Archivi tag: valerio scanu

PERCHE’ SANREMO E’ SANREMO : SANREMO 2016 PAGELLA SERATA FINALE

Sanremo_2016 logo ufficiale

Dopo la serata di ieri avevo un po’ timore di questa finale del 66imo Festival Di Sanremo. Fortunatamente per noi questa è stata tutta un’altra storia e la finalissima è stata più che godibile.

Questo ultimo resoconto vorrei che avesse un aspetto leggermente differente nella stesura, infatti oltre alle usuali pagelle in alcuni momenti mi prenderò la libertà di fare anche una sorta di commento generale e non esclusivo a questa ultima performance. Del resto è il mio blog. Non credo che nessuno verrà a dirmi che ho sbagliato la linea editoriale. (a parte gli spiritosi. PAPESSA PARLO A TE!).

Il festival inizia con la performance del vincitore delle nuove proposte Francesco Gabbani e la sua super radiofonica Amen

Schermata 2016-02-14 alle 15.22.33

 

La gara parte  con la fase ripescaggio. Tra i cantanti in gara c’erano: Zero Assoluto, Irene Fornaciari, Dear Jack, Bluvertigo e Neffa,  Sapete chi passa? Cioè…chi ha avuto la maggioranza dei televoti?!

irene fucking fornaciari

Irene Fornaciari. IRENE FORNACIARI.

Ora, volete dirmi che i Dear Jack hanno perso un televoto contro Irene Fornaciari?! (oddio…lo hanno perso contro Deborah Iurato a pensarci bene…). Chi mi ha seguito in questi giorni tramite il blog o tramite twitter saprà bene che non sono stato tanto un fan di Irene Fornaciari (per usare un eufemismo). Ma non tanto per lei che mi sembra anche simpatica e piena di ironia quando parla ma la mia frustrazione sta nel fatto che stia tra i big – per la quarta volta- solo perché si chiama Formaciari. E non venite a dirmi di no. Ora io dico andate a leggere la sua pagina Wikipedia e fatevi un’idea di quello che dico (in particolare modo la parte relativa alle annate 2009/2010).

Fortunatamente per la mia pressione mi hanno subito distratto con questo:

Roberto Bolle (voto 10) che balla We Will Rock You. Vabbè…che je voi dì?! Talmente bello e bravo da non sembrare neanche possibile tanta perfezione.

Bolle successivamente torna sul palco per sfoggiare un nuovo talento: il senso dell’umorismo. Infatti, complice una splendida Virgina Raffaele (voto 9)  nei panni di se stessa, l’etoile si presta allegramente anche a ballare insieme alla comica La Notte Vola di Lorella Cuccarini.  Geniale e divertentissimo.

Visto che l’abbaio già accennata usiamola com e gancio. Virginia Raffaele ieri si è presentata al pubblico senza maschere , regalandoci comunque nuovi momenti di comicità e talento. Ma abbiamo anche scoperto che dietro i suoi personaggi c’è anche una ragazza timida che esclama a Carlo Conti  “scusa non sono abituata a fare me stessa” In un raro momento di goffaggine.  Virginia Raffaele: la vera vincitrice di questo #sanremo2016.

Ma come sappiamo non c’era solo lei ad affiancare un instancabile Carlo Conti (voto 8), ma c’erano anche Madalina Ghenea (voto 6) bellissima ma forse troppo sensibile e in in punta di piedi, sempre quasi un po’ frenata. Sarebbe stato bello, visto le interviste extra Sanremo, vederla capace di ridere e scherzare. Comunque con una carriera già avviata come la sua credo che questo palco le sia servito solo come grande vetrina. At least but not last abbiamo Gabriel Garko (voto 7). Oh Gabriel! Non posso che volerti bene. Sei stato una perfetta frana ai livelli dei “figli di”. Hai letto una poesia impappinandoti, hai ammazzato il mood creato dagli stadio con la tua gag della farfallina, sei passato davanti a Conti mentre si congedava dal Festival 2016, ti hanno massacrato, ne hai riso, ci hai fatto ridere. Comunque, nel bene e nel male, sei stato la perla trash di questo Sanremo…e per questo spero che tu esca fuori dal tuo isolamento e ti congeda più spesso (magari alla Gialappa’s) e non solo alla Toffanin. E un pensiero speciale alla tua fidanzata. La ho nel cuore, sappilo.

la  farfalla d garko

Ma prima di passare ai nostri big voglio fare un’ultima carrellata sugli ospiti della finale. Quella che sembrava una normale ospita atra amici si è svelata essere una grandissima marchetta: infatti ospiti di Carlo Conti sul palco dell’Ariston ci sono stati i suoi “amici di una vita Leonardo Pieraccioni e Giorgio Panariello (voto 7) che partendo un po’ in sordina hanno avuto “parole gentili” per tutti confermando a fine gag la reunion dei tre toscani il 5 settembre (se non erro) all’Arena di Verona (con probabile ripresa televisiva). Io ho solo immaginato come Aldo, Giovanni e Giacomo si siano sentiti nel vedere tutto ciò.

Ci sono stati poi ben DUE superospiti italiani che non potevano essere così perfetti come opposti: Renato Zero e Cristina D’Avena.

Ora voi sapete bene che penso dei superospiti italiani ma nel caso non aveste letto le pagelle delle altre serate possiamo rinchiudere il mio pensiero in una frase: Vuoi presentare il tuo nuovo lavoro sul palco dell’Ariston? Bene…gareggi!

Questo non vuol dire che io non mi sia goduto i grandi della musica italiana ma credo semplicemente che un po’ di sana competizione renda la vita anche più stimolante (cit Patty Pravo a cui comunque era stato chiedere di andare come ospite…).

Però io mi sento di fare una distinzione tra i due ospiti. Cristina D’avena, arrivata comunque sul palco dell’Ariston grazie a una petizione partita online, la inserisco in una categoria a parte, un po’ come ho fatto con Ezio Bosso. E’ un mondo a se… una situazione a se. Non ha mai cantato una canzone inedita che non sia stata una sigla televisiva (fatta eccezione del Valzer Del Moscerino)  e infatti la sua ospitata è stata più un juke box d’infanzia che sicuramente ha fatto impazzire chi era a casa ma ha lascito perplesso molte mummie in sala che, snob, non si rendono conto di cosa è il mondo #arrivacristina. Si lo so, alcuni  di voi già staranno pensando che ho figli e figliastri… ma forse sono gli stesi che non seguono il mio discorso. E se comunque la regola fosse niente superospiti italiani se non in gara io rinuncerei alla D’avena (che tanto vado a vedere regolarmente in concerto) e Ezio Bosse e cercherei di portare tutti in gara.

Ma Cristina D’avena (voto 9) è, a mio avviso, il simbolo di questo #SanremoArcobaleno: una realtà che esiste, che viene spesso guardata storta dai bigotti benpensanti che pensano subito a giudicare la libertà di espressione e di emozione altrui cercando sempre di omologare tutto con etichette e con cupezza.

Sicuramente la mia anima rainbow si è sentita ben rappresentata da Cristina D’avena. #SanremoArcobaleno rappresenta solo quello che in tanti vorremmo e cioè un’ #ItaliaArcobaleno. E lei ne è una perfetta madrina.

Schermata 2016-02-14 alle 15.24.54

Ma per un personaggio simbolo del rainbow che trovi…ne hai uno che perdi. Nel vero senso della parola. Renato Zero (voto 5) un tempo vero e proprio emblema di libertà di espressione personale e creativa,  di colore, di emancipazione e tutto quello che ci ricordiamo di lui,  si distingue purtroppo da un total black che incute quasi tristezza.

renato zero

Sicuramente rivivere i suoi grandi successi è sempre un emozione musicale… ma i suoi monologhi senza capo ne coda che cercano di spiegare punti di vista  discutibili (almeno a detta di chi scrive) e presentare un debolissimo nuovo pezzo da un nuovo album di cui neanche si ricordava la data di uscita si è rivelato essere a mio avvito un boomerang. C’è una parte di me che spera sempre di essere sorpreso nuovamente da Zero perché, come molti italiani, ha segnato la mia infanzia, la mia gioventù e mi ha dato coraggio durante la mia crescita nel cercare di diventare anche chi sono oggi.

Cambiamo registro e torniamo a parlare di cose serie: la gara di canzonette.

Francesca Michelin – Nessun Grado di separazione.  Voto: 9

francesca michielin

Look evoluto di 15 anni in tre giorni. Canzone stabilitasi nel mio bipolarismo nella parte migliore. Canzone stupenda.Personalmente sono contento di vedere che la Franceschina di X factor non ha avuto fretta di crescere .Ha preso il su tempo, si è fatta la sua gavetta.E finalmente non è più “quella dei duetti con Fedez”.

Alessio Bernabei – Noi Siamo Infinito.  voto: 7

alessio berbabei

La canzone è orecchiabilissima (ma di questo ne abbiamo già parlato) e alla radio la sentiremo tanto. Ovviamente ha vinto la battaglia contro i Dear Jack.E’ anche estremamente belloccio. Spero che in futuro gli diano canzoni un po’ più originai per vedere veramente di che pasta è fatto.

Clementino- Quando sono lontano. Voto: 4

clementino

Niente è proprio brutta sta canzone. Ad ogni ascolto. Me ne farò una ragione. Lui comunque è molto simpatico. Non ho altro da aggiungere.

Patty Pravo – Cieli Immensi. Voto: 10

patty pravo nude look

“Ciao mi chiamo Patty Pravo e sono ancora talmente divina da poter stare sul palco di  nuda ed essere bellissima. Ah…ho anche una canzone bellissima da cantare. Voi invece chi siete?” Non lo ha detto…ma va da se… e poi con un video messaggio d’auguri come quello della Bertè….come non si fai non amare tutto ciò?

Lorenzo Fragola – Infinite Volte. Voto 5.

lorenzo fragola

…il problema è che The Reason Why rimane ancora imbattuta. Ha 20 anni, scrive da solo le sue canzoni. Con un po’ di fiducia ce ne regalerà di migliori.

Noemi – La borsa di una donna. Voto: 9

noemi

Finalmente  questa sera ha cantato come sa fare e come da tempo non la sentivo fare. La canzone è bellissima (e anche l’album). Un nuovo tassello per una carriera musicalmente bella.

 

Elio e le Storie Tese – Vincere l’odio: voto 8

In versione Kiss. Geniali. Fuori concorso. Rock’n’roll. Anche se la canzone, finita l’euforia della sorpresa, non credo che andrò mai ad ascoltarmela volontariamente.

Arisa . Guardando il cielo. Voto: 8

Schermata 2016-02-14 alle 15.25.31

Arisa è la Mariah Carey e non me ne ero mai accorto. Voce da usignolo, carattere da vera Diva che non ha paura di essere se sessa. La canzone è bella…ma paga lo scotto di non essere bella come le sue solite. Arisa ci ha abituato troppo bene fino ad ora. Ma una vera Diva è per sempre.

Stadio – Un Giorno mi dirai Voto 8 (anche e soprattutto alla carriera)

stadio

Copio e incollo gli appunti durante la finale: Capisco che possa fare presa e probabilmente se vinceranno (questa è live blogging non online) lo meriteranno. Ma non parla a me. Comunque emozionanti.

 

Annalisa- Il Diluvio Universale. Voto: 7

annalisa

Lei figa, canzone un po’ moscetta ma la parte alla  Sei bellissima la rende comunque emozionante durante l’ascolto. Spero sempre di poterla sentire un giorno con una grande canzone

Dolcenera.  Ora o mai più. Voto: 4

dolcenera

Lei bella. le sue ultime produzioni discografiche mi piacciono.. ma sta canonenon ho potuto far altro che nominarla per l’hashtag #lattealleginocchia sponsorizzata da Carrefour Italia

 

Giovanni Caccamo e Deborah  Iurato- Via da qui. Voto:  5

caccamo iurato

Il mio problema con questa canzone è che… poniamo caso che qualcuno si fosse risvegliato proprio durante la loro performance  da un coma iniziato dal 1994 penserebbe che poi non deve essere passato troppo tempo. Personalmente loro ancora devo fare qualcosa di veramente grande per essere considerati big. La Iurato però, nonostante l’esperienza sanremese che deve essere stata veramente stressante, la trovo sempre allegra e pronta alla battuta.

Enrico Ruggeri – Il primo amore non si scorda mai. Voto: 10

Schermata 2016-02-14 alle 15.26.38

La mia personalissima preferita di questo Sanremo 2016. Rock ma con una strizzata d’odio al sintetico anni 80. Racchiude tutta la sua musica in una canzone. Grande. E’ tornato il Rugger che amo.

Valerio Scanu – Finalmente Piove. Voto: 8

Valerio ha una voce bellissima che questa sera ha saputo usare n modo impeccabile. La canzone cresce ad ogni ascolto. E’ bello vederlo crescere musicalmente.

Irene Fornaciari – Blu Voto: 4

irene fornaciari

Che pesantezza. Seguita poi da un monologo di Beppe Fiorello che alle 00:45 non è esattamente facile da accollassi come doppietta.

ma ora…. ZA-ZA-ZA-ZAN! Arriva la classifica!!!!

 

  • 16 irene Fornaciari (non esattamente una sorpresa)
  • 15 Dolcenera (niente di personale, eh!)
  • 14 Alessio Bernabei (ouch)
  • 13 Valerio Scanu (puro shock. io me lo aspettavo almeno nel podio)
  • 12 Elio (ci sta)
  • 11 Annalisa (…attendiamo la grande canzone)
  • 10 Arisa (l’importante è partecipare)
  • 9 Rocco Hunt (vincerà con le radio)
  • 8 Noemi (acque ui…mi aspettavo un podio)
  • 7 Clementino (ma che davero davero?!)
  • 6 Patty Pravo (non male considerando l’ultima volta…ma…)
  • 5 Lorenzo Fragola (ad ogni generazione i  proprio idoli)
  • 4 Enrico Ruggeri (ad un passo dal podio. Che rosicata!)
  • 3 Caccamo /Iurato (perplessità d tutti)
  • 2 Francesca Michielin (la prima a non crederci)

E VINCONO…

  • 1 Stadio (non i favoriti alla vigilia…ma sicuramente i favoriti giorno per giorno)

stadio vincitori

 

Altri premi:

Miglior Testo Sergio Bardotti:  Amen

Premio Giancarlo Begazzi:  Stadio

Premio sala stampa Lucio Dalla: Stadio

Premio Critica Mia Martini: Patty Pravo

 

E anche quest’anno il carrozzone è finito.  Gli Stadio dovrebbero partecipare all’Eurovision per rappresentare l’Italia (ma ancora non si sa se hanno accettato o meno l’invito). Staremo a vedere. nel frattempo Conti è stato CONFERMATO come prevedibile per l’edizione 2017. Ci vedremo allora. Perché Sanremo è Sanremo.

Voto a questa ultima serata: 8

Voto all’edizione 2016: 7

 

 

 

NOIA…E NON HO DETTO GIOIA: SANREMO 2016 – PAGELLA QUARTA SERATA + SONDAGGIO

Sanremo_2016 logo ufficiale

Sarò onesto qui. Approcciarmi a ripercorrere  questa quarta serata di Sanremo 2016 per scriverci su il blog è stato un po’ un trauma. Ho trovato tutte le scuse di questo mondo per posticipare il più possibile questo, inevitabile, momento: ho fatto partire la lavastoviglie, ho caricato una lavatrice, ho capato la cicoria e stavo per mettere i vestiti nell’armadio in ordine cromatico pur di non dover rivivere quell’unica sensazione che mi ha pervaso per TUTTA per la serata: NOIA…e non ho detto gioia (cit). 

Non so come sia possibile, eppure gli ingredienti per una serata rilassante c’erano tutti: ben 24 + 1  canzoni in gara da scollate (i 20 big, i 4 giovani e Miele). Eppure quando alle 23:40 Conti ha annunciato che la prima parte era finita io già non riuscivo neanche più a connettere, prendere appunti, anche solo tentare di mettere un po’ di humor nei miei tweets.

Stamani quindi tra me e me mentre capavo la cicoria pensato come mai non mi fosse MAI successo con un festival targato Baudo di annoiarmi in questo modo. Eppure la struttura è molto simile (tolta la serata delle cover che -per l’amor del cielo- necessita essere rivista e ripristinata in serata duetti). E lì ho capito: Baudo inventava i personaggi non riciclava cose già visto e riviste. Quello di Baudo non era un continuo celebrare quello che è stato ma un proiettassi su quello che sarà domani. Creava fenomeni e non rincorreva quelli già esistenti.  Baudo amava le canzoni che sceglieva e nonostante fosse bravissimo a fare compromessi con case discografiche e gusto del pubblico, la cosa che lo caratterizzava era nel cercare sempre potenziali hit. A volte ci riusciva a volte meno. E non aveva mai paura di puntare sul trash musicale…ma quel trash di qualità che ancora oggi ricordiamo e celebriamo.

Con Carlo Conti (voto 6 e 1/2) tutto questo non c’è Le canzoni sono abbastanza immemorabili sebbene la lista dei partecipanti fosse promettente. Quindi o meglio non pensare come siano state le canzoni scartate o l’equilibrio auditel/ televoto/ case discografiche deve aver prevalso sul lato musicale. E poi ovviamente questa benedetta storia dei superopisiti italiani.  SE in qualche modo potevo arrivare a capire i Pooh, Laura Pausini e Eros Ramazzati anche e soprattutto per il valore apportato alla musica italiana… un’Elisa (voto 8) non riesco a giustificarla. Sicuramente è un’artista che tranquillamente avrebbe potuto essere inserita in gara. Ma non voglio ripetermi per l’ennesima volta. O creare polemica alcuna con chi giustamente la apprezza.

Ieri tutto mi è sembrato un po’ sottotono e impostato in una macchina da guerra troppo perfetta, troppo pulita. Anche Gabriel Garko (voto 5) ieri si è talmente calato nel ruolo del forzatamente autoironico da aver stancato. Madalina Ghenea (voto 5) completamente inutile. E  poi c’è lei: Virginia Raffaele (voto 8) che risveglia il mood grazie alla sua, già collaudata, imitazione di Belen. Che, in una serata come questa, non è riuscita come nelle altre sere a portare quella necessaria ventata di novità. Da sottolineare comunque il gran fisico (e la snodabilità) della Raffaele che riesce ad essere simpatica e gnocca allo stesso tempo. Come per questo non stia sul cazzo alle donne è un mistero.

Un momento di tristezza, che chiameremo momento Aldo Giovanni e Giacomo, va sicuramente al pensiero di un Enrico Brignano (voto 4) che non è riuscito a strapparmi neanche un sorriso. Roba che prima mi cercavo i monologhi su YouTube!!!

Ci sono stati altri ospiti ma onestamente preferisco soprassedere perché ho paura di addormentarmi nel solo ricordarmi chi fossero.

Passiamo quindi subito alla gara dei giovani e ad una veloce carralleta di quello che è successo tra i big.

Gara Nuove Proposte:

Mahmoud – Dimentica: La canzone un po’ migliora con gli ascolti  ma l’emozione l’ha fregato a livello vocale. voto: 6 e 1/2

Francesco Gabbani – Amen:  Il pezzo c’è. Un tripudio di arcobaleni e allegria, Voto: 9

Chiara Dello Iacovo- Introverso: innocua. Fin troppo. voto: 6

Ermal Meta – Odio le favole: da una parte vorrei stroncarlo per via della performance vocale, dall’altra mi rendo conto che la canzone è molto radiofonia. Voto : 6

Menzione per Miele che canta il suo bellissimo pezzo Mentre ti parlo (voto 9) fuori gara come premio di consolazione per il Miele-gate di ieri sera.

La classifica finale dei giovani (rivelata a metà serata) è: 4) Mahmoud 3) Ermal Meta 2) Chiara Dello iacovo e vincitore, meritato, Francesco Gabbani

quarta serata gabbani vincitore

 

Tra i big invece…

Annalisa- il diluvio universale: La canzone mi lascia abbastanza indifferente…però mamma mia quanto è bella e che presenza ha scenica che ha! voto: 6 e 1/2

Zero Assoluto – Di me e di te: dite quello che volete ma a me questa canzone piace proprio tanto. Voto: 8

Rocco Hunt- Wake Up: non ce la posso fare. Dico sul serio. Voto: 5

Irene Fornaciari- blu. Doppietta Hunt/Fornaciari. Ma che abbiamo fatto di male? Voto: 5

Giovanni Caccamo e Deborah Iurato – Via da qui: nel 1992 Franco Fasano e Flavia Fortunato avevano portato una canzone più moderna di questa. E quella era una canzone dal classico stampo sanremese.  voto: 4

Enrico Ruggeri . Il primo amore non si scorda mai: più l’ascolto già mi fa impazzire: voto: 9

Francesca Michelin – Nessun Grado di Separazione:  una canzone che mi rende bipolare la odio e la amo a secondi alterni.  voto 6 e 1/2

Elio e le storie tese – vincere l’odio: svanito l’effetto novità della prima sera con questo nuovo ascolto perde un po’. Voto 6 e 1/2

Patty Pravo . Cieli immensi: magica, divina. Ok la voce a volte non è più quella di una volta…ma la canzone è stupenda e lei è un raggio di luce sul palco. Voto: 10

Alessio Bernabei – Noi siamo infinito:  Vocalmente meglio della volta precedente. Ma c’è Ariana Grande al telefono che rivuole la sua canzone indietro. voto: 5

Neffa – sogni e nostalgia: Noiosa e troppo uguale a Sigarette la mattina. voto: 4

Valerio Scanu – Finalmente Piove: Valerio è bravissimo e su quello non ci piove. Avendo molta familiarità con la sua discografia, avrei però sperato in qualcosa di più. Non credo gli farà vincere nuovi fan musicali ma sicuramente ha ricordato a tutti che prima di tutto è un bravissimo cantante e un interprete intenso. Voto: 7 e 1/2

Dear Jack – Mezzo respiro : molto ma molto meglio rispetto alla prima performance. la canzone acquista orecchiabilità e Leiner è sicuramente un valore aggiunto . Voto: 7

Noemi – La borsa di una donna: il testo più bello del festival che finalmente mi è arrivato.  Nonostante io sia un uomo mi rendo conto che la mia borsa non è poi così diversa. voto: 8 e 1/2

Stadio – Un Giorno mi dirai: a detta da quello che leggo online piace tanto questa canzone. Io non me la sento addosso. Voto: 6

Arisa – Guardando il cielo:  una di quelle canzoni che ad ogni ascolto fanno aumentare l’indice di gradimento. Voto: 7 e 1/2

Lorenzo Fragola – Infinite volte: canzone proprio moscia. voto: 5

Bluvertigo – Semplicemente: la voce di Morgan tiene per la durata di una parola. Che è già un miglioramento. La canzone ci sarebbe anche…ma… voto: 5 ps stando attendo a testo e alla gestualità di Morgan ho notato un nuovo, e onestamente di troppo, attacco ad X factor…bah..

Dolcenera . Ora o mai più (le cose cambiano):  questa canzone a mezzanotte e mezza è un colpo basso. troppo basso. voto: 4

Clementino – Quando sono lontano: e niente. è proprio brutta come la prima volta. voto: 1

a fine serata viene letta la classica e a rischio sono:

cantanti a rischio

Un telvoto è stato aperto e rimarrà attivo fino ad inizio serata dove solo uno di questi cinque avrà accesso alla finale.

La cosa curiosa di questa quarta serata è come nonostante si sia chiusa quasi in tempo sia sembrata una maratona di 30 ore per la vita.

Voto complessivo quarta serata: 5 per affetto a Sanremo.

Lo vogliamo fare un sondaggio? ma si dai…. per chi tifare?  (tre voti a testa)

 

Per oggi è tutto…ci vediamo stasera su Twitter e domani qui sul blog ;)

Love & Peace.

 

 

 

 

SANREMO CANTA NAPOLI: SANREMO 2016 PAGELLE TERZA SERATA

La serata delle cover mi risulta sempre un po’ noiosa. Non che non apprezzi la serata in se, ma per me Sanremo è e rimane la gara. Ok qualche ospite….ma addirittura una serata istituzionalizzata per le cover mi sembra un po’ una forzatura. (Lo so, sono polemico quando si tratta di sacralità di Sanremo.) Detto ciò vediamo un po insieme cosa è successo.

Regina indiscussa della serata ai miei occhi è stata Virginia Raffaele (voto 10) assolutamente irresistibile nei panni di Donatella Versace. Una gag dopo l’altra presentate con squisita classe comica. Non vedo l’ora di vedere un suo show. Se prima la stimavo, dopo questo festival voglio diventare una groupie lanciandole magari, invece di reggiseni, avanzi di pelle come uanDonatella Versace qualunque!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ma ovviamente insieme alla Versace c’erano altri co-conduttori: un gongolante-da-ascolti-da-record Carlo Conti (voto 7) che si conferma essere l’uomo d’oro di Rai 1, Madalina Ghanea (voto 6) finalmente scioltasi e in versione sexy e parlante. Ma forse un po’ vuoi tempo massimo. E poi c’era lui: Gabriel Garko (voto 7) che ormai si trova perfettamente a suo agio nel ruolo dell’incapace e che sfodera una inaspettata vena autoironica al Dopo Festival (voto 8) ridendo di se stesso con una Gialappa’s Band (voto 8) finalmente tornata in splendida forma e un Nicola Savino (voto 8)  ormai in pieno possesso del suo ruolo televisivo. Rimanendo sempre sul tema Garko (non so se si è capito che mi sta intrattenendo tanto…) non possiamo non menzionare Nicole Orlando (Voto 8)  e il suo voler a tutti i costi sottolineare che “alla mamma non gli piace tanto Garko”. Favolosa.

Schermata 2016-02-12 alle 11.23.28

Superospiti italiani sono stati i Pooh (voto 7). OK, voi lo sapete quello che penso i merito a questi  benedetti superopsiti italiani (vedere puntate precedenti) ma devo dire che in una serata come quella delle cover in cui si celebra la musica italiana avere i Pooh  (reunion con Riccardo Fogli compreso) che fanno i loro ultimi giri per poi congedarsi definitamente come gruppo…non mi è sembrata una cosa completamente fuori luogo anche perché non hanno presentato nessuno brano tratto “dal loro ultimo album”. Va anche detto che I cinque eterni ragazzi in età da pensione  hanno inaspettatamente abbracciato in modo molto vistoso il messaggio di #SanremoArcobaleno sfoggiando nastri rainbow ovunque. Veramente inaspettato e per questo ancor più gradito. Detto ciò, io continuo a dire NO AI SUPEROPSITI ITALIANI.

Altri ospiti gli Hoizer che all’una meno venti hanno cantato Take Me To Church per poi essere congedati in modo più che frettoloso. Io voglio fare Coming Out qui: a me di sta canzone non frega nulla. La trovo angosciante. Ok, sfogo finito. Torniamo alla leggerezza.

Ma passiamo alla gara dei giovani e in particolare con Il MieleGate

miele gate

Il tutto inizia dalla sfida Miele VS Francesco Gabbiani.

Miele – Mentre ti Parlo: intensa. Bella. Mi ha sorpreso. Voto: 9

Francesco Gabbani – Amen: allegra, radiofonica, piacevole.  Voto: 8

Passa il turno Miele

terza serata giovani 1

Tutto sembra scorrere liscio come una qualsiasi vittoria di uno scontro diretto fino a quando a metà serata Carlo Conti ci informa che il voto della stampa è stato annullato e riconteggiato….per poi far risultare vincitore Francesco Gabbani. Io son contento uguale poiché entrambi meritavano, Ma apriti cielo, non è Sanremo se non c’è un caso di caos da votazioni. Conti dal canto suo dichiara che farà comunque cantare Miele durante la quarta serata come premio di consolazione mentre la cantante e il suo discografico (giustamente?) chiedono un reintegro nella gara. Oggi scopriremo se per Miele sarà una dolce sorpresa o no. (Mamma mia…le mia battute ultimamente neanche a Colorado le userebbero, n.d.r)

Seconda sfida tra Michael Leonardi Vs (quel gran pezzo di bono di) Mahmood

Michael Leonardi- Rinascerai: talmente over the top da essere veramente imbarazzante. voto: 3

Mahmood- Dimentica: lui mi piace dai tempi di X factor e in passato ha anche fatto belle canzoni. Questa però è un po’ debole. Sicuramente ha risvegliato gli ormoni della nazione . Voto: 6

Schermata 2016-02-12 alle 11.19.09

Vince Mamhood. diciamo che non era proprio un’impresa difficile…poteva tranquillamente evitare il look Samurai quindi  ;)

E ora il momento del Cover:

Noemi – Dedicato:  più energica che nel cantare la sua stessa canzone. Voto: 7 e 1/2

Dear Jack – Un bacio a mezzanotte: una brutta copia di un programma di Paolo Limiti. Voto: 4

Zero Assoluto – Goldrake: massacrati dal web. Io ho amato…. Voto: 7

Giovanni Caccamo e Deborah Iurato – Amore senza fine: l’inutilità fatta performance. voto: 5

Vince il turno (giustamente) Noemi

Secondo round:

Patty Pravo feat Frank De Palma- Tutt’al più: un mito che celebra, giustamente, se stessa nella serata in cui si celebra la grande musica italiana. Voto: 8

Alessio Bernabei & Benji e Fede – A mano a mano: che dio benedica la gioventù e tutti gli ormoni che ne consegue. Ma è un netto no musicale da parte mia. voto: 4

Dolcenera- Amore Disperato: na sfrociata pazzesca. La sua bacchetta magica rainbow ha trasformato in gay anche te che leggi questo. voto: 8

Clementino – Don Raffè: non commento. Voto: 4

.E passa il turno… Clementino (!)

Terzo blocco:

Elio e Le Storie Tese- Quinto Ripensamento: a sto giro non proprio convincenti. voto: 6

Arisa- Cuore: ci ha messo il…cuore (ehm lo so..). Voto: 7 e 1/2

Rocco Hunt  – Tu vuò fa l’americano : sembra simpatico. Ma io propio non riesco a farmelo arrivare. voto: 5

Francesca Michelin- Il mio canto libero: brava ed emozionante. voto: 8

vince Rocco Hunt. bah… io non riconosco più questo mondo.

Quarto blocco:

Neffa- O Sarracino: perché?! voto: 4

Valerio Scanu – Io vivrò senza te: bravo come al solito. voto: 7

Irene Fornaciari – Se perdo anche te: non ce la posso fare! Oggi sembra vestita da studentessa fuori corso che ha come icona di stile Chiara Gagliazzo. Non ce la posso fare. Voto: 5 

Bluvertigo – La lontananza: Non vedo l’ora di sentire Morgan ribadire il concetto che non è vero che lui è senza voce, ma siamo noi a non capire l’arte! Voto: 4

Vince a mani basse Valerio Scanu.

Quinto e ultimo (sia lodato il signore) blocco:

Lorenzo Fragola – La donna Cannone: finalmente degno della sua vittoria ad X Factor. voto: 8

Enrico Ruggeri – La canzuncella:  amo Ruggeri e lo trovo incredibilmente sexy. Ma no, non n’altra canzone napoletana. Mi spiace, per me è no. voto: 4

Annalisa – America: finalmente il palco in fiamme grazie a una delle più belle voci italiane e una colonna portante della musica italiana. Fantastica. Voto: 9

Stadio – La sera dei miracoli: un omaggio come si deve ad un grande.  voto: 8

Vincono il turno (e tutta la serata) Gli Stadio con Scanu secondo. Vittoria a mio avviso ingiusta e un po’ forzata. Ma si sa, quando si tratta di buonismo siamo tutti i numeri uno.

Ora, cosa abbiamo imparato da questa serata? Personalmente mi aspettavo di vedere loro da un memento all’altro apparire come superopsiti

foto-pupo-e-gloriana

Perché più che Sanremo mi sembrava il Festival Di Napoli!

Comunque, voto alla terza serata: 6 e 1/2

Per oggi niente sondaggio. anche perché….che votamo? neanche a dire i giovani poiché quanti ne devo inserire quattro o cinque? bah. E’ tutto una bellissima baracconata.

A stasera su twitter.

Love & Peace.

“AMASSSING”. SANREMO 2016: SECONDA SERATA PAGELLE E SONDAGGIO

Sanremo_2016 logo ufficiale

Come fu per l’anno scorso anche questa seconda serata della sessantaseiesima edizione del Festival di Sanremo prende ritmo. Probabile complice il livello superiore delle canzoni, la gara dei giovani subito in apertura , un Conti più rilassato…in ogni caso la serata è passata, nonostante l’immancabile e inevitabile sforo d’orario, veloce.

Come gia accennato Carlo Conti (voto 8) in testa seconda puntata è stato magistrale nel dirigere il favoloso baraccone della kermesse canora, capace anche di prendersi un po’ in giro e di mettersi a disposizione totale per le gag di una favolosa Virgina Raffaele (voto 9) in sembianze da Carla Fracci. Il bello della Raffaele è che anche quando fa battute scontate riesce sempre a creare un empatia tale con il pubblico da strappare sempre e comunque una risata (forse ormai è l’unico comico che riesce nell’impresa negli ultimi anni). Ma se da una parte abbiamo una Raffaele in ottima forma dall’altra abbiamo una bambola parlante come Madalina Ghenea (voto 4) che sembra la Barbie di mia nipote che abbassandole il braccio dice sempre la stessa frase (“mi sono vestita da Elsa di Frozen per far felice le bambine”) e un Gabriel Garko (voto 7) che è talmente fuori luogo e imbarcato che fa tenerezza; Garko infatti non ne imbrocca una dal pronunciare amazing in ammassing al non sapere mai dove uscire fino a fare una cinica tenerezza quando, durante l’intervista doppia con un superbo Nino Frassica (voto 10) non gli rimane che ridere si se stesso. Ma il top del top, nel cercare di rimanere nella sua parte di sex symbol, è quando a fine serata salta la sua fidanzata come stesse salutando Nonna Ubalda. Potrei stare a parlare ore di Garko ma vorrei lasciare l’argomento con un quesito: SERIAMENTE ha cambiato il suo nome all’anagrafe in Gabriel Garko. Vabbè avete capito la mia sufficienza è dovuta al valore d’intrattenimento più che valore artistico di per se.

Come per la prima serata farei un veloce riepilogo agli ospiti per poi passare alle pagelle dei cantanti in gara.

Prima menzione va ovviamente ad Eros Ramazzati (voto 8). Come espresso ieri e come non mi smetterò mai di dire trovo profondamente ingiusto e fuori luogo la presenza di artisti italiani come superospiti. Ripeto: hai un nuovo albume e vuoi la vetrina di Sanremo per promuoverlo? Gareggi! Lo hai fatto in precedenza e non vedo perché non puoi farlo anche ora. Poi se vogliamo parlare di quanto sia bono Eros, di come le sue canzoni -anche se io non sono un fan- siano senza tempo, di come il suo inaspettato ma pungente appoggio alla causa dei diritti civili sia stato tutto molto bello è un’altro discorso.

Questo appunto per i superospiti italiani non va fatto, secondo me, su un artista come Ezio Bosso (voto 9) che sul palco dell’Ariston porta non solo una storia da raccontare ma un genere completamente differente che rappresenta orgogliosamente i colori della bandiera italiana nel mondo.

Ellie Goulding. Oh Ellie Goulding….dove iniziare con te? Non posso certo metterti una insufficienza, ma il problema con te è che non sai mai quando arriva la stecca. Sai che arriverà….ma non sai quando. Ed è un peccato perché come autrice sei bravissima e la voce, su disco, è godibilissima. Fossi in te canterei sempre in playback. (voto 6)

Gli altri ospiti della serata erano uno scanzonato Cannavacciuolo (voto 7) a cui sono state poste le domande culinarie più idiote alle quali anche la Moroni avrebbe riposto a mattarellate e una bellissima Nicole Kidman (voto 7) che per la prima volta dopo tanto tempo sembrava Nicole Kidman, segno quindi di aver effettivamente diminuito le dosi di Botox. La mia unica questione con la Kidman è che dopo aver fatto da madrina alla defunta Agon Channel…la sua presenza ha un po’ perso di glamour. Però, dopo esser riuscita a sembrare interessata alle  scontate domande di Conti, dopo averlo sentito intonare Something Stupid nella rigorosa versione in italiano e aver fatto finta di apprezzare la presenza di Garko, credo che abbia espiato la AGON-IA.

OK. Finalmente passiamo alla musica. Ed era anche ora…visto che tecnicamente questa sarebbe una gara di canzoni.  Iniziamo con i Giovani Ricordo che questa categoria si scontrava in un faccia a faccia di due in due.

Chiara Dello Iacovo Vs Cecile

Chiara Dello Iacovo – Introverso: innocuamente giovane. Voto 6

Cecile – N.e.g.r.a.: al limite del luogo comune….ma sicuramente la canzone e il personaggio ci sono. Voto: 7

Vince, ovviamente, Chiara Dello Iacovo.

Irama Vs Ermal Meta

Irama – Cosa Resterà. lui caruccio, si vede che ha qualcosa da dire. ma Non mi arriva. Voto: 5

Ermal Meta – Odio Le Favole: un’idea…forse è meglio tornare a fare l’autore solamente? voto: 4

ovviamente vince Ermal. due su due NON azzeccati. Un record.

Passiamo ora ai Big.

Dolcenera – Ora o mai più: speravo in qualcosa di mooooolto già vivo ed energetico. Invece abbiamo qualcosa di mooooolto soporifero. voto: 4

Clementino – quando sono lontano: una delle cose più brutte che io abbia mai ascoltato. Voto: 1

Patty Pravo – Cieli immensi: la amo e la canzone è bellissima. Ok la voce non è più quella di un tempo…ma dopo 50 anni di carriera è sempre, se non ancor di più. DIVINA. Voto 10 (ad honorem)

Valerio Scanu – Finalmente Piove: bella e intensa. Forse mi aspettavo leggermente di più dal connubio Moro/Scanu ma il pezzo c’è. Ed è bello vedere un Valerio che lascia intravedere qualche emozione e, per una volta, non essere tecnicamente perfetto. Voto: 7 e 1/2

Francesca Michelin – nessun grado di separazione: non so se mi ha lasciato perplesso o mi è piaciuta tantissimo. I futuri ascolti decideranno la sorte.  Voto: 6 e 1/2

Alessio Bernabei – Noi siamo infinito: Non so veramente come farmene di questa canzone. Spiazzante.  Voto 4 e 1/2

Elio E le Storie Tese – Vincere l’Odio: Geniali. non ci sono altre parole. voto : 9

Neffa- Sogni e Nostalgia– senza infamia e senza lode. Voto: 5

Annalisa- Il Diluvio Universale: un po’ troppo simile ad altre canzoni…. per questo voto:6

Zero Assoluto- Di me e di te: Un’adorabile cazzata pop. voto: 8 e 1/2

La classifica è fuori e….

rischiano Dolcenera, Zero Assoluto, Neffa e Alessio Bernabei. Che ne facciamo di questa informazione? Prendiamo semplicemente atto che ne i Dear Jack senza Barnabei ne Barnabei senza i Dear Jack sembrano interessare a qualcuno.

Comunque…per la serie non ci sono più i totip di una volta: CLEMENTINO dentro e gli Zero Assoluto a rischio. E’ ufficiale: sono troppo vecchio per il rap (almeno che non sia Fedez con qualche duetto al femminile).

Non so che dirvi sul Dopo Festival perché onestamente mi sono addormentato mentre Morgan provava a convincerci che la sua sua voce c’è. E vabbè… è come se io provassi a convincere voi di essere adatto al ruolo di velina bionda.

sicuramente recupererò il Dopo Festival non appena smetto di scrivere cazzate.

Voto Seconda serata: 8 e 1/2

Ma se volete, potete sempre interagire come me su twitter questa sera. Come già detto è moto probabile che userò esclusivamente l’hashtag #sanremo2016

Ovviamente potete votare il vostro favorito della seconda serata nel sondaggio qui sotto

Foto da internet.

VALERIO SCANU APRE DALIDA’

10157354_621662404592611_869113916_nIl 16 aprile è stato inaugurato ufficialmente la boutique Dalidà, nuova avventura di Valerio Scanu imprenditore in Via Margutta 14, a due passi da Piazza Di Spagna in Roma.

Alla “serata evento” hanno partecipato amici e personaggi del mondo dello spettacolo che hanno voluto condividere con Valerio questa nuova avventura: Nenella Impiglia, Stefania Orlando, Antonino Spadaccino, Barbara di Palma ed Olmes Carretti.

Valerio Nenella Stefania Barbara social Il negozio, come l’inaugurazione stessa, rappresenta molto bene Valerio e il suo mondo fatto di ordine, dettagli, buon cibo, amicizia, classicità…e quel tocco di follia che rende tutto unico. 10171236_628328483926003_283581150776526385_n La cosa che mi ha colpito è come, se a primo acchito sembrerebbe un negozio di scarpe, è solo entrandoci che ti rendi conto di come il concetto di boutique sia il più adatto: niente è lasciato al caso e il cliente apnea entra si sente coccolato e unico e soprattutto….non ci sono solo scarpe! Ma bisogna andare a visitarlo per capire di cosa sto parlando! Inaugurazione L’inaugurazione è stata, almeno personalmente, un’occasione per poter rincontrare anche amici che, causa impegni d tutti, non riesco a vedere quanto vorrei. 10014641_10152127192211156_2814009007533343436_n Tutte le informazioni le trovate nella pagine ufficiale Facebook cliccando qui. A seguire trovate alcune foto dell’inaugurazione e il comunicato stampa che ho trovato molto completo e interessante (la spiegazione del logo, del nome, etc) …e ho pensato di girarvelo così come è arrivato a me. Merda! Merda! Merda! a te Valerio e a tutte le persone che fanno parte di questo nuovo e bel progetto. CS DALIDA'

A VOLTE RITORNANO… (IVANA) SPAGNA – THE MAGIC OF LOVE

IVANA SPAGNA THE MAGIC OF LOVE COVER COPERTINA

Per chi come me è nato negli anni 70 ma è cresciuto e vissuto gli anni della spensieratezza negli anni 80 e 90, Ivana Spagna è sicuramente una figura musicale di riferimento o quanto meno di grande impatto.

Com due fasi artistiche ben distinte, la prima in tipico stile Italo Disco fino al 1994 e la seconda caratterizzata dalla melodia italiana e dai vari Sanremo.

Negli ultimi anni Spagna ha sicuramente mantenuto un profilo ben distinto ma i grandi successi discografici sono stati (ingiustamente) inferiori a quelli degli anni d’oro.

Un paio di anni fa Ivana era tornata con l’album 4 a una produzione interamente in inglese, ma è con questo nuovo singolo, The Magic Of Love, che la cantante veneta torna alle origini, alla dance ma soprattutto con la produzione (lo deduco poiché il singolo esce sotto etichetta Off Limits) di Larry Pignagnoli.

Questo ritorno alle origini è sicuramente, musicalmente parlando, un felice e allegro ritorno. Personalmente lo avrei fatto uscire un paio di mesi dopo per poterne sfruttare a pieno il potenziale estivo. Ma io non mi lamento…

Per vedere il video, in esclusiva su TGCom, basta cliccare qui.

The Magic Of Love sarà disponibile dall’11 marzo

VALERIO SCANU – LASCIAMI ENTRARE : RECENSIONE ALBUM BRANO PER BRANO

valerio scanu lascimao entrare cover copertina

Dopo tante parole dette e scritte su Valerio Scanu (da me e da molti altri sul web, in TV etc) eccoci finalmente arrivati alla  resa dei conti e a far parlare la musica, perché dopotutto Valerio Scanu è un cantante.

Con questo primo album autoprodotto (con la sua etichetta NatyLoveYou) Valerio Scanu diventa anche cantautore a tutti gli effetti poiché ben 8 brani sugli 11 presenti portano infatti anche la sua firma; tra i collaboratori scelti per la stesura dei brani spiccano ai mie occhi Luca Mattioni che già in passato ha scritto molte delle canzoni -a mio personale parere- più belle del cantante sardo (Mio, Aria Colorata, ect) e Davide Rossi, figlio del Blasco nazionale.

Un disco dal risultato paradossale poiché è nella freschezza di sonorità che fa trasparire una maturità artistica, come a volersi finalmente liberare di un vestito troppo usato e ritrovare il proprio io e la propria dimensione sia personale che musicale .

Di seguito troverete i titoli delle canzoni con le relative spiegazioni da Valerio stesso e il mio commento.

Sui nostri passi:

Nella vita a tutti capita di ripensare al passato, di ripensare a come sarebbe andata se ci fossimo comportati diversamente o cosa sarebbe successo se avessimo preso un’altra via, un’altra decisione. (Valerio)

Il singolo di lancio dal vibe fresco e giovanile. Un Valerio che si ripropone al pubblico con un suono nuovo. Perfetto per le radio, se solo…. 

Come fanno le stelle:

Nella girandola di una vita che tutto cambia e tutto rivoluziona, gli uomini si fermano a guardare. Così come le stelle, essi aspettano, dondolandosi sull’altalena della mente e del cuore. (Valerio)

Canzone allegra, piena di profonda spensieratezza. 

Parole di cristallo:

Liberarsi, senza rimpianti, dalle fredde catene di un’ossessione. Note dolci e soavi si scontrano con la durezza delle parole. (Valerio)

Il brano scritto con Davide Rossi. Conosco il brano sin dalla sua versione demo che già mi colpì da subito. La versione finale è senza ombra di dubbio la canzone più bella dell’album che unisce in modo sublime il Valerio nuovo con quello vecchio. Al primo ascolto di questa versione da disco, devo essere onesto, mi è scesa una (o anche più di una) lacrima  per colpa merito del suo stupendo testo che raggiunge il suo apice con la frase “mi rifiuto di amarti in un modo che non mi appartiene….che non ci fa bene”. Stupenda. 

Lasciami entrare:

Un ritmo accattivante ed originale, segna l’ingresso nel mondo dell’ electro-pop. Il testo snocciola il tema della conquista amorosa, attraverso la sensuale e convincente metafora del gioco d’azzardo. (Valerio)

Quando Valerio mi fece sentire la prima volta questo brano il mio commento fu “che bello sentirti cantare una canzone da 23enne”. Confermo il mio giudizio aggiungendo che è senza dubbio il singolo perfetto per l’estate 2014. 

Per noi:

Come le lancette di un orologio, le parole del brano scandiscono il tempo imperituro di un amore appassionato, nonostante le paure di un domani che verrà. (Valerio)

Dopo la bastonata emotiva della traccia numero 3, serviva qualcosa di musicalmente più leggero. Quello che mi piace di questo album è come venga usato tutto il registro vocale, in questo brano durante il ritornello si va su con le note in quel modo che fatto da lui sembra facile…. 

Ancora per me:

Un viaggio introspettivo in simbiosi con il paesaggio circostante fa da apripista ad una richiesta d’amore incontenibile, nel brano più intimo del disco. (Valerio)

Sentendo questo brano mi viene in mente la parola sottovoce. Un brano dalle sonorità delicate dove la voce di Valerio si unisce alla musica come il più delicato e preciso strumento.

Alone:

Da una storia finita male, malinconia e rabbia si alternano, tra strofe e ritornelli, dove trionfa il soul nella sua espressione più pura. (Valerio)

Il primo dei due pezzi in inglese. Un pezzo dal sapore soul-disco anni 70 tipiche della Gloria Gaynor di I Will Survive. Perfetto in questo punto dell’album (ottima la sequenza con cui sono stati scelti i pezzi, ndr). 

Un giorno in più:

Musica e parole tratteggiano ricordi struggenti che, in un crescendo vocale, travalicano un destino fin troppo crudele…. (Valerio)

“e non importa se non ci sei nel mio domani…e se mi aspetta un mondo senza più colori” Onestamente non ho molto altro da aggiungere su questa canzone….

Vorrei dirtelo:

Un refrain incalzante confessa le ferite di un legamecapace di restare saldo solo quando si riconoscono i propri errori…dietro alle nuvole, il sole. (Valerio)

Al primo ascolto questa canzone non mi aveva convinto….ma come spesso (mi) succede se una canzone non mi convince ma mi colpisce è destinata ad essere quella che a lungo andare spiccherà. Ed è infatti già così…un piccolo gioiellino pop.

Sometimes love:

Sonorità black ‘n soul si fondono nel pezzo più internazionale dell’album. La visione disincantata di quel grande sentimento che, a volte, non riesce ad essere abbastanza. (Valerio)

Di questo brano già ne ho parlato sul post del concerto di Natale del 15 dicembre (qui il link). Una malinconica ballata soul.

Dormi:

Brano dal sapore dolceamaro che chiude il cd. Una ballad intessuta di sentimenti contrastanti, desiderati e vissuti nella dimensione onirica. (Valerio)

Piano e voce per chiudere un ciclo a 360 gradi di sonorità ben amalgamate tra di loro.

Per concludere un álbum coraggioso e riuscito per iniziare un nuovo capitolo della giovane (seppur già longeva) carriera di una delle voci più interessanti del panorama italiano.

Valerio incontrerà i suoi fans, per il firma copie  del nuovo album. Queste le prime date :

  • 27 Gennaio (Torino – Mondadori Multicenter ore 17.00) Anteprima
  • 28 Gennaio (Milano – Mondadori Multicenter ore 17.00)
  • 29 Gennaio (Roma – Discoteca Laziale ore 17.00)
  • 31 Gennaio (Loc. Boscofangone Nola – Mondadori c/o Cc Vulcano Buono)
  • 02 Febbraio (Bologna – Mondadori Multicenter ore 17.00)

L’album è già disponibile come pre-order su iTunes (dove potete trovare le anteprime dei brani) a questo link: https://itunes.apple.com/it/album/lasciami-entrare/id794404671

www.twitter.com/valerio_scanu   www.facebook.com/valerioscanu  www.youtube.com/valerioscanuofficial   www.instagram.com/valerio_scanu

Questo slideshow richiede JavaScript.

NB: Tengo a precisare una cosa, la mia recensione si basa su giudizi oggettivi e non “viziati” dalla mia conoscenza personale dell’artista. Se l’album non mi fosse piaciuto non lo avrei recensito…

VALERIO SCANU – SUI NOSTRI PASSI: DA OGGI DISPONIBILE

valerio scanu sui nostri pazzi itunes

 

Finalmete è arrivato in tutti i digital store Sui Nostri Passi di Valerio Scanu.

Dico finalmente perché è come se fosse un mio nipote che è finalmente stato partorito.

E come uno zio che si rispetti sono orgoglioso di quanto è bello. Tutto allo zio! :))))

Merda! Merda! Merda! Per Valerio che da oggi inizia ufficialmente una nuova Per scaricare S

Per scarcera Sui Nostri Passi su iTunes questo è il link https://itunes.apple.com/it/album/sui-nostri-passi-single/id781341797

VALERIO SCANU – SUI NOSTRI PASSI: IN ARRIVO IL 7 GENNAIO IL SINGOLO

valerio scanu sui nostri passi copertina cover

Nel 2013 di Valerio Scanu ne ho parlato molto e credo che sarà la stessa cosa in questo 2014.

In arrivo infatti il 7 gennaio il nuovo singolo che prelude al nuovo album di inediti che uscirà il 28 gennaio.

Un brano fresco, allegro, giovane che era già nel cassetto da qualche tempo.

Un album che ben rappresenta la direzione che possiamo aspettarci per il nuovo album, così atteso da fans e detrattori.

Personalmente ho avuto il piacere di ascoltare già alcune tracce di questo album e devo dire che è un Valerio vecchio stile con un’anima più moderna. Chi lo ha sempre amato non ne resterà deluso e chi non lo conosce bene (o non lo ama particolarmente) forse s troverà a canticchiare di nascosto il ritornello di questo nuovo singolo.

A giorni il video e i vari link per i download saranno disponibili e non mancherà un post per ricordare come fare.

Nel frattempo vi potete godere lo #ScanuVBlog13 con in anteprima il dietro le quinte delle riprese del video.

IT’S XMAS DAY: IL NATALE SECONDO VALERIO SCANU. RACCONTO DI UNA SERATA SPECIALE.

1476759_10151918975236156_117033201_n

Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi. E’ da questo proverbio che voglio iniziare il mio nuovo capitolo sulla Scanu Experience. Il 15 dicembre 2013 si è infatti tenuto a Roma al Parco Della Musica concerto di Natale di Valerio Scanu It’s Xmas Day.

Mi sembrano passati molto più di 9 mesi da quando a fine marzo andai a vedere Valerio in concerto per la prima volta (sempre all’Auditorium ma con un setting completamente differente) e questo sicuramente è da attribuire soprattutto ai fans di Valerio che da subito hanno saputo accogliere il mio modo di raccontare le cose che vedo in modo entusiastico. Quando intervistai Valerio decisi di intitolare l‘intervista “la mia forza sono i miei fans” proprio grazie a questo entusiasmo che sempre circonda Valerio e qualsiasi avventura intraprenda.

In questi mesi una bella amicizia è nata con Valerio, molto schietta, molto vera senza troppi giri di parole e con tante risate…e fin troppe magnate!

E da qui riprendo il collegamento al proverbio iniziale; nonostante abbia avuto una ben documentata febbre e le condizioni della mia voce fossero pressoché inesistenti, non potevo mancare a questo concerto…sarebbe stato come non andare al pranzo di Natale con i parenti! E si sa, se stai male al pranzo di Natale ci vai comunque e al massimo ti mangi solo un po’ di pastina con il brodo di pollo, in questo caso invece di cantare ho fatto dell’ottimo playback! ;) Chiudo questa introduzione con una foto di questa famiglia che mi ha adottato a braccia aperte (queste sono le foto in cui alcuni di voi mi hanno taggato si FB) ;)

Ovviamente anche un enorme saluto a tutti quelli che non sono nella foto qui sotto e ai vincitori del concorso…gente squisita che mi ha regalato un enorme emozione nel vedere la loro felicità nel ricevere i biglietti in regalo.

1525739_10151918707551156_253525054_n

Ma torniamo a noi e torniamo a fare le persone serie! L’occasione era il concerto di Valerio Scanu e come ogni padrone di casa che si rispetta  ci ha deliziato con un ottimo pranzo di Natale!

Valerio si è presentato sul palco con un look che ricordava molto l’Ivana Spagna dei tempi di Easy Lady/Call me ma che nei giochi di colori e forme riprendeva molto il “gigantesco e sobrio” (cit) albero di Natale alle spalle di Valerio e della sua band ideato dal giovane artista Manuel Barbieri.

IMG_9105

Sono tante le cose che mi hanno colpito di questo concerto, prima di tutto la scaletta che è stata assolutamente inaspettata e priva di canzoni di Valerio  se non un brano nuovo di zecca inserito nel prossimo album di inediti  in uscita il 28 gennaio. Il brano in questione si intitola Sometimes Love ed è stato scritto (e qui proposta in duetto) da Kykah, ragazza con la quale Valerio aveva fatto i provini ad Amici ma alla quale la sorte aveva assegnato un percorso differente. La canzone è un blues dal sapore un po’ amaro interpretato con grand pathos da entrambi e che, in questa occasione,  ti fa capire come a volte le botte di fortuna sono essenziali…Kykah è veramente brava e mi ha colpito molto quello che ha detto al termine dell’esibizione; la rossa cantante ha infatti ringraziato Valerio sottolineando che non è comune essere chiamati da persone con le quali si è fatto un provino e alle quali è andata meglio di te. Ecco, questo è sicuramente una cosa che mi rende orgoglioso dell’essere suo amico. Valerio ricorda tutto e tutti…nel male e, fortunatamente, anche nel bene.

IMG_9034

Kykah non è stata l’unica ospite di questo It’s Xmas Day, Valerio è stato raggiunto sul palco da molto altri amici; innanzitutto da Antonino con il quale hanno duettato sulle note di When You Believe, duetto nel quale le due voci così differenti si sono sposate benissimo rendendo questo brano ricco di emozioni. Molto divertente anche la chiacchierata tra i due che tra complici battute e frecciatine tra il detto e non detto hanno fatto un’accoppiata perfetta per un incontro di mondo all’apparenza tanto lontani ma al cuore così vicini…

IMG_9016

Un ospite che non conoscevo è la cantante lirica Fei Yue che oltre ad esser molto brava deve essere veramente simpatica e che si è prestata a un divertente momento di scioglilingua cinese che ha divertito molto il pubblico in sala.

Ultimo duetto della serata è stato quello con Lisa con al quale prima ha intonato una parte della canzone simbolo della cantante Caabro-Campana, Sempre, e poi ha cantato la bellissima The Prayer.

IMG_9094

Ma non sarò qui a dirvi quanto è stato bravo Valerio brano per brano, anche perché la scaletta della serata la troverete al termine del post, ma come avevo accennato prima che divagassi tra i duetti, ci sono parecchie cose che mi hanno colpito in questa serata.

Se da una parte abbiamo avuto musica completamente unica e che probabilmente si ripeterà solo nei concerti natalizi di Scanu, dall’altra c’è una splendente forma  artistica in cui si trova il cantante sardo e che prevedo aumentare di giorno in giorno.

Già nel suo Live In Acustico mi aveva colpito molto la sua simpatia e il suo interagire con il pubblico. in questo concerto si supera e si regala completamente ai suoi fans. Quello che si è visto sul palco questa sera è assolutamente e inesorabilmente Valerio al 100% come è lui nella sua vita di tutti i giorni, tra canzoni, imitazioni, sorrisi, irrequieta tranquillità, l’amore per i suoi cani (Immancabili i suoi adorati cagnolini qui rappresentati da Bisonte e Patty che, come tutte le vere dive, fammi i timidini sul palco ma poi a casa……tutta un’altra storia!) le battute al vetriolo, i gesti e le parole d’affetto per gli amici, la sua famiglia sempre presente e mai invadente…It’s Xmas Day è stato il regalo di Natale che Valerio ha fatto a se stesso e a chi lo ama, da vicino e da lontano. Senza filtri, senza vergogne e senza effetti speciali.

Una menzione speciale anche per Daniele Palano che ha messo su il tutto accertandosi che ogni nota, ogni luce, ogni persona, ogni cane e chi più ne ha più ne metta, fosse al posto giusto al momento giusto. E tutto è andato meglio del previsto.

Dal canto mio non posso che continuare a ringraziare il trattamento sempre speciale che ricevo quotidianamente…e non posso che lasciarvi alla puntata speciale del VBlog su questo irripetibile concerto.

Confidando nell’appuntamento per il 2014…  Buon It’s Xmas Day.

It’s Xmas Day – La scaletta

  1. Open Arms
  2. Then You Look At Me
  3. Heal The World
  4. Reflection/ Someday/ Go The Distance
  5. Il Cerchio Della Vita
  6. In Fondo Al Mar/ I Colori Del Vento/ E’ Una Realtà/ L’Amore E’ Nell’Aria Stasera
  7. When You Believe (con Antonino)
  8. Sometimes Love (con Kykah)
  9. The First Noel
  10. Have Yourself A Merry Little Xmas
  11. Oh Holy Night
  12. O Come All Ye Faithful (con Fei Yue)
  13. Silent Night
  14. Ave Maria
  15. Sempre (con Lisa)
  16. The Prayer (con Lisa)
  17. Hark The Herold Angels Sing
  18. Happy Xmas (War is over)
  19. Santa Claus Is Coming To Town
  20. Let It Be
  21. Joy Full Joy
  22. The Power Of Dream
  23. I Will Follow Him

PS un grazie di cuore ami miei amici di sempre che sono venuti con me…vi voglio bene.

#VALERIOSCANUITSXMASDAY…AND THE WINNER IS: Ecco chi vince i biglietti per il concerto di Valerio Scanu

482424_10151715629667015_117543890_n

La settimana scorsa ho indetto un concorso  che permetteva di vincere DUE biglietti per il concerto che Valerio Scanu terrà domenica 15 dicembre all’Auditorium Parco Della Musica di Roma.

Ho quindi selezionato il vincitore:

Schermata 12-2456637 alle 21.47.22

Ci tengo a dare anche le mie motivazioni: Non mi piace girarci intorno ma sicuramente far felice con un gesto una persona disabile mi sembra il minimo che io possa fare a Natale. Ma Oltre “al politicamente corretto” ho apprezzato molto il modo in cui Jany si è posta.

Quindi Jany…CI VEDIAMO DOMENICA! (verrai contattata per le info su come ritirare il biglietto).

Ma ho anche una sorpresa per voi….che mi rende molto contento di questo rapporto che si è creato con L’Armata Scanu e tutti i gruppi di fans di Valerio. Ieri ricevo questo messaggio su Facebook:

Ciao Igor

Scusa il disturbo ma volevo dirti una cosa a proposito del tuo concorso con in premio due biglietti per il concerto di Valerio (a cui ovviamente sarò presente). Ho letto tra le persone che hanno partecipato, più di una che hanno espresso il desiderio di esserci ma che non possono farlo perchè il biglietto gli risulta economicamente troppo oneroso. Poichè una mia amica ha dovuto rinunciare all’ultimo minuto, io ho un biglietto in più. Mi piacerebbe regalarlo ad una di queste persone (è un mio desiderio personale …). Se per te va bene, io lo darei a te e tu lo giri ad uno dei partecipanti al concorso che non se lo può permettere e che non sarà tra i vincitori del concorso da te indetto. (….) mi piacerebbe che qualcuno che desidera ascoltare Valerio, avesse questo regalo di Natale. NON voglio comparire in alcun modo e con nessuno, nemmeno con l’assegnatario del biglietto. Io il biglietto lo dò a te e tu lo dai a chi ritieni. Ti va l’idea? Grazie e un bacio.

E con grande piacere che quindi regalo questo biglietto alla persona che  più in assoluto ha dimostrato di volerlo, cercando in tutti i modi di rientrare nelle regole del gioco (anche a discapito dell’italiano!!!!)… lui ha strappato un sorriso a me e io voglio regalare un sorriso a lui:

Schermata 12-2456637 alle 21.56.58Schermata 12-2456637 alle 21.57.37

Luca se gentilmente mi puoi contattare su Facebook così ci accordiamo per il biglietto?

MA LE SORPRESE NON FINISCONO QUI:

Sono in grado di regalare altri due biglietti in accordo con lo staff di Valerio… e questi due biglietti vanno a lui:

Schermata 12-2456637 alle 22.08.43

Martin anche a te chiedo di contattarmi su Facebook il prima possibile.

Ragazzi vi ringrazio della partecipazione… mi spiace per tutti quelli che non hanno vinto…ma credetemi, li avrei regalati a tutti perché siete stati tutti supersimpatici!

Un abbraccio….ci vediamo domenica e mi raccomando: se mi vedete venite a salutarmi!!!! Io sono bionda dentro e sicuramente non riconoscerò quasi nessuno e, diciamolo, avete tutti la stessa foto profilo!!!!!!!!!! :))))

Vi lascio con il #VBLOG10 in cui possiamo gustarci le prove di Valerio per questo concerto TOOOOOP! ;)

concerto-natale13

#VALERIOSCANUITSXMASDAY: VINCI 2 BIGLIETTI PER IL CONCERTO DI VALERIO SCANU A ROMA

482424_10151715629667015_117543890_n

Dopo il grande successo dell’anno scorso (immortalato nel cofanetto Cd+DVD Live In Roma), mancano ormai pochi giorni al secondo appuntamento con l’atteso concerto natalizio di Valerio Scanu.

Il 15 dicembre si terrà infatti all’Auditorium Parco della Musica in Roma It’s Xmas Day, concerto a tema natalizio nel quale Valerio ci regalerà i suoi brani più amati insieme ai classici natalizi…e tante altre sorprese e ospiti.

Ecco qui che, grazie all’amichevole concessione di Valerio e il suo amabile staff, sono in grado di regalare due biglietti per il concerto.

Ma come fare per vincere il premio? Beh…non sarei io se non inventassi un modo di coinvolgere i suoi fans e tutti coloro che fossero anche solo curiosi di capire come mai questo piccolo grande cantante sardo mi è entrato nel cuore.

Ovviamente il vincitore sarà uno e il premio consiste in due biglietti… tanto per essere sicuri che non ci siano fraintendimenti.

Ma passiamo alle regole del concorso: nel box dei commenti dovrete scrivermi in 100 caratteri -compresi gli spazi- (un mini tweet) in modo più originale possibile perché volete venire a questo concerto.

IN PAROLE POVERE DOVETE CONVINCERMI IN MASSIMO 100 CARATTERI  DI MERITARVI I BIGLIETTI!

Avete tempo fino al 9 dicembre TEMPO SCADUTO e il 10 sera sarà annunciato il vincitore che verrà selezionato da me medesimo con criteri assolutamente opinabili e personali ma non contestabili :)))

I biglietti vi verranno consegnati personalmente da me in loco il giorno del concerto.

…ora date sfogo alla vostra fantasia e che vinca il migliore!

P.s. se già avete i biglietti….perché non provare a vincerli comunque per poter così fare un regalo di Natale a qualcuno?! ;)

concerto-natale13

….E SONO FINITO A LETTO CON…BELEN?! #SCANUVBLOG4

Schermata 10-2456589 alle 02.27.58

…metti una sera a cena tra amici…metti che si cazzeggia…metti che si decide di rendere il mondo di youtube partecipe del vostro cazzeggio… metti almeno 7 adulti consenzienti che dovrebbero essere rinchiusi…metti tanti chiuaua che dovrebbero essere liberati da questa follia…

Signore e signori da casa, ecco a voi il #SCANUVBLOG4

Buon divertimento…. ;)

P.S. MENO MALE CHE DALLE RIPRESE DI QUESTO VIDEO HO DECISO DI METTERMI A DIETA!!!!!! :p

BUONGIORNO CON… SPAGNA – IF I LISTENED TO MY HEART

SPAGNA MATTER OF TIME COVER COPERTINA IVANA

 

 

Oggi voglio iniziare la settimana con la mia canzone preferita di Ivana Spagna, una delle mie cantanti preferite da sempre.

Questo brano apre uno dei suoi album più belli (e più sfortunati a livello commerciale).

A mio papere un album da riscoprire e una canzone da ascoltare assolutamente in questo inizio di stagione uggiosa…

…e ricordiamoci sempre tutti: se impariamo ad ascoltare il nostro cuore, molte cose che ci succedono e non ci piacciono, spesso le potremmo evitare…

Buona giornata, Buona settimana e buon ascolto :)

SE MI CERCATE…OGGI MI TROVATE IN EDICOLA A SPIARE SOTTO LE LENZUOLA TRA VALERIO SCANU E VLADIMIR LUXURIA… :)

IGOR SCOPELLITI è DONNA

Più di una volta mi è stato detto che sul mio blog non pubblicizzo abbastanza quello che faccio nella vita e il mio curriculum! Mi vien sempre da sorridere quando la gente scopre di cose che ho fatto “di cui non ne sapeva nulla”…e quindi ho deciso di cambiare un po’ le carte in tavolo e di iniziare da oggi… ;)

Sono contento infatti di dirvi che oggi “mi trovate in edicola” e non nel senso che mi trovate a Piazza Minucciano all’edicola Croce a ridere con la mia amica Eleonora (con la quale faccio anche zumba insieme)…. ma mi trovate anche nelle VOSTRE edicola! Infatti ho curato per è donna lo speciale sull’ospitata di Valerio Scanu al Gay Village!

Colgo l’occasione per dire anche che nell’intervista si parla del Vblog di Valerio che è partito ufficialmente qualche il 1 ottobre e nella prima puntata racconta di come è nata la Natyloveyou…

Tornando a noi… ora potete uscire a comprare questo numero di è donna!!! Costa solo un euro! Non fate i purciari!

INTERVISTA A PAOLA PENELOPE: “3, 2,1….SIGLAAAAAA!!!!”

444243017_640
E’ con grande piacere che ho fatto questa intervista…e se non sapete chi è Paola Penelope… avete tutte le informazioni che vi servono qui sotto…e anche qualcosina in più… ;)
Ciao Paola! Come stai?
In realtà é “3 2 1 sigla!”, Non sei attento Igor. 
Ahahahah giusto!!!! 3 2 1 SIGLAAAAA
Ecco! …sono indecisa se lasciarlo pure quest’anno, ma ormai é un rito…
I classici non si cambiano!
Credo infatti di tenerlo, vedremo
Comunque per quelli che non sanno di che stiamo parlando….de che stamo a parlà? Presentati!
Ciao sono Paola Penelope, vengo da Muccassina, se mi lasciano…e questi sono i miei capelli (Che cambio ogni sera!) Uha uha uha
NON E’ LA RAI DOCET!
Esatto ma solo perché ho visto le repliche! Seriamente sono una giovanissima drag queen. Da 4 anni faccio questo lavoro…E devo dire che in poco tempo sono arrivate tante cose belle: Cinema, tv, teatro e naturalmente mucca
…senza dimenticare la musica…
Ovviamente! La mia passione da bambina…Cantavo in bagno con la spazzola di mia nonna
Ti faccio una piccola premessa…ma tu lo sai che io in realtà ti ho scoperto solo al Sanremo Drag?
Mi sono innamorato di te con Paola&Chiara.
13c9fee4730111e2b93522000a1f96b2_6

Uha uha uha perché non frequentavi i posti giusti prima di quel giorno
Per molto tempo ho avuto un po’ il rifiuto della mondanità…ma devo dire che tu, e tutte le bitches de La Karl, mi avete convinto ad entrare nuovamente nei camerini giusti!
Ah potevi dirlo subito, ti chiudevo in camerino e insegnavo i trucchi del mestiere! Hai fatto bene  …anche l’anima di Paola Penelope non così disposta alla mondanità! La star é solo lei! Antonello, per gli amici Anto, é più casalingo e E ama stare a tavola a gustare del buon mirto con amici divertenti!!
…e mo chi è Anto?
L’ anima di Paola Penelope…ti sei accorto che sono una donna accessoriata?
…ma lo siamo tutte! ahahah
Eh bambolina mia non basta un tacco e una parrucca…serve l’accessorioI
Come è nato il nome Paola Penelope?
In origine era Paola Giovanna Prima,…un po’ blasfemo… Allora l’ho modificato in Paola Penelope Prima ma durante una presentazione una drag per errore ha eliminato il prima e così è rimasto…Molto anonimo per una drag ma se fai diventare orfane Paola Barale e Penelope Cruz, lo ricordi sicuro!!!
…la doppia P fa molto figlia di Patty Pravo e Pamela Prati….hai presente quando a Nomi Cose Città se metti la doppia P prendi doppi punti? ecco…
Non ci avevo pensato alla prossima partita ti straccio!!!
Ah bella… la devono ancora inventare una persona che mi straccia a quel gioco!!!!
Facciamo un chiusa a casa Scanu (Valerio, nostro amico in comune, ndr)?
Ci sto! Ho paura di pensare alle categorie che usciranno dalle nostre menti…
Cosa uscirà mai? Colore di capelli, tonalità di rossetto, modello scarpe…
…sex toys…ma li vinco facile: A Londra ho lavorato per un anno in un Sexy Shop!!!!!
Vinci sicuro non sapevo che vendere il proprio corpo a Soho potesse aiutarti in questo gioco secolare…
ahahaha non vendevo il mio corpo!!!! lavoravo da Prowler!!!!
Vendevi cose di grosse dimensioni?
Everything but the girl
Uha uha uha…comunque potremmo anche inserire posizioni del kamasutra, tanto per citare anche le nostre beniamine…
…Io sto ancora vivendo il dramma scioglimento Paola&Chiara. Non riesco a farmene una ragione…
Torneranno insieme spero… Devo dire però che dopo le ultime dichiarazioni attinenti al modo lesbo il mio amore é scemato
Torniamo a dare un senso a questa intervista? Dicci un po’ gli impegni di Paola Penelope per i mesi a venire?
Ok ok…Oggi ho fatto tardi al nostro appuntamento perché Muccassassina ricomincia il 4 ottobre! Stiamo preparando una stagione totalmente nuova! E quindi siamo impegnati tra foto video e altro…
me tocca venì?
Ovvio in prima fila ad urlare e a scavare…Non per me tranquillo! C è materiale da panico quest’anno…
…posso fare una richiesta musicale? Parlo con il DJ? Con Angelo? con chiii???!!!
Certo…Con Angelo Pellegrino… ma voglio saperla anch’io!!!!
Rivoglio la Carrà…ma non alle 4 del mattino!!!!
Uha uha uha ci sarà ci sarà….!!!!!
Oltre al Muccassassina che bolle in pentola per Paola Penelope?
C’ è un progetto teatrale al quale spero di riuscire a partecipare! Dobbiamo far conciliare gli altri impegni.
…e poi una nuova canzone prevista per natale…Ma non sarò da sola! Ci saranno cantanti e personaggi veri perché vorremmo devolvere tutto l’incasso in beneficenza
Come nascono invece le tue canzoni?
Le canzoni nascono tutte in collaborazione con Peste, il mio produttore preferìto, oltre ad amarlo professionalmente sono molto legata a lui personalmente. I video invece sono sempre diretti da Valerio Di Paola.
Io sono pazzo di “The Girl You Dream”
È anche la mia preferita forse perché la prima e forse perché rispecchia un po’ tutti
Sogno nel cassetto?
…il mio sogno é la tv, spero arrivi presto…
…ah…come ti capisco!
Lo so lo so abbiamo lo stesso sogno nel cassetto…ne sono certa! A proposito..Non ho visto la vuota guardia, come ti trovi?
Quest’anno non faccio parte di Forum. Non mi hanno richiamato…
Ma sono matti?! ….La tua camera da letto è infuocata?
Onestamente? non molto… dopo quasi due stagioni credo di aver fatto quell’esperienza… Serve rinnovamento per tutti (per me e, ovviamente, per loro). Se verrà qualcosa di nuovo bene, altrimenti amen
Certo tutto arriva se ti impegni!
Assolutamente si. Magari ci metti un po’ di più se cerchi di farlo in modo pulito… ma alla fine tutto arriva.senti… Hai letto del programma di Platinette?
Si e ho visto anche il promo. Personalmente non concordo con la qualità di quel video. Il promo dovrebbe attrarre e a me é sembrato girato in cantina dopo averla svuotata. Platinette é una grande professionista e mi aspetto una qualità come quella del programma di Ru-Paul. Spero vengano selezionate professioniste e non persone inclini al travestimento.
Per me l’ideale sarebbe stato quello di contattare le migliori Drags d’Italia e fare una battaglia all’ultima parrucca…  
uha uha sarebbe stato molto interessante l’Italia é piena di grandi artiste con parrucche! Avrei invitato anche Milly Carlucci!
ahahaha ovviamente lo hai detto TU!
Certo! …ma credo l’abbia dichiarato…No?!
Dobbiamo chiarire comunque una cosa: Non so se sai che Azealia Banks ha accusato Lady Gaga di aver copiato da lei il look da sirenetta…vogliamo dire al mondo intero che Lady Gaga lo ha compiato dal TUO video di Summer Drag?!
Diciamolo a tutti bravo! Ma sai a chi l ho copiato io?
Da Ariel?
Uha uha uha il rosso di Ariel mi stava male allora ho chiamato Katy Perry e mi ha prestato il suo abito usato per la campagna!
na cosetta sobria…
…scherzi a parte l’ho copiato dall’asciugacapelli GHDL!!!!
images
Quanto ci metti a metter su i tuoi look?
Parli del make up o di tutto l abito
Di tutto…dell’idea…
Dunque tutte le drag dovrebbero realizzare i propri abiti, secondo una regola non scritta! Ma a volte non si ha il tempo soprattutto se lavori tanto…Quindi io pubblicamente dichiaro che molti miei abiti vengono realizzati da me. Li disegno generalmente in bagno -la mia stanza preferita- poi mi faccio fare il modello, a volte lo cucio io a volte mi avvalgo dell’aiuto di Fabrizio Teragnoli, Christian Spiti o Enrico La Rocca. Comunque più o meno 3 giorni.
Anche io ho sempre pensato che una drag debba farsi i vestiti da sola… o sposarsi uno stilista importante…
Preferirei la seconda ma di stilisti etero sulla piazza ce ne sono pochi! Se ne consci qualcuno presentamelo!!!
…se ne conoscevo qualcuno me lo ero già sposato! ah!
Tu devi sposare un produttore televisivo
…se ne conosci qualcuno presentamelo!!!! ;) Parlando di Drag…hai sentito l’ultimo album di Cher?
La regina delle drag certo l’adoro! Amo non solo la canzone ma anche la sua accorciatura di carta
Comunque la parrucca di carta  è un look che dovresti riproporre!
Mi piacerebbe molto ma avrei bisogno di tutti i giornali d ‘Italia, sono una drag formosa e dalla testa enorme sai?
Puoi chiedere alla D’Urso se te li mette da parte lei sopo che li ritaglia “per noi col cuore”…
Chiamo Barbara subito…sono anche già tagliati
Il resto dell’album è un po’ deludente…qualche pezzo buono, ma dopo 13 anni mia spettavo perfezione!
Devo ammettere che non hai tutti i torti ma credo sia dovuto anche alla sua età e alle nuove reclute…
Stai dando della vecchia asua Santità Cher?
Scherzi non mi azzardarei mai…lei è il mito non vedo l ora di fare la metà dei suoi ritocchini!!! Sto accusando le grandi case di produzioni di averla un po’ accantonata!
Hai letto che ha declinato l’offerta di cantare alle Olimpiadi invernali in Russia per via della campagna anti gay di Putin?
Certo che ho letto ho anche pubblica sulla mia bacheca di Facebook la notizia ed é scattata la terza guerra mondiale! Molti sostengono che sia una strategia per le vendite nel mondo gaioIo ma io non credo sia così! Ho visto alcune intervista del figlio e ne parlava benissimo.
Beh io credo che avrebbe guadagnato molto di piu con l’apparizione alle Olimpiadi che con le royalities di un album, considerato le vendite degli album e dal fatto che non è neanche autrice dei suoi pezzi…
Appunto! Cher é davvero un’icona gay alcune lo sono diventate per puro miracolo mediatico!
Parlando di icone gay che lo sono per merito…ancora non abbiamo salutato la nostra amica Stefania (Orlando) che ci sta seguendo da casa….
Io sono innamorata di lei, lo dico davvero e lei lo sa! Le dico sempre che lei è un’icona ma s imbarazza.,.che sciocca! Stefania é una delle poche donne dello spettacolo non costruita: é la stessa che vediamo in tv anche nella vita privata e questo non accade sovente, soprattutto per le donne del piccolo schermo…e tu lo sai bene Igor! E poi amo anche le sue canzoni che sono un ossimoro: orecchiabili ma con testi profondi
A Troia è un vero e proprio inno dell’Italia di questo decennio. Io le dico sempre che, nel momento in cui qualcuno racconterà questa Italia, A Troia verrà usata come colonna sonora… lei ride, ma io ne sono convinto.
Quella canzone è geniale!
…avete già duettato sulle note di Siamo Donne…
Uha uha si lei é stata ospite di Muccassassina, perché da sempre vicina alla comunità glbt, ed é stata gentilissima ad accettare…ci siamo divertire tantissimo! Con lei partirei anche struccata in giro per il modo tipo Pechino Express. Comunque Insieme abbiamo in pentola qualcosa…
Ultime due domande che ho la pasta con il ragù di papà che aspetta e sicuramente tu avrai una parrucca da cotonare…
Ovviamente si ne ho appena comprate 19!!!! Pensa quanto lavoro…
…un giorno vengo a casa tua e gioco a Paola Penelope…
Ti aspetto a parrucche non pettinate
Il sodomizzatore del video di Piens sempr a iss lo senti ancora?
Uha uha uha lo vedo sovente, é il mio vicino di casa
Ecco vedi… non volendo mi hai dato un secondo motivo per venire a trovarti! ahahah
Ne ho 3 bellissimi! Ma solo uno ha rapito il mio cuore…
Prendo gli altri due!
Ok molto volentieri tra amiche si fa così…
Ultima domanda: secondo te il mondo è pronto per un video di DiscoIgor?
Io sono pronta da secoli!!!!!!!!!!! Il mondo ha accolto artisti pessimi, perché non dovrebbe osannare DiscoIgor!!!????
…allora 3 2 1 SIGLA!
3 2 1 siglaaaa!!!!!
Paola…è stato un vero piacere
Mi sono divertita tanto!!! :)))
Un abbraccio…e a prestissimo!!!
Anche io ti abbraccio forte forte!!!!
Il Muccassassina riapre i battenti venerdi 4 ottobre e tutte le informazioni le trovate nella loro pagina ufficiale cliccando qui.
Potete seguire le appassionanti vicende di Paola Penelope sulla sua pagina Facebook cliccando qui o potete anche diventarle amici qui…e seguirla su Twitter qui
Questo il suo canale Youtube…e qui il link che vi servono per iTunes…

VALERIO SCANU AL GAY VILLAGE (20 SETTEMBRE 2013)

valerio scanu igor scopelliti discoigor valeria gay village

 

Come alcuni di voi sapranno, il 20 settembre Valerio Scanu è stato ospite al Gay Village.

A differenza di quello che si poteva aspettare, l’ospitata di Valerio non è stata prettamente canterina…o meglio, il canto e la musica sono state le cornici di un Valerio inedito.

Visibilmente emozionato e ben coccolato da una Vladimir Luxuria in splendida forma, Valerio si è regalato, con una luna e scanzonata intervista, al pubblico per quello che è anche nel suo privato.

In questi ultimi mesi ho avuto la fortuna di conoscere Valerio, di frequentarlo e di diventarci amico…e non utilizzo questa parola a sproposito, perché l’amicizia vera è qualcosa che va costruita nel tempo “davanti a piatti de pasta e fascioli” come direbbe Sua Biondità.

La serata è stata piacevole come le cene in cui ci divertiamo a fare le imitazioni, a (s)parlare di gente e situazioni senza freni, dove c’è musica, ci sono risate….mancava la pasta e fagioli, ma è come se l’avessimo tutti assaporata!

Personalmente sono stato molto contento che con me ci sia stata la mia amica Valeria…perché per me è stata una piacevolissima serata tra amici! E che dire dell’invincibile Armata Scanu che ormai mi ha adottato come mascotte?! Non posso dire altro che un grazie per il calore e l’affetto che sempre dimostrano (virtualmente e dal vivo) ormai nei miei confronti.

Ovviamente grazie anche a Daniela Di Stefano, Diletta Amne, Federica Smeraldo, IleHoney per molte delle foto nella galleria qui sotto!

 

 

VALERIO SCANU LANCIA IL SUO VBLOG

Schermata 09-2456553 alle 21.08.33

 

 

Me ne aveva già parlato la settimana scorsa a cena…e son molto contento di vedere  concretizzarsi questa nuova avventura di Valerio.

A partire dal primo ottobre 2013 ogni martedì sul suo canale ufficiale (questo).

Secondo me…ci sarà da divertirsi!

..e come si dice nel mondo dello spettacolo: MERDA! MERDA! MERDA!

 

E’ INIZIATO AL RAINBOW MAGICALAND IL TOUR ESTIVO DI VALERIO SCANU.

936443_531073813617787_379311958_n

Prima di parlare della tappa ZERO del tour estivo che Valerio Scanu ha tenuto a Rainbow Magicland il 29 giugno 2013, vorrei fare un paio di precisazioni.

Sul questo blog io scrivo solo di cose che mi colpiscono (quasi esclusivamente in modo positivo), di cose che attendo da tempo e di persone e/o personaggi che secondo me meritano attenzione a prescindere da quello che è il concetto “di massa”.

Ovviamente mi piace anche parlare dei mie amici, ma non perché io abbia necessita di leccare il culo (mai fatto e mai farò)…ma semplicemente perché mi piace raccontare il mio mondo, il mio modo di vedere le cose e vivere la vita. E gli amici fanno parte dela vita i ognuno di noi.

Questa premessa è importante perché non vorrei che da parte “dei soliti snob” quello che andrò a scrivere a breve sia interpretato come marchetta.

Come ben documentato qui, qualche mese fa sono andato al mio primo concerto di Valerio Scanu e ne rimasi molto colpito sia per le doti vocali che per la dissacrante autoironia che ben lontano si è rivelata essere rispetto all’immagine che i media gli hanno attribuito.

A quel concerto è seguita una simpatica intervista a ruota libera.

La stima, credo reciproca, tra me e Valerio è cresciuta e da allora non ci siamo persi di vista…

La simpatia per Valerio si è anche ovviamente estesa a quell’esaurito modo dell’Invincibile Armata Scanu, sempre pronto a combattere per il loro capitano. Adoro.

E’ ora di fare un passo avanti nel presente.

Il 29 Giugno 2013, come già detto, Valerio era con la la sua tappa zero del Live In Acustico versione estiva al Rainbow Magicland.

Io e Sua Biondità Stefania Orlando ovviamente non potevamo mancare all’appuntamento (…e poi diciamolo, i fans di Valerio non è che ci avessero data molta scelta…).

IMG_6631

Arriviamo in tempo per l’inizio del concerto (dopo una dovuta pausa hot-dog). L’atmosfera è calda e il pubblico è eccitato. Entra Valerio e già dalla prima canzone, Aria Colorata, tutto mi sembra già più familiare e il cuore mi si riscalda…

In questi mesi ho approfondito la mia conoscenza della discografia di Valerio e non devo attendere molto per sentire la mia canzone preferita del suo repertorio: MIO. Una canzone che ad ogni ascolto risulta sempre più bella e che dal vivo ti trasmette un’energia nuova.

Non sono qui però a farvi un resoconto brano per brano ma un’occasione per fare alcune riflessioni.

Valerio è un giovane, giovanissimo, artista che sul palco regala ai suoi spettatori anche l’anima…si denuda delle sue emozioni e lo fa sia attraverso l’interpretazione dei suoi brani che con la scelta delle cover (spesso difficili) che decide di rendere sue.

Proprio in merito ci sono due momenti del concerto che mi sono rimasti impressi, la orma immancabile cover di Listen di Beyonce che ogni volta è meglio della volta percepente, ma soprattutto il bellissimo omaggio a Giuni Russo e la sua stupenda Morirò D’Amore

E’ in momenti come questo che mi sembra ovvio il fatto che Valerio Scanu è destinato a crescere artisticamente e a durare. Ed è anche ovvio il motivo per il quale abbia iniziato a – questo tour compreso –  autoprodursi: per poter sperimentare, rischiare e sentirsi libero di essere l’artista che ha sempre sognato di essere.

Dei concerti di Scanu amo particolarmente il modo in cui lui interagisce con il pubblico, con il SUO pubblico, come lui si ricordi di tutti i volti, le battute e le storie di ognuno. Capisco bene perché i suoi fans lo amano così tanto… lui si regala a loro. E lui sul palco sorride, con i denti e con gli occhi… come una persona che in quel momento sta vivendo il suo sogno.

Il concerto va che è una meraviglia e alla fine vorresti che durasse anche un pochino di più, che Valerio continuasse con le sue imitazioni (Belen regna sovrana…), con i suoi aneddoti e con le sue frasi criptiche che, nel loro non rivelare nulla, raccontano molto di lui.

Vorresti che la sua voce continuasse a cantare e che accompagnasse ancora per un po’ il tuo tempo…ma alla fine si sa, tutto deve finire, e, come conclude giustamente lui, alle fine anche lo spettatore sa che THE SHOW MUST GO ON.

IMG_6666

SCALETTA:

– Aria Colorata
– Credi in me
– Mio
– Dopo di me
– Ricordati di noi
– Listen
– Sentimento
– The best (COVER)
– Il cerchio della vita (COVER)
– Amami
– Morirò d’amore (COVER)
– I surrender (COVER)
– Trasparente
– Se è vero che ci sei
– Per tutte le volte che
– Could I have this kiss forever (COVER)
– Pride (COVER)
– Chances
– The show must go on (COVER)