DONATELLA RETTORE MI HA BLOCCATO SU FACEBOOK.

donatella rettore ciao ciao cover

Come tante persone della mia generazione sono cresciuto con il mito di Donatella Rettore. Ho ricordi netti e bellissimi legati in qualche modo a lei come, ad esempio, quando chiesi a mia nonna di comprarmi il 45 giri di Lamette e lei mi rispose “NO! tutto tranne quella canzone! Non mi piace che ascolti quelle cose!”. Avevo 5 anni circa e mia nonna era una donna del paesello calabro con le idee ben chiare su cosa fosse giusto per me e cosa no. Allora, approfittando del “tutto tranne…” le chiesi un ben più costoso 33 giri. IL mio primo 33 giri… MILLY CARLUCCI! Mia nonna, armata di scarpe buone, si recò a Reggio Calabria città e tornò con il 33 giri da me chiesto che ancora conservo come una delle cose a cui più tengo. In qualche modo la mia collezione “trash” ebbe inizio in quel momento. Ma questa comunque è un’altra storia che, comunque, riprenderemo dopo.

Un altro ricordo che porto con me è il mio primo Karaoke (che, si sa, non si scorda mai). Decisi di cantare Di Notte Specialmente e, per l’occasione, avevo anche due coristi: il mio ragazzo di allora e la sua amica. Quella canzone  ricordo che mi venne molto bene…ma si sa, quando una canzone la senti dentro è facile farla uscire bene fuori.

Potrei andare avanti a raccontare altri momenti divertenti o emozionanti impreziositi da canzoni della Rettore come colonna sonora… ma questo post non è nato per questo.

Arrivando dunque ad un passato più recente, quando una paio di anni fa mi venne chiesto di riuscire ad intervistare Miss Rettore per il mensile di collezionismo musicale RARO!, quasi non ci potevo credere…

Non sono mai stato il fan numero 1 di Rettore, ma sono sempre stato un estimatore attento e aggiornato… l’ho sempre seguita, comprato i suoi dischi e ammirata. Quindi potete capire bene la mia emozione nel doverla contattare per proporle l’intervista.

Le scrivo su Facebook, presentandomi e proponendole il tutto e lei, entusiasta, accetta e mi aggiunge tra i suoi amici.

Concordiamo che la cosa più semplice sarebbe stata quella di farla a ridosso si una sua apparizione ad un famoso locale romano e tra sms vari ci accordiamo per un’intervista telefonica per il pomeriggio prima della sua esibizione.

Ovviamente io preparatissimo e con moltissime domande da porle… intervista che potete trovare a questo link

Ovviamente oltre le domande /risposte abbiamo riso, scherzato, chiaccherato… parlavamo di Londra etc etc e ovviamente le ho raccontato dell’episodio di mia nonna e ci abbiamo scherzato su con lei che commentò “che nonna cattiva!!!”.

Dopo quasi due ore di chiaccherata attacchiamo e ci diamo appuntamento alla sera stessa. Mi reco al locale e, non sapendo che a Roma si entra solo con liste o tavoli -era tornato da qualche mese dopo 8 anni di Londra- rimango fuori e l’aspetto per salutarla. Arriva, la saluto e le spiego la situazione e lei, molto carinamente, senza batter ciglio ha fatto in modo che entrassi come suo ospite.

Mi godo la serata, la saluto dopo la sua performance e rimaniamo in contatto per l’approvazione dell’intervista etc.

Intervista approvata, pubblicata, rivista inviata a casa sua con il ringraziamento di dovere e tutto apposto… continuiamo a interagire su Facebook come due persone normali….

E voi ora vo starete domandando: “e poi ti ha bloccato…”. SEEEEEEEEEEE!!! Ancora ce ne è da raccontà…

Dove eravamo, prima che mi distraeste con il vostro pensiero? Ah si…. tutto scorreva liscio.

Tutto ad un tratto mi accorgo che non mi comparivano più i link postati dalla signora Donatella perché, credetemi, se l’avete tra gli amici non potete non notarla…

Dopo un po’ di tempo mi decido a mandarle un messaggio privato e chiederle se avessi in qualche modo fatto qualcosa che la potesse aver offesa. Così anche solo per sapere…magari a volte scriviamo o diciamo cose che non ci accorgiamo possano aver urtato la sensibilità di qualcuno, anche se io in genere sto molto attento…questo non vuol dire che sia immune a suscitare la sensibilità altrui o magari qualche battuta può essere fraintesa. Che ne so… succede!

Il giorno dopo mi risponde chiedendomi se l’avessi tolta dai miei preferiti. Ora… che vuol dire? Io onestamente non ho capito neanche che volesse dire e le rispondo di non aver mai modificato nulla che la riguardasse… e per risposta ho un “menti e mi duole”. Ora…io non mento mai, non sono bravo a dire bugie, primo perché non me le ricordo, secondo perché non ne trovo l’utilità, terzo perché mia nonna (sempre la stessa nonna) mi ha sempre detto che è meglio affrontare una verità che nascondersi dietro una bugia (…la saggezza delle nonne…).

Io a questo punto mi scuso, sottolineando che non so per cosa, ma mi scuso…e lei mi riaggiunge tra gli amici. Tempo 24 ore e mi rimuove nuovamente… io le rimando un altro messaggio salutandola definitivamente….e lei mi riaggiunge…. per un po’ andiamo avanti… come se nulla fosse, ma spesso noto che le sue risposte ai mie commenti sono quasi infastidite…

Un giorno mi arriva una segnalazione da parte di Facebook che Donatella Rettore mi chiedeva di rimuovere una foto. Ora…quella foto era una semplice foto mia appoggiata a un muro…e, sorpreso da tale richiesta, domando delucidazioni che, puntualmente, arrivano: aveva sbagliato foto e voleva che io ne rimuovessi una  con una nota cantante italiana poiché le metteva tristezza… Ovviamente non vi dico, per correttezza, chi questa cantante italiana possa essere.

Io la foto non la rimuovo, ovviamente.

Passa qualche settimana e le chiedo se posso intervistarla per il mio blog, richiesta alla quale non mi è mai stata data una risposta.

Passano un altro paio di settimane e indovinate che?… non solo a questo giro mi ha rimosso dagli amici, ma mi ha addirittura bloccato! Ormai sono passate delle settimane da quando è successo…e per un po’ mi sono domandato se fosse il caso o meno di scriverci un post, anche perché chi mi segue sa che io preferisco parlare delle cose che mi colpiscono in modo positivo, che non cerco il click facile, che non amo le polemiche… ma questa cosa mi ha fatto rimanere male. Anche perché sento tradita quella mia parte “di bambino” ancora presente dentro me… perchè ragazzi, a parte il fatto di avere la colpa di amare tanti cantanti, non riesco proprio a capire….

Per carità, ognuso sul suo Facebook ci tiene chi vuole e cosa vuole….quindi la stessa cosa vale per il mio facebook e il mio blog…

Ovviamente quello che ho detto corrisponde alla (mia) verità…e se Rettore ha voglia rispondere, le porte del mio blog sono aperte.

Ora vi lascio con il suo ultimo singolo che, ironia della sorte, si chiama CIAO CIAO…ecco, appunto…ciao ciao Donatella.

NB Ricordatevi sempre di ascoltare quello che dicono le vostre nonne…

Annunci

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. sara ha detto:

    sta invecchiando malissimo……

  2. Maestrobellissimoesublime Amedeo ha detto:

    Bah…se Lei avesse dato un appuntamento alla Rettore x poi paccarla come ha fatto con me la capisco…
    Lei lo sa che se avesse fatto una cosa del genere al vero minghi ora sarebbe gia’ incatenato a terra a sperimentare l’efficacia dei dossi umani sulla tibburtina con lui seduto sul suo trono ad attendere l’impatto nella piazzola di sosta?

    1. discoigor ha detto:

      …se il vero Minghi mi avesse bloccato sul Facebook… ero già ad attenderlo sula Tiburtina ;)

      1. Maestrobellissimoesublime Amedeo ha detto:

        Così facendo sarebbe diventato il Mark Chapman italiano ci rifletta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...