ICONE GAY MADE IN ITALY. C PER CARRA’ RAFFAELLA

RAFFAELLA CARRA’

Canzone simbolo: Tanti Auguri
Gemma dimenticata: Male
Canzone gay-friendly: Ballo Ballo

Santa Raffa: la santa protettrice di tutti i gay (in realtà si dovrebbe dire “di tutte le frocie”…ma vogliamo essere politically correct noi, giusto?).

Mi ricordo benissimo quando questo concetto mi fu introdotto. Erano i miei primi giri gay, i primi locali, i primi balletti in pubblico, la prime volte che anche le canzoni piu SEGRETE della mia vita e della mia collezione musicale prendevano forma e suono in luoghi pubblici. Come se tutto avesse finalmente senso.
E ricordo benissimo la sera in cui cantando a squarciagola (leggermente brillo) Pazza Pazza su una terrazza (con tanto di balletto con spintarella laterale, braccio rigorosamente teso ma mano parallela al pavimento….), un mio amico mi espresse questo concetto di santità versa Nostra Signora del Palinsesto.
Tutto ebbe senso. Tutto tornava. Anche il giorno dopo, da sobrio.
I segnali erano li.
Una donna una paiette,
Canzoni spesso senza senso apparente tra cui lenti struggenti (che tanto avrebbero poi in seguito aiutato le lacrime di Non e’ la Rai) e canzoni a volte ,meravigliosamente brutte (Scranda la mela).

Non bisogna scavare molto ne passato per capire di che parliamo, basta ad esempio la sua ultima uscita discografica. Chi vi scrive pagherebbe solo per il solo nome: “Raffica 2: Balletti e duetti”.
Respiro profondo. RIpetiamo attentamente .
BALLETTI E DUETTI.

Si potrebbe chiudere tranquillamente qui questo blog. non credo possa esistere qualcosa che puo’ battere a livello di gaycnometro un’uscita del genere: un doppio cd e abbinato DVD fatti solo di balletti e e duetti di Santa Raffa. Solo a pensarci mi commuovo.
Del resto le lacrime sono solo un elemento di quello che e’ L’ESSENZA CARRA’:
Lacrime (tante), risate (magnificamente trash con quel loro suono inconfondibile),i suoi balletti, i suoi duetti, le sue carrambate, i suoi indimenticabili vestiti, sigle TV una piu’ indimenticabile dell’altra, ancora risate., ancora lacrime, fagioli (si ma quanti erano?), telefonate, ancora paietettte, un caschetto biondo bionico, Sabati sera (ma anche Venerdi e domeniche), mezzogiorni, ricominciare (da due), sorprese, altre sigle, successi, insuccessi, altre lacrime, calze contenitive (si, ma quante erano?)………..
Potremmo stare qui veramente in eterno ad elencare quello che e’ magico mondo di Santa Raffa e quello che ha rappresentato per tanti gay di tante generazioni nel mondo.
Se pensiamo solo al fatto che quando a Tiziano Ferro venne chiesto se avesse mai dato un segnale della sua omosessualità, cosa rispose lui? “Più di dedicare una canzone alla Carra’ (E Raffaella e’ mia, ndr)?”., ecco questo spiega benissimo come nel collettivo generale RAFFAELLA CARRA’ RAPPRESENTA L’ICONA GAY ITALIANA PER ECCELLENZA. Del resto ci viene invidiata in tante parti del mondo soprattutto in quelle in cui la lingua piu’ parlata e’ lo spagnolo. In Spagna per esempio la nostra beniamina si e’ rifugiata durante un un suo esilio volontario da un’Italia che non la apprezzava (VERGOGNA, GENTE! VERGOGNA!).
Come ogni Icona gay che si rispetta anche sua Paiettia’ Raffa ha sofferto di quello che e’ l’ignoranza del pregiudizio; molti infatti ignorano i grandi successi musicali raggiunti (compreso top 10 in UK).
Forse quel sorriso sempre pronto ad illuminare il suo impeccabile caschetto biondo, quella risata contagiosa nonostante pronta a contagiare tutti nonostante critiche e chiacchericci di una vita, quel non arrendersi al conformismo, la mancanza di vergogna di un pianto e la spensieratezza di un motivetto che fa cosi, fa cosi, fa cosiiii, sono quello che fa sentire i gay cosi vicini a Raffaella Carra’.

Santa Raffa, Tutte le pazze su tutte le terrazze ringraziano (provando a fare uno di quei tuoi inchini cosi inimitabili….con rischio rottura in due immediata).

Raffa. Santa. Subito.

Ogni bene,
Igor xxx

Annunci

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. Andrea's blog ha detto:

    Ma vogliamo parlare di LUCA?!?!?!
    o di SANTO SANTO???
    E il video di CALIENTE CALIENTE???

  2. DiscoIgor ha detto:

    parliamone…. siamo qui a posta! :)

  3. filisa ha detto:

    L’ignoranza del pregiudizio. Hai colto nel segno, perché è proprio quando uno non sa fare una cosa, che ne è il miglior giudice (citando Wilde). E quanti dei suoi denigratori pagherebbero oro per essere almeno un po’ come lei??? Da una pazza sulla terrazza che è dovuta andare all’estero per apprezzare la mitica Raffa senza l’ombra dei pregiudizi.

    1. discoigor ha detto:

      …benvenuta nel circolo delle pazze sulle terrazze… :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...