amicizia senza censure, a Ilenia per aver apprezzato lo sforzo danzereccio (a mio discapito infatti vorrei dire che non sapevo di dover essere “la prima ballerina”…) e a Vittoria per essere stata sui tacchi tutto il giorno.

E grazie a tutti quelli che c’erano, chi se ne è interessato e chi era di passaggio.A Paola Concia per essere sempre in prima fila. Un grazie a chi non è venuto e chi lo ha criticato per aver comunque continuamente aperto la questione di quanto ancora siamo un paese arretrato per quanto riguarda la i NOSTRI (inteso come cittadini) diritti.

E poi c’era lei…

la numero uno!

82 anni. Ha saputo del Flash Mob dal nipote che abita a New York e lo aveva letto su Facebook…e glielo ha scritto su twitter. Perché lei usa twitter! Sfortunatamente mi sono dimenticato di chiederle il nome…ma vorrei tanto ritrovarla. Chi la conosce me lo può dire? :)

Io con il materiale che sono riuscito a registrare e far registrare a Valeria ho fatto un video (un po’ tremolante… SORRY) dove la canzone scelta è LOVE IS LOVE di Alessandra Mussolini. Non è una canzone messa lì a caso… ma un modo per far si che il mio, il NOSTRO, messaggio arrivi a tutti..o almeno a tanti! E’ una sorta di video backstage…con finale danzereccio (gentilmente offerto da Stefania Orlando).

VALERIO SCANU – LIVE IN ACUSTICO. RECENSIONE…MA NON SOLO…

VALERIO SCANU LIVE IN ACUSTICO ROMA BIGLIETTO

Prima di  parlare del concerto –Live In Acustico– che Valerio Scanu ha tenuto domenica 24 marzo 20113 a Roma devo fare un paio di necessarie premesse.

Per coloro che non lo sapessero, io tra il 2002 e il 2010 ho vissuto a Londra; durante questi anni non guardavo Amici, non seguivo molto quello che accadeva nella TV italiana (avevo già il mio da fare con quella inglese) e musicalmente tendevo ad aggiornarmi solo dei cantanti “di una vita”. Eccezione veniva fatta con Sanremo che è da sempre per me l’appuntamento immancabile annuale. Ovviamente, nonostante non lo avessi sentito cantare,  sapevo chi fosse Valerio Scanu…ma è quando, nel 2010, inizia ad intonare Per Tutte Le Volte Che…  che ne rimango incantato, la canzone mi arriva diretta al cuore e la sua voce arriva nell’anima.

Direi una bugia se dicessi che da lì ho iniziato a seguirlo in modo maniacale (ricordiamoci sempre che non ero in Italia…), ma sicuramente da quel momento sono stato un occasionale, seppur attento, ascoltatore e ammiratore…e non c’è da allora un singolo ricordo in cui io abbia pensato che musicalmente non fosse valido.

Personalmente non ho mai capito l’accanimento quasi a priori contro Valerio. Anche nelle sue litigate mediatiche, l’ho sempre trovato originale, capace di difendersi, senza peli sulla lingua, tagliente, ironico e auto-ironico. Forse la vecchiaia mi ha rincoglionito, ma è proprio la sua ironia la cosa che mi ha colpito maggiormente durante il concerto di domenica scorsa. Durante la serata era un continuo scherzare con il pubblico, prendere in giro la sua -BRAVISSIMA- band, prendere in giro se stesso, condividere la paranoia di una cerniera mal funzionante etc etc.

valerio scanu 2

Musicalmente mi reputo onnivoro e non mi tiro mai indietro di fronte a una nuova esperienza musicale, quindi, quando mi è stato chiesto domenica mattina da Sua Biondità Stefania Orlando, se mi interessava andare con lei a questo concerto, ho risposto immediatamente di si con entusiasmo perché ho sempre creduto che Scanu fosse un cantante che va visto dal vivo per poterlo apprezzare veramente fino in fondo.

valerio scanu 1

Lo stupore nel constatare che durante TUTTO il concerto la sua voce non ha ceduto mai: mai una stonatura, mai una nota fuori posto! E soprattutto una voce calda che veniva direttamente dal cuore.

valerio scanu 3

Nonostante non conoscessi tutte le canzoni,  il concerto è volato via in un batter di ciglio per quanto largamente godibile fosse. Come spesso succede, i brani più belli sono quelli meno noti al grande pubblico, brani in cui la voce  di Valerio gioca perfettamente con le note, da quelle alta a quelle più basse. Anche le cover lasciano a bocca aperta… tutte cosine semplici come Mina, Mia Martini, Celine Dion…

Come risultato sono infatti due giorni che sto riascoltando i suoi album e scoprendo un artista che nonostante abbia già fatto tanto è chiaro che abbia ancora molto da dare, da dire e da cantare…

Una menzione particolare va alle fans. Io le amo…! Per questo abbiamo un contributo video…ricordando che bisogna sempre guardarsi alle spalle :)

Io consiglio quindi a tutti gli amanti della buona musica italiana di buttare via i propri pregiudizi radical chic del cavolo, armarsi di biglietto e andare a vedere Valerio Scanu dal vivo…non ve ne pentirete.

valerio scanu 4

Prossimi appuntamenti:

07/04 LIVE ACUSTICO LOCARNO

28/04 STAGE UNA VOCE PER IL TICINO LUGANO

AGGIORNAMENTO OPEN YOUR MIND: FLASH MOB A FAVORE DEI MATRIMONI OMOSESSUALI

ATTENZIONE DATA SPOSTATA CAUSA MALETEMPO: DOMENICA 7 APRILE ORE 12  A PIAZZA DEL POPOLO

581774_382308751866421_671672440_n

E’ strano come in due giorni mi ritrovi catapultato a parlare di omofobia, diritti omosessuali e cose del genere. Io che lotto da tanti anni contro una e per gli altri.. a volte penso che posso tornare alla mia vita, che il mio messaggio l’ho dato… come dire, confido nell’intelligenza altrui. Ma se mi trvo qui a parlare nuovamente (questo forse è un segnale che non devo smettere MAI di farlo) un motivo c’è.

Qualche giorno fa la mia amica Eva Presutti, una Wedding Planner, mi manda un invito per un Flash Mob che ha messo su il 24 MARZO A PIAZZA DEL POPOLO ALLE ORE 12 (DATA SPOSTATA CAUSA MALTEMPO)  DOMENICA 7 APRILE ORE 12  A PIAZZA DEL POPOLO a favore dei matrimoni omosessuali. Ora, Eva di natura questi diritti li ha già… quindi chi je lo ha fatto fà de stressasse come si sta stressando e organizzare il tutto? Nulla…se non il vero senso di ingiustizia che sin da quando era piccola la pervade quando si parla di omosessuali, dei loro diritti e delle loro storie.

Per chi non sapesse cosa è un Flash Mob sarò molto chiaro: avete presente quei video che ogni tanto girano dove ad un tratto tanta gente in mezzo a una piazza, una strada etc balla la stessa canzone? Ecco quello è un Flash Mob.

La canzone scelta per quest’occasione è Scream And Shout di Will.i.am e la sora Britney Spears.

Questa è la coreografia che però Eva ha detto ieri proverà a rendere più semplice

Se volete aderire a questa iniziativa o volete maggiori informazioni, questa è la pagina Facebook dell’eventi http://www.facebook.com/events/484390574960961/488297314570287/?notif_t=event_mall_comment

Speriamo di essere in tanti! .)

AMANDA LEAR – I DON’T LIKE DISCO (ORIGINAL & DELUXE VERSION) RECENSIONE BRANO PER BRANO.

Lasciate IMMEDIATAMENTE questa recensione se:

1)   Avete pregiudizi musicali;

2)   Avete pregiudizi musicali soprattutto nei riguardi di Amanda Lear;

3)   Non amate la musica allegra e da ballare (leggi pop-dance);

4)   Non capite quando il trash si trasforma in arte sublime e sublime arte.

Fatta questa premessa…

Di recente difficilmente mi è capitato di ascoltare un album per intero e realizzare di non voler saltare neanche una canzone. Questo è successo con l’ultimo lavoro di Amanda Lear I Don’t Like Disco (spero non si riferisca a me o al mio blog. Ah Ah ah. –non faceva ridere, lo so…-). Già quando uscì volevo fare una recensione, ma vittima di un blocco da scrittore che è durato qualche mese, mi son tenuto questo giudizio per me e quei commensali che spesso sono vittime dei miei sproloqui musicali.

La cosa che mi ha colpito maggiormente di questo album è la sua consistenza nella produzione, cosa non sempre presente negli album della nostra Amanda, prendendo per esempio il suo precedente Brief Encounters che aveva un’alternanza di brani ben riusciti a ciofeche incredibili.

Sicuramente I Don’t Like Disco si può ben collocare (superandolo di gran lunga) accanto ad un album come MDNA di Madonna (la quale si sembra essere palesemente ispirata al look della Lear per alcuni shots promozionali).

L’album è un non-stop dance party con richiami a musicalità degli anni 80/90 ma con modernizzazioni che rendono il tutto  irresistibilmente 2012.

Di seguito una recensione brano per brano che comprende sia la versione originale dell’album, uscito a gennaio 2012, che la versione Deluxe uscita ad agosto 2012 che comprende le 10 tracce della versione precedente (3 delle quali in nuove versioni), due nuove tracce e una barcata di remix.

1. I Don’t Like Disco : La title track è una dance dal profumo rock dove il sesso (e la incapacità di farlo bene) viene raccontato tramite termini musicali. Geniale.

2. La Bete Et La Belle:  Quello che mi piace particolarmente di questo brano è l’eccessivo e incalzante ritmo dance che diventa contagioso e non può non far ballare anche il più timido dei ballerini.

3. Love At First Sight: Uno dei due nuovi pezzi. Forse il meno riuscito dell’album . Se ne poteva fare a meno.

4. Scorpio 66: Si potrebbe riassumere questo brano come Le Avventure ertotiche del SuperSexyErore Skorpio 66 ;)

5. What a Surprise: Uno dei miei brani preferiti del progetto. Le sue imperfezioni vocali rendono questo brano al confine tra trash e perfezione. Ho un solo dubbio…qui la nostra Manda di cosa canta? ;)

6. Windsor’s Dance: uno dei brani presenti in due differenti versioni nelle due edizioni dell’album. Personalmente preferisco la Original Mix alla New Mix. Il brano si ispira, credo, al suo periodo londinese. Interessante ritornello musicale.

7. Money Money: Ritmo ossessivo, come è l’ossessione per i soldi che ci circonda…

8. You’re Mad: Rispetto alla versione originale del brano, la Club Version potrebbe essere semplicemente chiamata la Extened Version. Pezzo comunque forte che ricorda i suoni e i club londinesi della fine anni ’80 inizio anni ’90. Il cantato/ parlato è solo uno strumento secondario. Mi piace.

9. Super Hero: Gradevolmente banale.

10. Icon: Forse la mia canzone preferita dell’album. Una sorta di autobiografia in musica che riparte dove il suo classico I’m A Mistery ci aveva lasciato. Da mistero a icona il passo è stato breve e di terna durata.

11. I Need Silence: Anche n questo caso la Club Version è in realtà una Extended Version. Pezzo dance molto gradevole e riuscito.

12. Chinese Walk: il brano che ha anticipato tutto l’album. Un brano e un video con quei sapori orientaleggianti che fanno sempre piacere…

Di seguito i nomi dei vari remix. Da segnalare quello de La Bête Rt La Belle che include un feauturing di Andy Bell (cantante degli Euresure).

13. La bête et la belle (feat. Andy Bell, DJ Yiannis) [Monster Mix Radio Edit]          

14. I Don’t Like Disco (Almighty Mix Radio Edit)                       

15. I Don’t Like Disco (RLS Remix Radio Edit)                           

16. La bete et la belle (RLS Mix Radio Edit)                   

17. Scorpio 66 (feat. Louise Prey, Joe Moscow) [Bonus Track] 

18. La bete et la belle (Deutsche Originalaufnahme Video Edit) (Bonus Track)     

19. La bete et la belle (Wutes Mix Club Edit) (Bonus Track)

In conclusione, un bell’album dance per la nostra icona veterana. Se piace il genere… ;)

Le due versioni dell’album sono disponibili su iTunes qui e qui.